Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Come nella scorsa stagione, la domanda è alta

Alcune sovrapposizioni nell'offerta polacca di mele

La scorsa stagione polacca delle mele ha avuto una transizione graduale con quella nuova perché, quando è iniziata la campagna 2021/22, non tutte le vecchie mele erano state vendute. Questo significa che i prezzi delle mele polacche sono partiti piuttosto bassi e che c’è un’ampia disponibilità di volumi per l'esportazione.

Secondo Agnieszka Wryk, direttore commerciale dell'azienda d’esportazione polacca di mele Ewa-Bis, la fine della scorsa stagione è collegata all'inizio della nuova di quest'anno: "La raccolta delle mele è ancora in corso, quindi stiamo aspettando di raccogliere tutte le varietà che piacciono ai nostri clienti. Tuttavia, posso già dire che la stagione precedente si è sovrapposta a quella in corso, e la transizione sta procedendo senza intoppi. Attualmente esportiamo mele "Gala Royal". Inoltre, abbiamo partecipato al Fruit Attraction di Madrid”.

La domanda di mele polacche è forte e Wryk afferma che la Ewa-Bis è riuscita a fornire anche i clienti più esigenti. "Nel 2020, abbiamo investito in un unico frutteto biologico di 180 ettari, e prevediamo un primo raccolto di circa 5.000 tonnellate. Queste sono sia mele da mensa che industriali. Siamo orgogliosi di soddisfare i clienti più esigenti. Come l'anno scorso, la domanda delle nostre mele polacche è elevata. Tuttavia, dobbiamo tenere presente che c'è un raccolto abbondante anche nei Paesi d’origine dei nostri clienti. Ciò ha reso il mercato ancora più esigente, poiché le richieste dei nostri clienti sono diventate ancora più specifiche. I requisiti per le mele biologiche industriali sono molto elevati, ma la produzione di un unico raccolto ci consente di raggiungere standard molto elevati e consegnare un prodotto che soddisfa i clienti più esigenti".

Le condizioni meteo si sono rivelate un vero alleato per gli esportatori polacchi di mele, perché quest'anno la mancanza di siccità e grandine ha contribuito alla qualità dei frutti, spiega Wryk. "Quest'anno, in Polonia, si stima un'elevata resa di mele, sebbene ancora di molto inferiore rispetto al record che abbiamo registrato nel 2018. Prevedo che la qualità del frutto sarà buona, perché la stagione di crescita non ha dato molti problemi ai frutticoltori, in termini di protezione sia contro gli agenti patogeni sia contro gli insetticidi. Le varietà di mele più richieste sul mercato sono caratterizzate da calibro e qualità uniformi, dovute alla favorevole stagione di crescita. Il vantaggio per noi è stata l'assenza di siccità, grandine e, in generale, le condizioni meteo favorevoli. La qualità ecologica nel segmento delle mele da mensa e del mercato industriale è molto buona, grazie alla buona luce solare e al giusto range di temperatura, che conferisce alle mele il giusto tenore zuccherino e un bel colore".

Wryk afferma che i prezzi delle mele di questa stagione sono ancora influenzati dalla situazione della campagna precedente. "I prezzi della stagione in corso sono stati senza dubbio influenzati dalla quantità di mele invendute nella stagione precedente. All'avvio della stagione commerciale, il prezzo è stato piuttosto basso. L'inizio della raccolta delle mele ha stabilizzato le quotazioni a un livello basso, rispetto allo scorso anno. Credo che il prezzo delle mele non cambierà, nelle prossime settimane, a causa dell’abbondante fornitura sul mercato, anche se gli elevati costi di stoccaggio ridurranno gli stock di mele negli impianti. I prezzi delle mele convenzionali sono inferiori del 20% rispetto allo scorso anno e, per quelle biologiche, il calo è del 10%, con un aumento dei costi di produzione".

Per quanto riguarda il prossimo anno, Wryk pensa che il volume delle mele stoccate sarà determinato dalle condizioni meteo: "Secondo me, le gelate primaverili potrebbero svolgere un ruolo importante, perché potrebbero limitare la quantità di mele nella prossima stagione, e alcuni frutticoltori e gruppi di produttori conserveranno le mele fino alla prossima stagione, sperando che l'aumento del prezzo compensi gli elevati costi di stoccaggio. Gli alti costi di produzione degli ultimi anni ridurranno la produzione di mele nei prossimi anni. La futura produzione in Polonia si orienterà verso la specializzazione nelle varietà. Anche la produzione sarà dedicata a un segmento specifico: o mele da mensa o mele industriali”, conclude Wryk.

Per maggiori informazioni:
Agnieszka Wryk
Ewa-Bis Sp. z o.o.
Tel: +48 722 222 821
Tel: agnieszka.wryk@ewabis.com.pl
www.ewabis.com.pl 
www.owocenatury.eu 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto