Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il commento di Henk van der Meij dell'olandese Hars-Hagebauer

Il Brasile si prepara alla corsa di fine anno per i mango

Quest'estate i mango esportati per via marittima hanno avuto delle difficoltà secondo Henk van der Meij della Hars-Hagebauer, azienda all'ingrosso olandese specializzata in mango. "La domanda è stata piuttosto bassa e la fornitura è stata limitata. Ciò ha determinato prezzi di mercato moderati: circa 4-5 euro al cartone. Inoltre è stata registrata anche un'abbondanza di calibri grandi. Fortunatamente in questa stagione non abbiamo avuto quotazioni troppo basse. Questa situazione di mercato ha fatto sì che quest'anno l'Europa non fosse la destinazione principale per gli esportatori brasiliani".

"Hanno preferito gli Stati Uniti". Per il Brasile, gli Stati Uniti rappresentano il Santo Graal delle esportazioni. Le restrizioni su questo mercato d'importazione sono più rigorose. "Per esempio, tutti i mango devono ricevere l'hot water treatment (trattamento con acqua calda, ndt) per evitare che la mosca della frutta arrivi negli Stati Uniti. Tutto viene fatto sotto la supervisione della Food and Drug Administration (FDA). In termini di residui minimi consentiti, i requisiti d'importazione dell'Unione europea sono più rigorosi".

Van der Meij ha notato che il mercato del mango ha cominciato a riprendersi all'inizio di ottobre. I prezzi hanno cominciato ad aumentare. "Al momento siamo a un vero e proprio punto di svolta. Il Brasile ha ancora tempo per cominciare la corsa di fine anno con il picco di vendite verso l'Europa. Ciò sta succedendo già con l'arrivo sul mercato di molti frutti precoci".

"Una delle ragioni per cui i brasiliani lo stanno facendo adesso è per evitare di scontrarsi con il Perù alla fine dell'anno. Il Perù ricomincerà a inviare grandi volumi in Europa a partire dalla settimana 46. Questi mango arriveranno sul mercato dalla settimana 49. Tuttavia, i due Paesi si occupano di un mercato completamente diverso all'interno dell'Europa. I mango brasiliani vengono venduti a un prezzo che è quasi la metà rispetto al prodotto spagnolo".

Per il resto, van der Meij non ritiene che ci sia molta differenza sul mercato del mango rispetto alla scorsa stagione. "In questo senso l'epidemia di coronavirus, per esempio, non sta avendo un grande impatto. Dall'altra parte dell'oceano ci sono pochi problemi con i materiali di imballaggio e si registra anche un leggero aumento della superficie coltivata. Ciò che ci condiziona maggiormente è la destinazione dei mango che passano attraverso gli esportatori - Nord America o Europa".

"Le varietà Kent, Keitt, Palmer e Tommy Atkins restano le più popolari. I mango Kent sono particolarmente popolari in quanto posseggono tutte le peculiarità richieste dal settore commerciale e dai consumatori. Si tratta di una vera e propria varietà di mango universale, a prescindere che provenga da Brasile, Perù o Sudafrica", conclude van der Meij.

Per maggiori informazioni
Henk van der Meij
Hars & Hagebauer
Handelsweg 35
2988 DB Ridderkerk - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0)180 745100
Email: henk@harshagebauer.nl
Web: www.themangospecialist.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto