Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Struttura a ombrello su kiwi: sono già diversi gli impianti realizzati in Italia

Le aziende agricole che negli ultimi mesi hanno pensato di realizzare un actinidieto hanno sicuramente sentito parlare della nuova struttura a ombrello marchiata Combimetal. Una novità nel campo delle fabbricazioni serricole, che ha presto ottenuto la fiducia di molti produttori, grazie ai suoi molteplici vantaggi. "Solo in Basilicata - spiega Antonio Carrera, titolare della suddetta società - abbiamo finora istallato 4 strutture, per un totale di 15 ettari, e nei prossimi giorni partiranno i lavori per un altro impianto nel Metapontino. Nuove strutture sono in fase di realizzazione anche nel lamentino e nel cuneese. Calabria, Marche, Piemonte, Veneto e Basilicata sono le regioni dalle quali ci giungono le maggiori richieste".

Antonio Carrera in un nuovo actinidieto (varietà kiwi rosso) a Rotondella (Matera)

"E' un ottimo risultato, se consideriamo che gli investimenti in strutture serricole sono drasticamente diminuiti, a causa dei rincari delle materie prime. In alcuni areali, si sta assistendo a una diversificazione colturale: molti produttori stanno decidendo di diminuire le superfici di quelle produzioni che richiedono molta manodopera o che hanno registrato un andamento commerciale incerto negli ultimi anni, mentre i kiwi sembrano rientrare nella lista delle coltivazioni da tenere in considerazione per un cambio di passo. Poco importa quale varietà si voglia poi inserire (verde, gialla e rossa): infatti, la nostra struttura a ombrello è ideale soprattutto per le nuove cultivar di kiwi, poiché in grado di reggere sia il carico della rete che del film termoplastico".

"Nei nuovi impianti finora realizzati, non ci sono più pali in cemento, ma soltanto tubi di diverso diametro (33 - 42 o 48 mm con spessore da 2-2,5 mm) e cavi di acciaio da 10 mm sui quali si legano i rami. I tubi scendono nel terreno per circa 60 cm, rendendo così la struttura più stabile e resistente in caso di eventi climatici violenti. La sua forma a ombrello è stata pensata per garantire una maggiore ventilazione, oltre che la copertura dell'intera pianta. Con i cavi in acciaio inclusi, l'agricoltore può legare i rami, evitando che i frutti si tocchino durante la crescita e facilitando la raccolta".

Rami legati ai cavi in acciaio 

"Chi ci contatta ha dei progetti interessanti e lungimiranti, ma la maggior parte di questi imprenditori preferisce iniziare con una superficie media di 3-4 ettari. Certo, la situazione sull'aumento delle materie prime ha inciso parecchio. Le acciaierie ci fanno sapere che anche nei primi mesi del 2022 le cose non cambieranno: i prezzi non tenderanno a flettere,  semmai si stabilizzeranno. In questi mesi, c'è chi è venuto a trovarci in azienda, chi ha voluto visitare gli impianti per toccare con mano la novità serricola, decidendo di rimandare l'investimento poiché speranzoso che i prezzi potessero diminuire. C'è poco da aspettare. Chi ben comincia è a metà dell'opera!"

Per maggiori informazioni:
Combimetal Carrera Srl
Via Lido 3 – 75025 – Policoro (MT)
+39 0835 973481
combimetalcarrerasrl@gmail.com
combimetalcarrera.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto