Avvisi









Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Arriva alla fase commerciale la prima varieta' di mela resistente ai cambiamenti climatici

La compagnia T&G Global commercializzerà la prima nuova varietà di mele, selezionata nell'ambito di un programma di breeding di livello mondiale, per essere resistente alle condizioni più calde e secche del mondo.

Questa è la prima mela ad essere lanciata dal programma di selezione e miglioramento varietale Hot Climate, incentrato sulla sostenibilità a lungo termine della produzione di mele in un clima in continuo cambiamento.

Peter Landon-Lane, direttore all'innovazione della T&G Global, afferma che, con un clima sempre più caldo, devono essere sviluppate e commercializzate nuove varietà di mele che garantiscano ai consumatori frutti dal gusto eccezionale e croccanti.

"Sappiamo che il clima del mondo sta cambiando e che i consumatori continueranno a richiedere alimenti gustosi, sani e sicuri, prodotti in modo sostenibile, quindi la T&G Global, insieme ai nostri partner del programma Hot Climate, si sta preparando allo sviluppo e alla commercializzazione di mele resistenti al cambiamento climatico", afferma Peter.

"La prima varietà commercializzata è la HOT84A1, che abbiamo sperimentato con successo in Spagna, dove le temperature raggiungono più di 40 °C. Questa mela ha dimostrato di essere resistente alle scottature solari, pur mantenendo eccellenti qualità alimentari. E' una mela dalla buccia rossa, succosa e dolce, con una croccantezza che sappiamo piacerà ai consumatori".

"Selezionando nuove varietà innovative, come la HOT84A1, offriamo ai produttori di generi alimentari l'opportunità di coltivare mele in regioni precedentemente non adatte, nonché di avvicinarsi ai mercati di consumo. Inoltre, le piante selezionate per una serie specifica di condizioni - come un clima caldo e secco - sono più resistenti e richiedono meno mezzi di produzione, come acqua e fertilizzanti, e quindi supportano sistemi agricoli efficienti e intelligenti".

Avviato nel 2002 dalla Plant & Food Research e dall'Institute of Agrifood Research and Technology (IRTA), in collaborazione con Fruit Futur, un'associazione formata dai principali produttori di frutta della Catalogna (Actel, Fruits de Ponent, Nufri e Poma de Girona), il programma Hot Climate sviluppa nuove varietà di mele e pere adatte alle aree di coltivazione caratterizzate da alte temperature.

A quel tempo, in Spagna, in particolare nella regione catalana, i coltivatori iniziavano ad avere problemi con le varietà tradizionali: il frutto aveva sempre più una colorazione rosso sbiadito, scottature solari, consistenza morbida della polpa e un'incidenza superiore alla media di problemi di stoccaggio.

E' stato verificato che altre regioni produttrici di mele e pere hanno iniziato ad avere questi problemi man mano che il clima globale cambiava e che le varietà sviluppate per questi ambienti di nicchia sarebbero state sempre più richieste a livello mondiale. La T&G Global è entrata nel progetto come partner strategico di commercializzazione a febbraio 2019.

La T&G Global ha creato una rete globale di sei partner per testare e commercializzare inizialmente la mela HOT84A1: Waimea Nurseries (Nuova Zelanda), TopFruit (Sudafrica), Dalival (Europa), Worldwide Fruit (Regno Unito), Montagues (Australia) e Fruit Futur (Spagna). Peter Allderman, Responsabile drupacee della TopFruit, dice che il programma è molto importante per Paesi come il Sudafrica.

"E' particolarmente interessante per i produttori di un Paese come il Sudafrica, con temperature elevate e scarsa disponibilità di acqua che possono causare problemi di colore, consistenza e gustosità dei frutti", afferma Peter.

"In combinazione con una maggiore resistenza ai parassiti e alle malattie, riteniamo che queste varietà si adatteranno perfettamente alle condizioni ambientali che i Paesi con climi caldi dovranno probabilmente affrontare sempre più".

La Fruit Futur, nel febbraio 2021, pianterà i primi volumi commerciali della HOT84A1 nella penisola iberica, seguiti dalle licenze in altre parti del mondo.

"Vogliamo ampliare il numero di organizzazioni che sperimentano e valutano la nuova varietà, in modo da poterla testare ancora meglio in vari territori globali. Accogliamo pertanto con favore le manifestazioni di interesse di coltivatori e operatori commerciali di tutto il mondo", afferma Peter.

Per maggiori informazioni:
Gary Wellwood
T&G Global
Email: gary.wellwood@tandg.global 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto