Kornelia Lewikowska parla della stagione polacca

Nonostante le ripercussioni del coronavirus, la domanda di cavolfiore e' stata elevata

La stagione polacca del cavolfiore si sta avvicinando al termine e può essere definita migliore del previsto. Ci si preoccupava che la pandemia avrebbe potuto ridurre la domanda, ma i volumi d'esportazione sono stati simili a quelli dell'anno scorso. Un esportatore sta concludendo la stagione e si sta preparando a quella delle verdure invernali.

Secondo Kornelia Lewikowska, direttore vendite dell'esportatore di verdure polacco Green Best, in Polonia la stagione del cavolfiore è stata ottima. "Prezzi, fornitura e domanda hanno raggiunto un livello soddisfacente. Nonostante le nostre preoccupazioni sulla pandemia, la domanda si è dimostrata elevata, come ogni anno. I volumi esportati sono stati simili a quelli dell'anno scorso. Il clima è stato favorevole e abbiamo avuto cavolfiori a disposizione per molto tempo. Quest'anno abbiamo venduto le quantità di cavolfiore più alte alla Repubblica Ceca".

Ora che la stagione del cavolfiore è quasi terminata è arrivato il momento delle verdure invernali. Lewikowska si aspetta che la domanda di verdure invernali sia alta. "Come succede ogni anno, una volta terminata la stagione del cavolfiore ci concentriamo sulla vendita delle tipiche verdure invernali. La nostra gamma comprende anche le mele. La stagione invernale potrà rivelarsi difficile tenendo conto della pandemia, ma d'altra parte molte persone lavoreranno da casa e siccome eviteranno di uscire, avranno più tempo per cucinare. Di conseguenza, le vendite di frutta e verdura sono più alte, soprattutto perché i consumatori cercano di attenersi a un'alimentazione sana".

Il nuovo coronavirus continua a diffondersi in Polonia e se i numeri non saranno diminuiti per la fine del mese, il Paese potrebbe entrare in lockdown. Lewikowska spera che non si arrivi a tanto. "Da quello che possono vedere mi auguro che non si arrivi a un lockdown totale. Anche se, nel caso dovesse succedere, il settore degli alimenti freschi avrà sempre un ruolo essenziale. E' difficile prevedere quali difficoltà potrebbe causare questa pandemia perché è la prima volta che ci troviamo in una situazione del genere. Per esempio, nella stagione estiva gli agricoltori non hanno piantato molti peperoni e ciò ha comportato una carenza parziale e quando è stato chiesto loro il perché ne avessero piantato di meno, la risposta è stata che temevano una domanda più bassa a causa della pandemia. E' successo l'opposto, dal momento che la richiesta è stata molto elevata. E' un chiaro esempio di quanto difficile sia prevedere come si comporterà il commercio durante questo periodo difficile".

Per maggiori informazioni
Kornelia Lewikowska
Green Best
Cell.: +48 737 602 848
Email: kornelia.lewikowska@greenbest.pl  
Web: www.greenbest.pl


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto