Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le proposte di Progene Seed che rispondono al mercato del fresco

Due nuovi datterini che coprono l'intero ciclo produttivo dell'anno

L'innovazione varietale passa dalla corretta coniugazione tra le esigenze del mercato e quelle della produzione. Il compito dell'armonizzazione tra i due poli della filiera è lasciato sempre più alle aziende sementiere, che si pongono come anello di congiunzione in questo processo.

Datterno "53" (in primo piano) e datterino "55" (sullo sfondo) sono due varietà con caratteristiche praticamente sovrapponibili e si differenziano solo per l'epoca di trapianto/raccolta.

Non è diverso per Progene Seed, che negli ultimi anni si sta sempre più affermando sul mercato con importati contributi alla genetica delle orticole. In particolare, la fitta rete di collaborazioni con le aziende di produzione continua a basarsi sui trend consumistici, passando dalle esigenze della filiera e della commercializzazione, quali GDO, mercati generali, Horeca etc.

Da una parte, quindi, il mondo produttivo ha l'esigenza di ottime rese, sanità di prodotto, varietà facili da coltivare; mentre dall'altra la distribuzione chiede LSL, attrattività estetica con frutti privi di imperfezioni e gusto, ossia tutti quegli elementi che indirizzano la scelta all'acquisto del consumatore finale.

Altrettanto importanti, per Progene Seed, sono le partnership con le aziende sementiere del territorio, come la Southern Seed, che ha dato più di una paternità a varietà diffuse ormai in tutto il mondo. Tra queste, si annoverano le due più recenti creazioni di datterini rossi. I due prodotti, in fase di registrazione, sono al momento coperti da sigla pre-commerciale: "Datterino 53" e "Datterino 55". Il primo dei due mini plum è adatto per le raccolte autunno-invernali e il secondo per quelle primaverili-estivi, in modo da coprire tutto il ciclo produttivo dell'anno.

Entrambe le varietà si presentano con piante mediamente vigorose e tolleranti a TYLCV, Mi, Ma, Mj e TMV. Gli internodi sono regolari e mai troppo lunghi, assicurando rese alte. Questi datterini non "sgrappolano", ma possono essere commercializzate anche a frutti singoli oltre che a grappolo intero. Il rachide è infatti robusto e carnoso. D'altro canto, l'anello commerciale della filiera esige proprio quella robustezza del grappolo che conferisce quell'aspetto di freschezza al prodotto.

I datterini "53" e "55" risultano molto buoni al palato, dolci, con un grado brix intorno al 10. Ciò però non deve indurre nell'errore di assimilarli ai comuni datterini dolci, che hanno la tendenza a spaccare. Progene Seed, proprio su questo specifico e non indifferente dettaglio, ha compiuto il miracolo di creare il corretto equilibrio tra alto grado brix, tolleranze alle fitopatie e la tenuta post raccolta del frutto.

Contatti:
Progene Seed s.s.a. 
Via Fanti, 30
97019 - Vittoria (RG)
Tel.: +39 0932871409
Email: info@progeneseed.com
Web: www.progeneseed.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto