Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La testimonianza di Sandrine Gaborieau (ANPP)

Dal 20 al 30 per cento dei visitatori al SIA conosceva l'etichetta 'Vergers Ecoresponsables'

Anche quest'anno, l'ANPP (Associazione nazionale pomacee) era presente al Salone internazionale dell'agricoltura di Parigi. Per tre anni, l'obiettivo è stato lo stesso: far conoscere al grande pubblico l'etichetta Vergers Ecoresponsables.

"Ci siamo concentrati sulla promozione dell'etichetta e dei prodotti. Abbiamo scelto di utilizzare tutti i nostri mezzi di comunicazione per sviluppare la conoscenza dell'etichetta", spiega Sandrine Gaborieau, responsabile marketing e comunicazione di ANPP.

Questi sforzi hanno dato i loro frutti poiché il 20-30% dei visitatori intervistati in fiera era informato sull'etichetta Vergers Ecoresponsables che invece, il primo anno, era praticamente sconosciuta.

"Siamo molto soddisfatti dei feedback ricevuti dal SIA e di tutte le operazioni di marketing, come l'Open Orchards, che hanno contribuito a far conoscere l'etichetta. Ma abbiamo ancora margini di miglioramento e penso che dovremo continuare con questa strategia per altri due o tre anni", spiega Sandrine.

Attività di animazione
Allo stand di circa 100 metri quadrati, è stato ricostruito un frutteto, consentendo ai visitatori di immergersi nel ciclo vitale di una mela, attraverso le fasi di crescita. Sono state organizzate molte attività di animazione per il grande pubblico - quiz, degustazioni, ricette preparate da uno chef e laboratori guidati da un nutrizionista - per informare i consumatori.

"Quello che volevamo era che i visitatori godessero del tempo trascorso nel nostro stand. Ecco perché abbiamo persino ingaggiato un comico molto divertente per tutta la durata della fiera".

Mela o pera del giorno, un concept molto popolare
Ogni giorno della fiera sono state proposte una o due varietà di mele/pere. Pertanto, i visitatori hanno potuto assaggiare le Lolipop®, Mela DOP del Limosino, Antarès®, Sweet Sensation®, Jazz®, Angys®, Ariane® e Tentation®.

"Alle aziende piace particolarmente questo tipo di evento perché consente loro di avere contatti con il grande pubblico", spiega Sandrine. "Quest'anno sono state presentate una dozzina di mele/pere, rispetto alle tre varietà del 2018".

Scambi di qualità
Certo, alcuni dei visitatori erano più interessati alle degustazioni che alle spiegazioni, ma l'ANPP ha cercato soprattutto di avere contatti di qualità, al fine di fornire le migliori informazioni su ciò che significa l'etichetta.

"Le domande più ricorrenti sono arrivate dai coltivatori dilettanti, in cerca di consigli sulle dimensioni dei loro meli. Molti visitatori hanno anche espresso curiosità per le varietà esposte. Altri sono stati entusiasti di avere consigli su come usare mele e pere in cucina. Le domande meno frequenti hanno riguardato i fitofarmaci e il loro uso".

Secondo Sandrine, il Salone non è solo un'opportunità per incontrare i consumatori. "Il SIA è destinato al grande pubblico, ma molto avviene a livello professionale. E' anche un'opportunità per noi di incontrare i nostri partner e renderci visibili alle istituzioni e alla stampa. Abbiamo anche partecipato alla catena di donazioni organizzata da Solaal. Alla fine, anche se la chiusura anticipata del Salone, a causa del Coronavirus è stata un po' scioccante, per noi è stata un'ottima edizione".

Per maggiori informazioni
Sandrine Gaborieau
Association Nationale Pommes Poires (ANPP)
Tel.: +33 (0) 5 62 72 44 49
Email: s.gaborieau@pommespoires.fr  / contact@lapomme.org    
Web: www.lapomme.org        


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto