L'industria agrumicola andalusa continua a crescere in Spagna

L'Andalusia è un grande produttore di agrumi della Spagna. Secondo i dati del governo regionale, nella campagna 2019/20, la regione ha prodotto 2.043.456 tonnellate di agrumi, circa un terzo della produzione nazionale totale. Si tratta di un volume molto importante, anche se ancora ben al di sotto delle 3.067.517 tonnellate prodotte dalla comunità Valenciana.

Tuttavia, il progressivo abbandono dei campi coltivati in atto a Valencia - e che riguarda le produzioni di agrumi - e l'aumento della superficie coltivata in Andalusia degli ultimi anni, potrebbero ridurre il gap produttivo tra le due comunità autonome.

Attualmente la comunità conta 18.018 ettari di mandarini, secondo i dati del governo, ancora al di sotto, ad esempio, rispetto ai 27.421 ettari di cui dispone Castellon. Tuttavia, l'Andalusia continua a guadagnare terreno, infatti due anni fa aveva solo 15.000 ettari, concentrati principalmente nella provincia di Huelva.

Nel frattempo, l'Andalusia registra un totale di 56.283 ettari di arance, quasi la metà dei quali sono concentrati a Siviglia, un numero molto più alto dei 6.388 ettari di Castellon.

Cosa ha portato a questa crescita del settore degli agrumi dell'Andalusia?

Secondo la delegazione Asaja di questa comunità autonoma, "alcuni anni fa si è fatto un importante investimento nell'ammodernamento delle aziende agricole e nel rinnovamento delle varietà. L'obiettivo era coprire l'intera campagna degli agrumi, visto che prima i produttori si concentravano troppo sulla prima parte della campagna. Adesso la produzione è molto più distribuita sul mercato".

E' esattamente l'opposto di quanto accade a Castellon, dove le ridotte dimensioni di molti campi impediscono di realizzare i processi di automazione che invece stanno avvenendo in altri territori, e dove non c’è ancora l’idea di intraprendere un rinnovamento varietale. Oltre l'80% della frutta prodotta in provincia è la Clemenules, che ha una durata limitata sugli scaffali dei supermercati.

Questi dati suggeriscono che, nei prossimi anni, l'Andalusia potrebbe superare la produzione di agrumi di Valencia.

Secondo La Unió de Llauradors, ciò avverrà fra cinque o sei anni, se la situazione non dovesse cambiare. L'Associazione andalusa di vivai e fioristi ha affermato che c'è uno spostamento della produzione dalla regione all'Andalusia, perché le aziende sono più grandi e moderne.

Fonte: elperiodicomediterraneo.com  


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto