Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I prezzi dei cetrioli belgi sono influenzati dal calo delle temperature

In Belgio, l'autunno è arrivato la settimana scorsa. I coltivatori di cetrioli lo hanno notato immediatamente. La settimana precedente si notavano ancora prezzi decenti, di 0,70 euro, alle aste. Ora, invece, questi agricoltori devono accontentarsi di 0,35-0,40 euro.

"L'autunno è cominciato la settimana scorsa e le persone si stanno orientando sulle verdure invernali, come l'indivia e i porri. Le grigliate, ormai, appartengono al passato". A spiegare l'improvviso calo del 50% nei prezzi dei cetrioli è Martine Ingels, direttore del prodotto, in questo caso i cetrioli, per la cooperativa belga REO Veiling.

Le conclusioni di Martine arrivano una settimana dopo che i barbecue erano stati tirati nuovamente fuori per un breve periodo di tempo, a causa delle alte temperature di fine estate. Allora le temperature erano arrivate a 30°C e i prezzi dei cetrioli erano aumentati a 0,70 euro. Martine spiega così la ripresa nei prezzi: "Non solo la domanda era elevata, ma la fornitura era anche in calo. In Belgio, la coltivazione sta giungendo al termine".

La Spagna arriva sul mercato belga
I primi cetrioli spagnoli stanno lentamente comparendo in Europa occidentale. Questi, tuttavia, non hanno molta influenza sui prezzi all'asta, secondo Martine. Attualmente, i coltivatori associati a REO Veiling si stanno preparando alle ultime settimane di produzione. "Abbiamo contratti con i supermercati fino a metà ottobre. Le importazioni dalla Spagna stanno prendendo il sopravvento e quella zona di produzione non si affida alla luce artificiale nella coltivazione dei cetrioli".

Ripensando al mercato dei cetrioli, Martine ritiene che quest'anno sia stato ragionevole. "La pandemia di Coronavirus ha generato prezzi terribili, in primavera. Tuttavia, a partire da agosto ciò è stato in parte compensato da prezzi buoni, che si sono mantenuti fino alla settimana scorsa". Martine non ritiene che la superficie belga coltivata a cetrioli diminuirà il prossimo anno, grazie alla ripresa sul mercato.


Kris Demeulenaere e Melissa Wybouw sono due dei coltivatori di REO.

Francia settentrionale
REO Veiling e BelOrta sono le aste ortofrutticole più grandi, in Belgio. Grazie alla loro posizione geografica, queste cooperative lavorano insieme invece che in competizione tra loro. "Ognuna di noi ha i propri fornitori e le proprie specialità".

"BelOrta si concentra di più sui mercati di Paesi Bassi e Germania. Noi ci concentriamo sulle esportazioni verso la Francia settentrionale". REO Veiling riunisce circa 950 produttori associati, che riforniscono attivamente la cooperativa. Oltre 200 di questi sono società orticole che coltivano in serra.

Il calo nei prezzi dei cetrioli potrebbe essere dovuto all'inizio dell'autunno. Tuttavia, prodotti come l'indivia o il porro stanno andando bene. Due settimane fa, i porri ricevevano prezzi di 0,65 euro al kg. Mercoledì della settimana scorsa, il prezzo era salito a 0,85 euro, anche se poi il venerdì è tornato a 0,65 euro. "I coltivatori notano questi prezzi buoni e danno priorità ai porri nelle loro aziende agricole. Come risultato, la fornitura aumenta e i prezzi diminuiscono".

Per maggiori informazioni:
REO Veiling
Web: www.reo-veiling.be 
Email: info@reo.be


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto