Negli Stati Uniti si prevede un calo del 3% per la produzione 2020 di mele

Le festività potrebbero anche essere diverse, quest'anno, ma la torta di mele sarà ancora sulla tavola. Nella stagione 2019/20 (da agosto a luglio), il raccolto di mele degli Stati Uniti è stato il sesto mai registrato per quantità, con una produzione totale che ha raggiunto gli 11 miliardi di libbre. La produzione totale utilizzata, che include la produzione effettivamente venduta, è stata di 10,6 miliardi di libbre.

Nel giugno 2020, le mele immagazzinate hanno raggiunto il record di 47,9 milioni di ceste, in aumento del 24% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. L'aumento delle forniture domestiche ha ricevuto un ulteriore impulso da una diminuzione delle esportazioni statunitensi, derivante dai dazi elevati di India e Cina.

Nel 2019/20, l’aumento complessivo delle forniture ha portato a una riduzione dei prezzi di coltivazione. Per la stagione 2020/21, si prevede una riduzione del 3% della produzione totale, rispetto alla stagione precedente (la produzione totale utilizzata è stimata in 10,3 miliardi di libbre), con un calo della produzione del 3% anche nello Stato di Washington, il principale produttore di mele degli Stati Uniti. Il volume delle mele raccolte potrebbe essere anche inferiore, a causa delle incertezze sull'offerta di manodopera derivanti dalla pandemia.

Anche i frutti destinati al mercato del trasformato dovrebbero diminuire, in particolare in Pennsylvania (17%) e Virginia (16%). Le mele confezionate, tuttavia, sono attualmente richieste e probabilmente rimarranno tali per la stagione delle torte di mele. Questo grafico si basa sull'analisi ERS Fruit and Tree Nuts Outlook, presentata a settembre 2020.

Fonte: USDA


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto