La testimonianza di Amr Kadah

L'Egitto e' vicino a produrre due milioni di tonnellate di mango

La stagione egiziana del mango è attualmente in pieno svolgimento. Il Paese è vicino a produrre circa due milioni di tonnellate di mango, il che lo rende il secondo frutto esportato dall'Egitto, dopo gli agrumi. Secondo un esportatore, la domanda è alta e rimarrà tale fino a dicembre.

Amr Kadah, amministratore delegato e agronomo della Fruit Kingdom for Export, coltiva un'ampia gamma di varietà di mango. La chiave del successo, secondo lui, è ascoltare le richieste del mercato di ogni stagione: "Personalmente, ho varietà che maturano da giugno o luglio fino a dicembre o gennaio e ne vado molto orgoglioso. Oltre alle varietà tradizionali egiziane, ogni anno pianto sempre più varietà straniere. Più di 30 varietà del "re dei frutti estivi" vengono coltivate in Egitto, e le più ricercate sono le Zebdya, Mabrouka, Sideeka, Awees, Keitt, Kent, Tommy e Naomi. Queste varietà sono le più vendute e conosci il detto: il cliente ha sempre ragione! Spetta a noi produttori ed esportatori ascoltare le voci dal mercato e piantare e confezionare ciò che "Sua Maestà il cliente" desidera. Concentrarsi su qualsiasi altra cosa è una perdita di tempo".

"Sono contento di come sta andando la stagione e penso che lo sarò ancora di più quando sarà finita. Ho preso tutte le misure commerciali e logistiche possibili, nemmeno il Coronavirus può trovarmi impreparato, e mi sono assicurato di fornire abbastanza manodopera per la raccolta. Quest'anno sto mettendo un po' più di pressione sui miei colleghi, tutti ne sono consapevoli, ma mi capiscono. Semplicemente non c'è posto per stare fermi o tornare indietro rispetto alla mia politica aziendale", spiega Kadah.

Come Paese, l'Egitto ha aumentato la produzione di mango negli ultimi anni. Kadah afferma che è attualmente il secondo frutto più importante, subito dopo gli agrumi: "L'Egitto è vicino a produrre due milioni di tonnellate di mango, con un aumento costante delle esportazioni nel 2020. Il Ministero egiziano dell'agricoltura afferma che l'area coltivata a mango ha superato i 90.000 ettari, grazie alla sua redditività economica. Il mango è attualmente al secondo posto in Egitto, dopo gli agrumi. Sono riuscito ad aumentare le esportazioni di mango fresco, nonostante tutti i problemi logistici, ancora presenti. Il mio obiettivo è 110 tonnellate di mango freschi e 150 tonnellate di mango destinati alla trasformazione".

“Le esportazioni totali di mango dell'Egitto hanno raggiunto le 53mila tonnellate all'anno. I mango egiziani vengono esportati in più di 50 Paesi. I miei mercati d’esportazione più importanti sono generalmente Europa, Medio Oriente, Asia e Russia o la CSI (Comunità Stati Indipendenti, ex URSS)  per tutti i prodotti, compresi i mango. Questi sono i miei mercati di riferimento, ma tutti i clienti, di qualsiasi continente e parte del mondo, che vogliono prodotti extra certificati, sono invitati a contattare la mia azienda", dice Kadah.

Nelle prossime settimane si registrerà il picco della domanda di mango egiziani. Secondo Kadah questa richiesta di solito dura fino a quando non ricomincia la stagione degli agrumi, non lasciandogli il tempo per riposarsi: "Abbiamo assistito a una forte domanda di mango egiziano da settembre a dicembre, perché le persone consumano frutta continuamente e in porzioni più grandi, perché è parte integrante dell’alimentazione necessaria al corpo umano e la maggiore richiesta di mango è il risultato della conoscenza dei clienti circa le sue proprietà nutritive. L'estate e l'autunno sono le stagioni del mango, fino all'arrivo degli agrumi. Poi prendono il comando e la stagione del mango finisce".

Sebbene ci siano parecchi Paesi produttori di mango, Kadah ritiene che la posizione geografica dell'Egitto offra al Paese un enorme vantaggio nell'esportazione dei prodotti sul mercato europeo: "Oltre all'Egitto, i grandi produttori di mango sono India, Cina, Thailandia, Messico, Pakistan, Brasile e altri, ma non li considero davvero dei concorrenti. Le nostre stagioni di produzione non coincidono, inoltre il Pakistan quest'anno ha avuto maltempo e infestazioni di insetti, l'India ha una seconda stagione, e tutti questi Paesi sono più lontani di noi dall'Europa e dalla Russia, il che aumenta i costi già alti del trasporto e rende il loro mango meno competitivo rispetto al nostro. L'essenza del commercio di frutta fresca è consegnare il prima possibile, dal campo alla tavola del cliente finale. Questo dà all'Egitto un grande vantaggio rispetto agli altri Paesi produttori", conclude Kadah.

Per maggiori informazioni
Amr Kadah
Fruit Kingdom for Export
Tel.:+20 1009 288 377
Email: amr.kadah@mail.ru 
LinkedIn: www.linkedin.com/in/amr-kadah


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto