Una ricerca UF/IFAS

Uno studio rivela perche' le fragole devono essere mantenute a basse temperature

Secondo uno scienziato dell'Università della Florida, se si dovesse assaggiare una fragola della Florida adesso è molto probabile che il suo sapore sarebbe ottimo. E non è un caso. Le fragole sono di stagione e quelle che si trovano nei negozi dovrebbero essere spedite e stoccate alla giusta temperatura.

Gli esperti sottolineano la parola "dovrebbero", perché per assicurare che il frutto arrivi nelle condizioni migliori non bisogna interrompere quella che viene definita "catena del freddo". A sostenerlo è Jeff Brecht, un professore e specialista di scienze orticole per UF/IFAS.

La catena del freddo si riferisce alla filiera di fornitura alimentare - dalle aziende agricole ai supermercati - e si applica ai prodotti che necessitano di refrigerazione. I camion trasportano la frutta - in questo caso le fragole - in tutto lo stato e il paese; pertanto si cerca di far sì che le fragole mantengano la giusta temperatura.

Secondo gli scienziati, quando il frutto si scalda perde una parte dei suoi zuccheri, vitamine e antiossidanti e può essere maggiormente soggetto ad ammaccature e decadimento.

Alcuni negozi preferiscono esporre le fragole a temperatura ambiente, ma queste temperature più alte spesso fanno sì che le fragole non si mantengano a lungo, una volta acquistate.

Brecht e Ismail Uysal, un professore associato di ingegneria elettrica della Florida meridionale, hanno collaborato a uno studio pubblicato di recente che è stato condotto in una filiera in cui le fragole venivano sottoposte a temperature più alte di quelle ottimali.

Per lo studio, i ricercatori hanno inserito termometri elettronici per tenere traccia delle temperature nei pallet di fragole, dal momento della raccolta fino a quando arrivavano nei negozi. I termometri hanno registrato le temperature nei pallet e le hanno trasmesse attraverso la linea telefonica.

Due delle spedizioni sono partite da Plant City verso altre città della Florida e della Georgia. Le altre quattro spedizioni sono partite da Salinas, California - la regione agricola più produttiva del suddetto stato - per andare in Maryland, Pennsylvania, Virginia, Carolina del Sud e Carolina del Nord.

I ricercatori hanno individuato le posizioni nella catena di fornitura in cui le temperature si sono rivelate troppo alte. A volte è successo durante il trasporto, a volte nei magazzini, altre durante lo scarico e lo stoccaggio, oppure quando venivano esposte nei negozi.

Utilizzando i dati rilevati nei test sulle spedizioni, gli scienziati hanno stoccato le fragole presso il laboratorio di Brecht dell'Università della Florida, a Gainesville. Lì i ricercatori hanno ricreato le condizioni di spedizione e hanno monitorato la qualità della frutta. Attraverso questo processo, i ricercatori hanno documentato quali effetti negativi si riscontrano sulle fragole quando si interrompe la catena del freddo.

I dati dello studio permettono a Brecht e a Uysal di individuare i punti da evidenziare ad agricoltori, società di trasporto e negozi per mantenere le temperature basse lungo la catena di fornitura.

Gli scienziati stanno lavorando allo sviluppo di modelli di apprendimento automatico che possano prevedere in maniera affidabile la futura commerciabilità delle fragole in base alle temperature a cui sono state esposte lungo la catena del freddo - dalla raccolta fino al punto vendita.

Per maggiori informazioni: blogs.ifas.ufl.edu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto