Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Focus sul mercato mondiale dei mandarini

A livello globale, i mandarini di piccole dimensioni sono sotto pressione sia sui mercati di importazione che di esportazione, poiché le buone condizioni di crescita all'inizio della stagione hanno portato a un'abbondanza di questi calibri nei Paesi produttori come il Sudafrica. L'influenza esterna dei problemi di trasporto e la carenza di manodopera continuano a ostacolare la produzione di mandarini come quella di altri frutti, in particolare in Australia, che non ha aperto le frontiere a quei lavoratori stranieri che di solito raccolgono la frutta, il che significa che parte del raccolto è rimasto sugli alberi.

Paesi Bassi: mercato dei mandarini stabile per i calibri grandi, quelli piccoli più sotto pressione
"Il mercato dei mandarini d'oltremare è iniziato bene con i Satsuma dal Perù e dal Sudafrica. Poiché non ci sono grosse quantità di grandi dimensioni, il commercio è rimasto piuttosto stabile. Tuttavia, i piccoli calibri hanno subito una maggiore pressione. Anche varietà come clementine, Nules e Nova sono arrivate sul mercato", dice un importatore olandese, secondo cui, nonostante la carenza di container sul mercato, i ritardi sono rimasti finora entro limiti ragionevoli. 

"Non si vuole essere troppo dipendenti da determinati mercati e si vuole sempre trovare l'equilibrio in essi. L'aumento delle piantagioni di mandarini e limoni tardivi significa che è necessaria una buona diffusione delle vendite. Allo stesso tempo, prevedo che l'Europa rimarrà sempre un mercato importante per il Sudafrica, ma quest'ultimo continuerà a svilupparsi anche altrove".

Belgio: mercato del mandarino in difficoltà
Il mercato del mandarino affronta un periodo difficile durante i mesi di maggio, giugno, luglio e agosto. Si tratta di un prodotto che è ancora tradizionalmente associato all'autunno. Al momento, la gente si concentra sulla frutta estiva e mangia mandarini da ottobre. La domanda si riprenderà quando i Nadorcott dal Sudafrica arriveranno sul mercato a fine agosto/inizio settembre.

Spagna: fine anticipata della stagione del mandarino locale
La campagna dei mandarini spagnoli è finita molto prima quest'anno. Anche se la qualità è stata elevata quest'anno, le produzioni di Tango, Nadorcott e Orri sono state inferiori al previsto e i prezzi all'origine sono saliti a causa della speculazione. Ciò non è stato in linea con il mercato, dove domanda e quotazioni sono state normali e non sono riuscite a compensare i costi extra di quest'anno. Quasi tutti i mandarini erano già stati raccolti alla fine di aprile. Piccole produzioni sono rimaste immagazzinate in cella per un altro mese, per soddisfare alcuni programmi con le catene di supermercati che aprono la strada ai mandarini dell'emisfero sud.

La domanda di mandarini sudafricani e peruviani durante l'estate continua a crescere in Spagna, specialmente da luglio in poi, con i primi Clemenvillas. I primi Satsuma spagnoli arriveranno a settembre, seguiti dalle prime clementine. La coltivazione di mandarini e clementine precoci sembra diminuire di anno in anno, perché i supermercati preferiscono i Tango e i Nadorcott dell'emisfero sud.

Cina: inizio anticipato della stagione dei mandarini
A metà giugno, mentre altre varietà di agrumi sono ancora nella fase di sviluppo dei frutti, i mandarini Satsuma di Chongzuo, regione autonoma di Guangxi Zhuang, hanno iniziato a essere raccolti e commercializzati, segnando l'inizio della stagione di vendita degli agrumi. 

Un piccolo volume di frutti precoci ed extra-precoci arriva sul mercato da metà a fine giugno di ogni anno, mentre i prodotti precoci di Hunan, Yunnan e altre aree di produzione non sono disponibili fino a metà luglio. La stagione del raccolto quest'anno è in anticipo di quasi una settimana rispetto all'anno scorso, perché i commercianti volevano approfittare del Dragon Boat Festival. Il piano originale era di iniziare a raccogliere la frutta dieci giorni dopo. In questa fase, il gusto dei primi mandarini è ancora piuttosto aspro e la maggior parte dei frutti è di dimensioni comprese tra i 50 e i 55 mm, quindi vengono raccolti solo quelli più maturi.

I mandarini dello Yunnan diventano disponibili in piccoli volumi due settimane dopo i mandarini Satsuma di Chongzuo. Dopo altre due settimane, i mandarini precoci di Hunan, Hubei e altre zone della regione di Guangxi cominciano ad arrivare sul mercato. Quest'anno, i mandarini extra-precoci partono da 55 mm e sono commercializzati a 3,5 yuan per mezzo chilo; i prodotti precoci partono da 60 mm e sono commercializzati a 3,0 yuan per mezzo chilo. Si prevede che la quotazione dei mandarini precoci aumenterà a luglio.

Nord America: stagione impegnativa per i mandarini
Le forniture di mandarini in Nord America stanno attualmente subendo la transizione tra il raccolto nazionale e il prodotto importato.

In California, le scorte stanno finendo. "Abbiamo probabilmente altre due o tre settimane di raccolto e dopo avremo un po' di stock", dice un commerciante. "Stiamo finendo leggermente più tardi del normale". In termini di volume, la California ha quantitativi leggermente superiori al raccolto del 2020. "C'è una maggiore resa per albero e abbiamo anche avuto alcuni acri che sono entrati in produzione", dice. All'inizio della stagione, le dimensioni ridotte dei frutti californiani erano una preoccupazione.

Quest'anno, la domanda di mandarini è stata buona. Per quanto riguarda i prezzi, sono stati leggermente inferiori. "Penso che sia perché abbiamo più superficie coltivata. Allo stesso tempo ci sono importazioni in arrivo".

Una cosa che i coltivatori di agrumi californiani stanno ancora affrontando sono i problemi della catena di approvvigionamento: tutto, dall'accesso ai container all'aumento dei costi di trasporto, alla scarsità delle forniture. "Tutte queste cose stanno facendo aumentare i nostri costi di produzione. C'è un completo sconvolgimento della filiera di approvvigionamento e ci si possono mettere dei cerotti, ma in realtà siamo tutti sotto stress", continua il commerciante.

Nel frattempo, i mandarini importati arrivano già da un mese e mezzo, in gran parte dal Perù. "Ci aspettiamo una stagione di buona qualità e un aumento del volume peruviano", dice un coltivatore e importatore di agrumi, avocado e uva di Miami. Il Perù ha già finito di spedire le prime clementine e ora sta passando ai W. Murcotts. I W. Murcotts dovrebbero iniziare ad essere disponibili all'inizio di luglio e il coltivatore aggiunge che le sue aziende peruviane si stanno spostando sempre più verso la coltivazione di W. Murcotts senza semi.

Per quanto riguarda il raccolto di quest'anno dal Perù, è circa il 10% superiore all'anno scorso e ci sono buoni calibri per i sacchetti al dettaglio. "Ci sono più alberi che entrano in produzione. Non è solo il Perù, ma anche il Cile. Persino il Sudafrica sta arrivando con più prodotto", dice.

Dati i maggiori volumi, le movimentazioni potrebbero essere un problema per l'import. Detto questo, i prezzi dovrebbero essere abbastanza accessibili per aiutare a stimolare la domanda dei consumatori. "Possiamo aspettarci alcuni aumenti di quotazione durante le prossime settimane, prima che i maggiori volumi provenienti da Perù, Cile e Sudafrica arrivino sul mercato a luglio".

Guardando avanti, la gestione dei prossimi volumi aiuterà anche i flussi. Il Cile ha avuto un inizio lento, ma attualmente sta spedendo clementine e si prevede che un grande volume di frutta arriverà nelle prossime due o tre settimane. Il Cile, in generale, nota volumi più grandi di dimensioni più piccole. "Combinando questo con i W. Murcotts dal Perù e i volumi dal Sudafrica, si prevede una stagione impegnativa", conclude il coltivatore e importatore.

Sudafrica: i mandarini affrontano un mercato estremamente saturo
Le stagioni delle clementine e della Nova stanno finendo: i calibri sono stati più piccoli, una tendenza che si prevede si applichi anche ai mandarini tardivi, in particolare nel Capo occidentale e orientale. Questo significa che i mercati sono già pieni di soft citrus di piccole dimensioni e i coltivatori devono smettere di confezionare le dimensioni 4 e 5, secondo un esportatore del Capo occidentale, che definisce i mercati "estremamente saturi. E non abbiamo ancora iniziato con i Nadorcott".

Le esportazioni di mandarini tardivi Tango sono iniziate da Limpopo e anche quelle dei primi Nadorcott stanno cominciando; ci sono state difficoltà operative al molo 2 del porto di Durban a causa di una carenza di carrelli elevatori funzionanti, ma la situazione sta migliorando.

"Abbiamo una forte resa sugli alberi a causa delle perfette condizioni meteorologiche durante la fioritura, ma cinque o sei settimane di pioggia all'inizio dell'anno non hanno portato alla prevista maggiore dimensione dei frutti. Ciò non è avvenuto a causa dei lunghi periodi di cielo coperto che hanno ritardato la crescita", dice un coltivatore di agrumi del Limpopo. La pioggia sostanziale in quel periodo ha migliorato la sicurezza idrica per i coltivatori di agrumi nel nord del Paese, ma il calibro dei frutti è più piccolo.

La siccità e la mancanza di precipitazioni in alcune parti del Capo Orientale hanno causato un piccolo dimensionamento dei soft citrus. Nel Boland, Capo Occidentale, un coltivatore dice di non aver visto una tendenza a frutti più piccoli nel raccolto in questa stagione. Il numero di mercati per i piccoli soft citrus (calibro 4 o 5 o 6) diventa limitato. Un'opzione per i mandarini piccoli sarebbe il Bangladesh, nota un esportatore di agrumi, ma la spedizione lì è ancora molto impegnativa e si registrano ritardi nel turnaround dei container. L'apertura delle Filippine agli agrumi sudafricani in questa stagione fornisce un mercato potenzialmente adatto ai soft citrus.

"Penso che quello che finirà per succedere è che il volume totale dei mandarini esportati sarà inferiore a quello stimato, ma sarà comunque superiore a quello dell'anno scorso a causa dell'entrata in produzione dei giovani frutteti", dice un agrumicoltore di Limpopo. Per il momento rimangono 29,5 milioni di cartoni da 15 kg di soft citrus (mandarini + clementine + Satsuma). L'anno scorso il Sudafrica ne ha esportati 23,6 milioni.

"Questa non è un annata facile, completamente diversa dal 2020. I prezzi sono bassi e il Rand è forte", osserva un esportatore di agrumi. Si registra la concorrenza del Perù e del Cile negli Stati Uniti, in Canada e nell'Ue.

Australia: problemi con la manodopera e i frutti restano sugli alberi
La stagione dei mandarini australiani è in pieno svolgimento, con la produzione negli stati meridionali che inizia a maggio e giugno. Tuttavia, ci sono state alcune sfide crescenti per i coltivatori del Queensland, che iniziano la stagione degli agrumi, con problemi di manodopera. Ciò significa che la frutta viene lasciata sugli alberi non raccolta. Si deve alla chiusura delle frontiere da parte del governo federale a causa del Covid-19, che non permette ai lavoratori stranieri di entrare in Australia. Altri coltivatori hanno segnalato alcuni problemi con il clima più freddo e hanno dovuto combattere con problemi di gelo. A livello di commercio all'ingrosso, la frutta che arriva sul mercato è di alta qualità, secondo un'azienda dell'Australia meridionale, la quale non vede l'ora che arrivi la frutta locale perché è molto richiesta e spesso spunta prezzi più alti.

La produzione complessiva di mandarini in Australia è in aumento, nell'anno conclusosi a giugno 2020: sono state prodotte 172.934 tonnellate, che equivale a una crescita del 10% in volume e del 20% in valore (357 milioni di dollari). Anche le esportazioni sono significativamente aumentate in volume (77.316 tonnellate, +30%) e in valore (187 milioni di dollari, +34%). La Cina rappresenta il principale mercato di crescita per i mandarini australiani, con quasi un terzo di tutte le esportazioni.


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto