Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Luis Fernando Rubio, direttore dell'ANPCA

Si registra una forte domanda di aglio spagnolo

Nella regione spagnola di Castiglia-La Mancia, il settore dell'aglio è impegnato nella raccolta dei bulbi viola, la cui qualità è ufficialmente riconosciuta da una Indicazione Geografica Protetta: Ajo Morado de las Pedroñeras. Quest'anno il prodotto è di ottima qualità, secondo Luis Fernando Rubio, direttore dell'Associazione nazionale dei produttori e commercianti di aglio (ANPCA).

"In generale, il tempo è stato favorevole durante la campagna e, al momento, il clima molto secco consente ai bulbi di asciugarsi e chiudersi bene, quindi abbiamo alcuni lotti di aglio viola di qualità eccezionale", afferma Luis Fernando. "Inoltre, le rese per ettaro sono elevate e la produzione è ottimale".

Le buone aspettative in termini di produzione, qualità e rese non sono esclusive di Castiglia-La Mancia, poiché anche le altre regioni produttrici spagnole stanno raccogliendo buoni risultati con le loro campagne. Il direttore dell'ANPCA dice che "in Castiglia -Leon hanno già finito di raccogliere l'aglio primaverile e stanno iniziando con le varietà più tardive, mentre in Andalusia la raccolta è finita".

Per quanto riguarda la zona di produzione in Spagna, Luis Fernando registra una ripresa intorno al 6%, nonostante la stagione dello scorso anno non abbia soddisfatto le aspettative iniziali a causa del clima, un fattore determinante per l'esito della campagna.

Forte domanda
C'è un mercato molto attivo, per la produzione spagnola. "La campagna commerciale potrebbe essere definita molto buona. Al momento, la domanda di aglio spagnolo è molto forte", dice il direttore. "L'unico problema che abbiamo riscontrato è che alcuni mercati che tradizionalmente richiedono aglio precoce nazionale, come il Brasile, quest'anno hanno acquistato quantità molto limitate rispetto alle stagioni precedenti, e questo ha avuto un impatto sulla commercializzazione", afferma Luis Fernando. "A poco a poco, il mercato dell'aglio precoce si sta riattivando in destinazioni d'esportazione più tradizionali, non così lontane, e che sono impegnati a fornire prodotti di qualità e a valore aggiunto, come gli Stati Uniti o il Canada. Per quanto riguarda l'aglio viola, stiamo avendo una domanda molto buona e riceviamo grandi ordinativi".

La stagione dell'aglio di quest'anno offre quindi prospettive molto favorevoli, nonostante le difficoltà logistiche senza precedenti nel traffico marittimo globale, che colpiscono in particolare la Cina, epicentro della produzione mondiale di aglio e, allo stesso tempo, primo esportatore mondiale.

"Il problema della crisi dei container sta avendo un impatto sui prezzi dell'aglio in Cina, ma non solo lì. Le tariffe del trasporto container stanno aumentando drasticamente e questo sta avendo delle ripercussioni, anche quando si tratta di rispettare gli impegni e raggiungere i mercati", afferma Luis Fernando.

Tuttavia, l'aumento dei costi di spedizione non è un ostacolo per la produzione spagnola, vista la forte domanda internazionale e il buon sviluppo della campagna commerciale. "E' impossibile competere con i prezzi e i volumi dell'aglio cinese, ma possiamo differenziarci con la qualità e il valore aggiunto. Ci stiamo riuscendo, anche se ci sono voluti molti sforzi", afferma il direttore dell'ANPCA.

Per maggiori informazioni:
Luis Fernando Rubio
ANPCA 
T: +34 967161011
lfrubio@anpca.es
www.anpca.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto