Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Orogel ha chiuso il 2020 con un aumento del 15 per cento a valore

La pandemia ha spinto la vendita di surgelati nel canale retail

"Siamo soddisfatti dei risultati conseguiti, nonostante la crisi pandemica generale - così il presidente di Orogel, Bruno Piraccini, commenta i dati di bilancio 2020 - Abbiamo svolto il nostro ruolo di produttore e fornitore di alimenti senza interruzioni dell'attività e assicurando servizi efficienti e tempestivi, a fronte delle emergenze, anche di mercato".

Continua Piraccini: "Per questo ringraziamo tutto il personale, i dirigenti, gli agricoltori e i fornitori in generale. I dati del bilancio sono ancora più positivi, se consideriamo i maggiori costi sostenuti per la prevenzione dei contagi. Il welfare aziendale è stato incrementato, riconoscendo compensi integrativi a dipendenti e soci per i disagi che hanno dovuto affrontare. Inoltre, direttamente e attraverso la nostra fondazione F.OR abbiamo erogato il valore di 800.000 euro in denaro e 1.300.000 euro in prodotti per gli ospedali, la Caritas e per altri enti assistenziali del territorio".

Questi i numeri di Orogel O.P. 2020: 138.078 tonnellate di prodotto commercializzato; 289,5 milioni di euro di fatturato consolidato; 230 milioni di euro patrimonio netto contabile Orogel Soc. Coop. Agricola; 41,8 milioni di euro cash flow; 25,3 milioni di euro di risultato netto a riserva indivisibile; 2.143 dipendenti, di cui 1.200 solo a Cesena; 3 stabilimenti produttivi (surgelato) a Cesena, Policoro e Ficarolo; 5 magazzini attivi per il fresco; 1.675 soci che coltivano in campo aperto con sistemi di produzione integrata, residuo zero e biologica; 6.740 ettari per colture destinate al surgelato; 1.650 ettari per colture destinate al fresco.

Il 2020 ha visto il mercato dei surgelati nel settore retail crescere del 15,5% a valore (3.365 milioni di euro il fatturato sviluppato dall'intero comparto) e del 12,5 % a volume (648mila tonnellate di prodotti commercializzati). A questi numeri positivi ha fatto da contraltare il trend negativo del fuoricasa. L'intero comparto della ristorazione commerciale e della ristorazione collettiva, a seguito della chiusura di esercizi pubblici, bar, ristoranti, mense, scuole, ha subito infatti in tutti i settori un forte ridimensionamento e il mercato dei surgelati - che ha nel fuoricasa più del 37% del totale di consumi in Italia - ha registrato una perdita di almeno un quarto del fatturato, pari a circa 600 milioni di euro.

La sede Orogel a Cesena in una foto d'archivio

In questo scenario, la divisione retail di Orogel ha chiuso l'esercizio 2020 con una performance pari al +11,1% a volume e al 15% a valore. La crescita ha consentito all'azienda di compensare l'impatto negativo delle vendite sviluppate dalla divisione Food Service e di registrare come dato generale gli stessi volumi sviluppati nel 2019 e un fatturato superiore del 4%. Il valore della produzione nel 2020 di Orogel, nella sua veste di Organizzazione di Produttori, è stato di 289,5 milioni di euro (+4% rispetto al 2019).

Per maggiori informazioni
Gruppo Fruttadoro Orogel   
via Dismano 2600
47522 Cesena (FC)
+39 0547 3771
info@orogel.it
www.orogel.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto