Agrieuropa: "Terreni pronti per i trapianti precoci di anguria"

Le vendite dello spinacio segnano un +15%

"Questa campagna invernale è partita bene, con risultati soddisfacenti soprattutto sullo spinacio, per il quale le vendite sono aumentate di circa il 15% rispetto alla precedente annata. Per la valeriana, dopo un leggero ritardo commerciale iniziale, si è recuperato in termini di vendite, raggiungendo il risultato degli spinaci, anche qui con un +15% rispetto all'inizio del 2020".

E' quanto dichiara Alberto Nocera di Agrieuropa, aggiungendo: "Fino a metà dicembre, però, per valeriana e ravanelli si è registrata una certa lentezza nella commercializzazione, a causa di un clima mite un po' in tutta Europa; questo ha comportato che la Germania, nostro principale acquirente, disponesse di prodotto interno fino a metà dicembre. Quindi, la richiesta iniziale è stata scarsa rispetto all'offerta e si sono verificati prezzi al ribasso. Tutto sommato, però, la stagione invernale è stata abbastanza lineare per tutti i nostri prodotti, con consumi buoni e prezzi adeguati".

Insieme alla valeriana, lo zucchino fa parte dell'assortimento aziendale per 12 mesi l'anno. "Per l'attuale campagna zucchine - prosegue Nocera - sull'onda di una forte richiesta, abbiamo incrementato le superfici produttive, portandole da 27 ettari agli attuali 40. Sotto il profilo produttivo siamo molto soddisfatti dell'andamento: la richiesta si concentra maggiormente sul calibro 14-21cm (medio-grande)".

"Per quanto riguarda il packaging, c'è una novità: abbiamo acquistato un macchinario termoretraibile per il confezionamento dei prodotti, al fine di garantire confezioni sigillate, pratiche e resistenti. L'obiettivo è quello di fornire un prodotto meno deperibile e più facilmente apprezzabile sotto il profilo estetico. La pellicola trasparente, inoltre consente di valorizzare il contenuto e di conservarlo alla perfezione".

In azienda, in queste settimane, si avverte un clima frenetico, poiché ci si prepara all'ultimo ciclo produttivo delle referenze invernali. Inoltre alcuni terreni sono già pronti per i trapianti precoci di anguria, che daranno il via alla stagione estiva.

"D'ora in avanti, con le temperature miti ci sarà più prodotto; bisognerà quindi adeguare i prezzi, essendo il clima un fattore che incide molto sia sulle colture sia sulla richiesta del mercato. E' risaputo infatti che il clima rigido rende le produzioni più lente, mentre quello mite le accelera".

Fortunatamente, siamo riusciti a difenderci bene dal ciclone Burian che non ha diminuito la richiesta, né ha rallentato la raccolta. Neanche il coronavirus ha influito sulle produzioni aziendali, poiché lavorare per l'80% con i mercati esteri fa sì che la domanda non subisca mai grosse diminuzioni".

"Per rispondere meglio alle richieste del cliente - conclude Nocera – per la prossima campagna invernale introdurremo una nuova referenza: il cipollotto, da destinare ai mercati esteri. Il nostro obiettivo? Essere sempre al passo con il mercato!"

Contatti 
Agrieuropa Soc. Coop. Agr.
S.S. 148 Pontina Km 97,700
04019 Terracina (LT) Italy
Tel: +39 0773 756158
Fax: +39 0773 756408
Email: commerciale@agrieuropa.it
Web: www.agrieuropa.it 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto