Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Notizie dalla Spagna

In futuro, forse, solo Siviglia e Huelva coltiveranno nettarine

Nella Valle del Guadalquivir, in Spagna, si è già conclusa la maggior parte della campagna delle drupacee e, al momento, l'attività si sta concentrando sulla raccolta delle susine, che continuerà fino alla fine di agosto.

Secondo il responsabile di settore di Asociafruit, Jose Rodriguez: "La prima parte della campagna si è conclusa con buoni risultati, a eccezione delle varietà più precoci di pesche e nettarine, che hanno risentito di una significativa mancanza di allegagione dovuta al freddo di fine marzo, che ha fatto sì che producessero volumi per ettaro inferiori a quelli stimati".

Inoltre, l'aumento delle temperature a metà maggio ha anticipato di dieci giorni la raccolta di tutte le varietà tardive, ossia quelle che si raccolgono a giugno. Di conseguenza, queste si sono sovrapposte alle varietà precedenti e, alla fine di maggio, hanno causato un certo accumulo di frutta nei magazzini. Il presidente per le drupacee di Asociafruit ha detto che, nonostante questo, la qualità della frutta raccolta è stata adeguata, con calibri superiori, e c'è stata una resa maggiore per ettaro.

Secondo le stime, l'Andalusia produrrà 26.000 tonnellate di nettarine, 13.200 tonnellate di pesche e 650 tonnellate di pesche piatte.

Buona la campagna in Andalusia
Rodriguez ha dichiarato che questa è stata una buona campagna per l'Andalusia, perché per il secondo anno consecutivo non si è dovuto competere con il grande volume di produzione di Murcia, il principale concorrente dell'Andalusia per le drupacee a livello nazionale. "Così, siamo stati in grado di collocare la nostra merce sui mercati senza farli crollare. Riteniamo che ciò sia stato dovuto alla massiccia estirpazione delle coltivazioni di drupacee a Murcia, perché non ci sono stati episodi climatici particolarmente avversi".

"Un'altra tendenza che stiamo notando è che pesche, albicocche e pesche piatte di Murcia stanno andando bene, mentre le nettarine non stanno crescendo bene e vengono sostituite da altre colture". Di conseguenza, sembra che solo Siviglia e Huelva coltivino nettarine: lì infatti questo tipo di drupacea costituisce già il 70% delle produzioni, secondo quanto ha dichiarato José Rodriguez.

Le prospettive future per questi frutti nella Valle del Guadalquivir sono ottimistiche, dato che il massiccio sradicamento di frutteti che ha avuto luogo tre o quattro stagioni fa è rallentato. Pertanto, la superficie e l'area di produzione si sono stabilizzate e mostrano una lieve tendenza alla crescita, secondo quanto ha dichiarato il presidente del settore di Asociafruit. "In generale, il settore delle drupacee in Andalusia sta andando bene e propone un'eccellente offerta varietale", ha aggiunto.

"L'Andalusia dovrebbe raccogliere 11.000 tonnellate di susine, che è un raccolto medio-alto. Tuttavia, non ci sono calibri molto buoni rispetto al nostro principale concorrente, che è Badajoz", ha concluso.

Fonte: sevilla.abc.es 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto