+Brócoli

In Spagna il consumo di broccoli e' decuplicato negli ultimi dieci anni

Il broccolo va di moda. Per i consumatori spagnoli è già una consuetudine includerlo nella propria lista della spesa. La situazione è molto diversa rispetto al 2010, quando in Spagna il consumo di broccoli era minimo e la maggior parte della produzione veniva esportata. Infatti, secondo i dati dell'associazione +Brócoli, il consumo spagnolo di questo ortaggio è decuplicato, nell'ultimo decennio, passando da 200 grammi pro capite nel 2010 ai 2 kg pro capite previsti per la fine del 2020.

Il compito intrapreso dieci anni fa dall'associazione non profit +Brocóli, creata per promuovere le proprietà salutari dei broccoli, ha dato i suoi frutti. "Celebrare i dieci anni di attività è un traguardo per la promozione dei broccoli in Spagna. Il fatto di avere decuplicato il consumo è un motivo in più per festeggiare". A dichiararlo è Toñi Piernas, presidente di +Brocóli, durante la riunione telematica nella quale l'associazione ha esposto il suo bilancio annuale e festeggiato il suo decimo anniversario.

Ricerca scientifica e proprietà salutari
In tale periodo sono stati raggiunti diversi traguardi che hanno segnato l'evoluzione del settore e del consumo di broccoli in Spagna. Uno di questi è stato il ruolo dei ricercatori CEBAS-CSIC e i loro contributi all'obiettivo di promozione di +Brócoli. Piernas ha affermato: "Grazie al loro lavoro, siamo riusciti a mettere al corrente la società circa il fatto che i broccoli contengono molte fibre, pochi grassi e che sono molto ricchi di carboidrati, proteine, vitamine B1, B2, B6, C, K, A, calcio e ferro, che si aggiungono agli altri loro benefici salutari".

Questa ricerca ha concluso anche che il gambo dei broccoli contiene sostanze benefiche per i diabetici, che il consumo di crucifere apporta benefici al cuore grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, che questo ortaggio contribuisce alla perdita di peso ed è raccomandato contro l'obesità, che contribuisce alla prevenzione dell'evoluzione di patologie degenerative e che il consumo regolare aiuta a prevenire il cancro.

Dati sulla produzione
Attualmente, la Spagna dedica alla coltivazione di broccoli quasi 50mila ettari, che nel 2020 dovrebbero produrre circa 600mila ton. Di questa cifra, quasi 65mila ton saranno destinate al mercato nazionale, mentre 535mila ton alle esportazioni. Sul totale delle esportazioni, circa 120mila ton vengono spedite in forma surgelata e 400mila ton in forma fresca. I 56 associati di +Brócoli rappresentano oltre il 60% delle vendite totali.

Il Regno Unito è il cliente principale dei broccoli spagnoli, seguito da Francia, Paesi Bassi e Paesi scandinavi. Le esportazioni vanno anche negli Emirati Arabi Uniti e in Russia, ma si distinguono anche paesi dell'Europa dell'Est come Romania e Bulgaria.

Per maggiori informazioni:  https://masbrocoli.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto