La riflessione di Frank Ocampo (Hagé International)

Nel post-quarantena gli ananas non sono un alimento di prima necessita'

Al momento non ci sono notizie molto positive sul mercato degli ananas. "Nel corso della settimana scorsa, si sono venduti su base giornaliera a prezzi ben al di sotto di quelli sperati e sembra che nelle prossime settimane le cose non miglioreranno". A sostenerlo è Frank Ocampo della olandese Hagé International.

"C'è troppa speculazione e arrivano rapporti contrastanti da Costa Rica e Panama. Inoltre, per molti esotici, ananas compresi, il consumo è nettamente diminuito negli ultimi mesi. Il mercato post-quarantena lascia intravedere un impatto diretto sugli alimenti che non sono di prima necessità".

"Sfortunatamente – sottolinea Ocampo – l'ananas non è considerato un prodotto fondamentale, al contrario di drupacee e agrumi, che finora sono andati molto bene, fatta eccezione per il lime. Speriamo che il mercato dell'ananas mostri una ripresa e che il commercio torni di nuovo a funzionare in maniera efficiente, dal punto di vista dei costi, sia nel mercato giornaliero sia nei programmi stabiliti".

Per maggiori informazioni
Frank Ocampo
Hagé International 
Spoorwegemplacement 1
2991 VT Barendrecht - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0) 180 648 765
Email: F.ocampo@thegreenery.com
Web: www.hage-international.nl


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto