Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Schwing Technologies

Vacuclean, una soluzione di pulizia ecologica per il settore degli imballaggi

Il PET riciclato (rPET) è sempre più utilizzato per la produzione di vassoi per frutta e verdura. I filtri metallici utilizzati nel processo di produzione nelle grandi linee di produzione devono essere cambiati quotidianamente, a volte ad ogni turno e puliti dai residui. "Per pulire questi filtri i nostri clienti dell'industria dell'imballaggio utilizzano la nostra tecnologia di pirolisi sottovuoto che è particolarmente delicata ed ecologica". A sostenerlo è Virgilio Perez Guembe, esperto di pulizia termica per Schwing Technologies.

Questo processo completamente automatizzato è molto più veloce delle lunghe procedure manuali e richiede solo dalle otto alle dieci ore. "I nostri sistemi Vacuclean vengono puliti rapidamente e in un unico passaggio, risparmiando tempo e manodopera", ha sottolineato Perez Guembe.

Tempi di pulizia brevi: un esempio
Alcuni esempi di queste applicazioni sono i filtri metallici di 85x35 cm, che vengono utilizzati nel processo di produzione di vassoi per frutta e verdura. Il produttore, un fabbricatore di imballaggi spagnolo, lavora con rPET. L'azienda deve pulire i suoi filtri quotidianamente e si avvale della tecnologia di pirolisi sottovuoto di Schwing Technologies e di speciali capacità di pulizia. Fattori tecnici, come la durata della pulizia individuale, l'atmosfera sottovuoto, l'esatta curva di temperatura e la temperatura massima dell'intero processo sono stati appositamente adattati ai sistemi di filtraggio e rPET di questo utente.

Il sistema di pulizia termica sotto vuoto Vacuclean di Schwing Technologies

Il processo di pulizia ecologica nel sistema di pirolisi sottovuoto
La pulizia viene effettuata in una camera di pulizia sottovuoto riscaldata elettricamente, la cui temperatura viene misurata direttamente sul filtro. "L'attrezzatura si riscalda lentamente e delicatamente per consentire a gran parte del rPET di sciogliersi e di uscire dal filtro. Il processo di pirolisi vero e proprio, che scompone il polimero rimanente, inizia solo a circa 440 °C", ha dichiarato Perez Guembe. Il carbonio rimanente viene rimosso da una successiva fase di ossidazione a circa 450 °C. Tutto questo processo è completamente automatizzato e non lascia quasi alcun residuo.

Filtro in metallo contaminato da rPET prima e dopo e dopo essere stato pulito 

Integrazione digitale del sistema di pulizia Vacuclean
Per ottimizzare digitalmente il processo di pulizia, il team di sviluppo di Schwing Technologies ha aggiunto diversi nuovi componenti al sistema di pirolisi termica sottovuoto. Oltre a un nuovo pannello touch con connessione internet, questi moduli digitali comprendono un sistema di connessione dati interno e la documentazione digitale dell'attrezzatura nel cloud di Schwing Technologies. Altre innovazioni tecniche comprendono una misurazione completamente elettronica del flusso di alimentazione dell'aria del catalizzatore, una lampada di segnalazione del processo e un concept di allarme guasti rivisitato.

I dati di processo vengono inseriti nel pannello touch dotato di una connessione di rete.

Per maggiori informazioni
Schwing Technologies
Web: www.schwing-technologies.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto