Avvisi

La clessidra













Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Gentilfruit: 'una sfida impegnativa ma non impossibile'

Presto 120 ettari tra lamponi, more, mirtilli e baby kiwi in Basilicata

"In Basilicata è giunto il momento di diversificare. In questa regione ci sono condizioni pedoclimatiche eccezionali per produrre piccoli frutti 12 mesi l'anno. Insieme ad altre realtà imprenditoriali locali, stiamo puntando alla coltivazione e commercializzazione di berries, un settore in forte crescita negli ultimi anni. Si tratta di un progetto ambizioso, che vedrà la realizzazione di una superficie totale pari a 120 nuovi ettari tra lamponi, more, mirtilli e baby kiwi".

A sostenerlo è Nicola Gentile, un imprenditore lucano di Policoro (Matera) con un'esperienza cinquantennale e titolare della Gentilfruit, azienda che oggi conta 50 ettari di superficie totale e con clienti in tutto il territorio nazionale.

"La mission è quella di produrre frutti 100% Made in Italy, tutti coltivati in zone collinari e montuose dell'appennino lucano, oltre che nella piana del Metapontino, areale ormai noto per la produzione della regina delle fragole, cioè la Candonga®. Una sfida impegnativa, ma non impossibile. Molti sono i produttori che, in queste ultime ore, stanno preparando le proprie strutture per una riconversione epocale".

"La Basilicata - prosegue l'imprenditore - ha tutte le potenzialità per diventare il centro di produzione più grande d'Italia. Puntiamo sulla professionalità dei produttori che partecipano a questo importante progetto, però bisogna garantire un reddito soddisfacente a coloro che investono in questa impegnativa coltivazione".

"La coltivazione dei berries sarà complementare a quella delle fragole, che oggi interessa, nella nostra regione, una superficie complessiva di mille ettari. Queste superfici non potranno crescere ulteriormente, soprattutto per problemi di manodopera. Nella nostra regione, Candonga® è ormai un brand consolidato, per la fragola, e l'assorbimento dei mercati è adeguato alle produzioni, grazie anche ai prezzi di vendita superiori a quella di altre cultivar".

"Nel mio gruppo - dice Nicola Gentile - i produttori che punteranno sui piccoli frutti sono già attivi nella frutticoltura sotto serra, in particolare le drupacee, che però stanno vivendo una crisi importante; ma ci sono anche alcuni fragolicoltori che vogliono puntare su nuove colture in grado di sostituire ortaggi invernali. Oggi, l'alternativa vincente sono le bacche, per la cui coltivazione le strutture già esistenti in Basilicata risultano perfette".

"Distribuire le produzioni su un arco temporale ampio anche nei mesi autunno-invernali gioverà alla fragolicoltura per l'approvvigionamento di manodopera dalle regioni limitrofe, che di solito si concentra solo nei mesi tra marzo e maggio".

Alla domanda se è prevista anche la nascita di un brand, Gentile risponde: "Assolutamente si. Stiamo registrando il nostro marchio commerciale che verrà riconosciuto nei canali della GDO e dei mercati. Il marchio è sinonimo di qualità, rispetto dei lavoratori e dell'ambiente, tracciabilità e italianità".

"Punteremo tutto nell'offrire soluzioni che possono portare remunerazioni importanti ai produttori, ormai stanchi dei problemi del settore agricolo. Più che di rivoluzione colturale, parlerei di una rivoluzione culturale del mondo agricolo, dove gli attori saranno i produttori stessi".

Per quanto riguarda le varietà che saranno messe a dimora, Nicola Gentile conclude: "In una programmazione commerciale 100% made in Italy è fondamentale garantire continuità in tutti i mesi dell'anno. E' importante quindi disporre di più di una varietà di riferimento, per rispondere alle esigenze dei consumatori in termini di caratteristiche organolettiche, al contempo avendo finestre produttive in più mesi possibili, per evitare di attingere alle forniture dall'estero. In Basilicata, abbiamo la possibilità di produrre tutto l'anno, ma stiamo dialogando anche con altre realtà del centro e Nord Italia per rafforzare questo progetto e ampliarlo a livello nazionale".

Contatti:
Gentilfruit
Tel.: (+39) 379 2280437 
Email: info@gentilegroupitalia.it
Web: gentilegroupitalia.it

 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto