I vantaggi competitivi del prodotto di Murcia rispetto alle esportazioni dell'America centrale

Pionieri nella coltivazione in pieno campo di gombo in Spagna

Il gombo è originario dell'Africa ed è molto diffuso non solo nella gastronomia di questo continente, ma anche in quella di altre aree, come Medio Oriente, India o America Latina. Sebbene il prodotto sia relativamente sconosciuto in Europa, il suo consumo aumenta ogni anno. Il sud-est della Spagna si è rivelato un'area ideale di coltivazione, con un'interessante finestra commerciale, rispetto ai suoi concorrenti.

L'azienda murciana Tropical Exports Gil, pioniera nella coltivazione di gombo in pieno campo in Spagna, produce, confeziona ed esporta il prodotto da 7 anni, grazie al microclima della regione orientale. L'ortaggio, sensibile all'umidità, viene coltivato da fine maggio a metà ottobre.

"Alcuni anni fa mi sono interessato alla coltivazione del gombo. Qui, in questa zona semi-arida, la malva cresce molto bene e, poiché il gombo fa parte della famiglia delle Malvacee, ho deciso di testare e studiarne il comportamento, che ha dato ottimi risultati", afferma Francisco Javier Gil, direttore dell'azienda. "Coltivandolo in pieno campo in un'area relativamente secca, non abbiamo quasi problemi di funghi o altri agenti patogeni, che prosperano in condizioni umide. Dalle 600 piante iniziali, siamo cresciuti anno dopo anno fino a raggiungere 300mila piante e speriamo di raggiungerne 500mila nella prossima stagione".

Il gombo viene esportato in gran parte dell'Europa. "In particolare in Francia, dove Oliver Khampheng della EXO3 è il nostro principale distributore a Rungis. Lo commercializziamo anche in Spagna e lo esportiamo in Italia, Regno Unito, Portogallo e Belgio", afferma Gil. "La popolazione europea di origine africana è quella che conosce meglio questo prodotto e quindi quella che lo consuma di più".

Secondo Francisco Javier Gil, le vendite di gombo negli ultimi mesi non sono state influenzate dalla pandemia. "Per quanto riguarda il prezzo, è stato migliore rispetto alla stagione precedente. Non so se ciò sia in parte dovuto alla quantità o alle importazioni dall'America Latina, che hanno avuto qualche difficoltà ad arrivare, a causa dei problemi causati dalla pandemia".

I principali Paesi concorrenti, Honduras, Nicaragua e Repubblica Dominicana, hanno avuto la loro bassa stagione. "Possiamo offrire un prezzo più competitivo perché non abbiamo bisogno di spedire il nostro prodotto per via aerea. E' sufficiente Il trasporto refrigerato", afferma Gil.

"Confezioniamo le nostre verdure fresche in cassette di legno, nei formati da 3 e 8 chilogrammi. Utilizziamo anche vassoi da 250 grammi e quest'anno abbiamo incluso soluzioni di imballaggio in atmosfera modificata, per estendere la durata di conservazione del prodotto fino a 15 giorni. I baccelli difettosi, troppo grandi o semplicemente non rispondenti ai requisiti di qualità dei nostri clienti, sono destinati all'essiccazione, per la successiva macinazione. Pertanto, commercializziamo anche confezioni da 100 grammi di gombo macinato, che può essere utilizzato come condimento", conclude Gil.

Oltre al gombo, la Tropical Exports Gil produce e commercializza altre verdure esotiche, come i peperoncini Habanero, che vengono coltivati su 2 ettari, e sta iniziando le prove per introdurre le varietà di melanzane africane Djcadatou e Garden Eggs. L'azienda sta anche lavorando nel processo di certificazione del gombo della regione, per ottenere la Denominazione di origine.

Per maggiori informazioni
Francisco Javier Gil Tomás
Tropical Export Gil
Tel.: +34 618 38 39 82
Email: gildeabanilla@gmail.com
Web: www.tropicalexportsgil.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto