Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Solo 20.000 viticoltori in tutto il Paese

Su GrapeNet sono in calo le registrazioni dei viticoltori indiani

In questa stagione, le esportazioni dall'India alla Russia sono iniziate in sordina e, a fine gennaio, potrebbero cominciare le spedizioni verso l’Europa. GrapeNet è un servizio elettronico basato su Internet, offerto da Apeda alle parti interessate, per facilitare i test e la certificazione delle esportazioni di uva da tavola dall'India. L'anno scorso, il numero di coltivatori iscritti aveva superato i 38.000, affermano i funzionari dell'All India Grape Exporters Association.

Secondo il presidente dell'associazione, Jagannath Khapre, la coltura dell'uva da tavola ha subito un danno enorme, con perdite di circa il 40%, a causa dei prolungati monsoni. I viticoltori ritengono che, a causa delle piogge, l'uso di pesticidi potrebbe aumentare i limiti di residui nel prodotto e pertanto, molti coltivatori hanno preferito evitare. Diversi Paesi importatori di uva da tavola sono diventati severi sui limiti di residuo e, in passato, hanno bloccato le esportazioni.

Anche se i mercati tradizionali dell'India in Europa e nel Regno Unito potrebbero non subire questa situazione perché la stagione inizia in ritardo, i mercati negli Emirati Arabi Uniti, a Dubai, in Bangladesh, in Nepal e in Estremo Oriente potrebbero risentirne, ha detto Khapre. Normalmente le uve da tavola vengono raccolte entro la fine di ottobre per questi mercati, ma in questa stagione le piogge saranno un problema.

Khapre prevede che le esportazioni verso l'Europa rimarranno uguali a quelle della stagione precedente e ha affermato che l'associazione ha richiesto aggiornamenti quotidiani sulle esportazioni, anche da altri Paesi.

Le esportazioni in Russia sono iniziate in sordina, in questa stagione, e le esportazioni in Europa potrebbero iniziare da fine gennaio. E' probabile che gli arrivi aumentino dalla seconda settimana di gennaio. Devono ancora essere firmati gli accordi con Giappone, Australia e Nuova Zelanda, sebbene questi Paesi abbiano mostrato un certo interesse per le esportazioni dall'India.

Clicca qui per leggere l'articolo completo.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto