Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Importatore statunitense passa agli imballaggi sostenibili per mandarini e arance

Per imballare i propri agrumi, la Jac. Vandenberg, azienda d'importazione di prodotti ortofrutticoli degli Stati Uniti, sta passando dalle retine di plastica a un'alternativa compostabile a base di polpa di legno di faggio.

Le retine della società di imballaggio biogenico VPZ, con sede in Austria, sono prodotte dal legno, un sottoprodotto dell'industria forestale. Quando gli alberi delle foreste di faggio sostenibili (certificate FSC® e PEFC) crescono fino a una certa altezza, alcuni alberi vengono diradati per dare a quelli rimanenti spazio e luce per crescere. Il legno viene quindi triturato e ridotto ulteriormente in polpa, filato in un materiale simile a uno spago e quindi lavorato a maglia tubolare a rete, pronto per l'uso. Le fibre che compongono la retina sono certificate come compostabili e biodegradabili nel giro di poche settimane, nell'ambito dell'utilizzo industriale, domestico, agricolo e marino.

Jac. Vandenberg lavora per ampliare soluzioni di imballaggio ecocompatibili. L'estate scorsa, ha introdotto le casse plastic-free per il mandarino Sunrays®, diventato il primo prodotto enogastronomico degli Stati Uniti certificato con il marchio Plastic Free Trust.

"Cerchiamo sempre di modificare l'imballaggio che utilizziamo al momento, in modo da svilupparne uno il più possibile sostenibile", rivela John Paap, responsabile del marchio della Jac. Vandenberg.

"Anche se ci piacerebbe eliminare del tutto gli imballaggi, questi hanno un ruolo importante nel garantire la qualità del prodotto, nella distribuzione attraverso la catena di approvvigionamento. Il nostro compito è garantire che l'imballaggio sia il più rispettoso possibile dell'ambiente".

La nuova retina a base di polpa di legno, che ha ottenuto la denominazione USDA BioPreferred, ha un impatto ambientale significativamente positivo. Secondo l'Higg Materials Sustainability Index (MSI), la produzione delle fibre utilizzate per queste retine, comporta una riduzione delle emissioni dei gas serra del 60% rispetto alla produzione del granulato di polietilene a base fossile, usato per le reti di plastica standard. Altri vantaggi ambientali riguardano l'assenza totale di microplastiche.

"I nostri nuovi sacchetti avranno solo l'1% di plastica, rispetto al tradizionale sacchetto a rete di plastica con pellicola avvolgente. C'è un rivestimento di plastica sull'etichetta apposta sulla rete. Tuttavia, anche per l’etichetta stiamo valutando una soluzione organica e priva di plastica, che speriamo di avere a disposizione prima della prossima estate", sottolinea Paap.

"Oltre all'impatto ambientale positivo, con proprietà traspiranti e di regolazione dell'umidità del materiale, la produzione si mantiene fresca per 2-3 giorni in più".

A partire da giugno 2020, Jac. Vandenberg sarà la prima ed esclusiva azienda negli Stati Uniti, a confezionare in questa rete biodegradabile a base di polpa di legno, i mandarini a marchio Sunrays® e le arance e mandarini a marchio Bagu.

Per maggiori informazioni
John Paap
Jac. Vandenberg, Inc.
Tel.: +1 (914) 964-5900
Email: jpaap@jacvandenberg.com
Web: www.jacvandenberg.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto