Youri Aerts - Fruit At Work

"Abbiamo perso il 60 per cento della nostra clientela in 10 giorni"

"Il 2020 è stato un anno difficile per noi", ammette Youri Aerts dell'azienda belga Fruit At Work. "Era partito bene, con vendite record nel primo trimestre. Ma poi il Covid-19 ha colpito il Belgio e, in dieci giorni, abbiamo perso circa il 60% della nostra clientela".

Il core business della Fruit At Work, come suggerisce il nome, è la fornitura di cassette di frutta alle imprese. Ma, durante la pandemia, la maggior parte delle persone ha lavorato da casa. L'azienda ha perso, quindi, la maggior parte delle vendite. "E' stato un duro colpo. Non consegnavamo più a case di cura o ospedali, ma solo agli uffici. E gli ordinativi non arrivavano più".

Rete logistica
"Tuttavia, abbiamo ricevuto ordini che in altre circostanze non avremmo mai ricevuto", aggiunge Youri. Questo virus ha aumentato la consapevolezza sull'importanza di un'alimentazione e di uno stile di vita sani. Alcune aziende hanno voluto fare qualcosa per i loro dipendenti che lavorano da casa, scegliendo di fare loro dei regali più salutari, come le box della Fruit At Work. Ad esempio, l’azienda ha ricevuto un ordine da Siemens per la consegna di una box a tutto il suo personale.

E Apple ha richiesto una box per i waffle, che includeva una ricetta, gli ingredienti e, naturalmente, frutta fresca. C’è stata anche un'azienda che ha organizzato una degustazione online di vini per i suoi dipendenti. Hanno ricevuto tutti una box di vino con tagliere di formaggi e uva da tavola. La frutta della Fruit At Work a volte era solo una parte delle box. Ma l’azienda si occupa di assemblare l'intero imballaggio.

"Abbiamo una vasta rete logistica. Possiamo trasformare e consegnare rapidamente. Nei primi tre mesi dello scorso anno, abbiamo riscosso molto successo ma in seguito gli ordinativi, seppure interessanti, si sono fatti sporadici. Inoltre, abbiamo usato la nostra creatività per sviluppare le vendite. Tutto ciò ci ha permesso di chiudere il 2020 in positivo. Inoltre, non abbiamo dovuto licenziare nessuno dei nostri dipendenti".

Oltre a soddisfare questi ordinativi, Fruit At Work ha lanciato nuovi prodotti come la Sangriabox. "Essere creativi non ci ha fatto perdere la speranza. Abbiamo dimostrato che, in qualità di fornitori di frutta, possiamo offrire delle soluzioni ai clienti. E che siamo capaci di molte cose", afferma Aerts.


La Sangriabox della Fruit At Work

Tornare alla normalità
Da metà agosto l'azienda è tornata a lavorare freneticamente. "Lo avevamo previsto. Negli ultimi quindici giorni abbiamo lavorato di nuovo attivamente sulla promozione. I dipendenti dell'azienda cominciano a tornare in ufficio. Speriamo che gli ultimi mesi di quest'anno compensino la prima parte dell'anno", afferma Youri.

"Proprio come i primi tre mesi del 2020 che ci hanno salvato l’intero anno". Riaprono anche le scuole, e gli ordinativi sono in aumento, soprattutto dalle istituzioni educative di Bruxelles. "Speriamo che continui così e che presto potremo tornare alla normalità".

Frutta per il governo
Quest'anno Fruit At Work ha rinnovato di quattro anni il suo contratto quadro con il governo fiammingo. "Hanno chiaramente apprezzato il nostro percorso di business sostenibile. Siamo lieti di continuare a rifornire le agenzie governative belghe per i prossimi quattro anni", conclude Youri.

Per maggiori informazioni:
Youri Aerts
Fruit At Work
1154 Senator A. Jeurissenlaan
Bus B
3520 Zonhoven - Belgio
Tel: +32 (0) 118 25 844
Email: info@fruitatwork.eu  
Web: www.fruitatwork.eu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto