Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Tornare alle origini per riscoprire frutti minori di una biodiversita' perduta

C'è decisamente un crescente interesse per la coltivazione di frutti minori di varietà antiche. Una nicchia di mercato che non fa grandi numeri, ma che è interessata a scoprire i nuovi sapori di una biodiversità che, diversamente, andrebbe perduta.

"Mentre i produttori siglano sempre più contratti per nuove cultivar più resistenti e produttive, ciò che stiamo facendo noi è tornare alle origini con l'obiettivo di educare i consumatori e alimentare la richiesta di frutti minori salubri, che però non hanno il mercato che meritano". Così a FreshPlaza Andrea Feliciangeli titolare dell'omonima azienda agricola.

L'azienda agricola biologica Feliciangeli nasce nel 2011 con l'obiettivo di recuperare e valorizzare le varietà di mele antiche di Cittareale (RI) e della Valle Falacrina. I terreni sono tutti situati nelle immediate vicinanze di Cittareale, centro che - per la sua posizione rialzata rispetto al fondo valle-  garantisce una maggiore protezione dei frutti da gelate e nebbie primaverili.

L'azienda si estende su 15 ettari di terreni certificati, condotti con il metodo di coltivazione biologico. Qui è stata impiantata un'ampia varietà di frutti di bosco e di mele. Il meleto si compone di circa 500 piante innestate su melo selvatico e oltre 5000 piante per la maggior parte innestate su portainnesti M26, la cui caratteristica è che la pianta in primavera germoglia tardi in modo da sfuggire a gelate impreviste.

Le principali varietà di recupero sono: Renetta del Canada, Renetta grigia, Renetta all'Olio Ranettoni, Deliziosa, Ruzza, Melarosa, Calvilla Rossa, Rosa e Bianca. Quest'anno, la produzione di mele è stata molto scarsa a causa della gelata di maggio, ma anche per il problema dell'alternanza produttiva, considerato che l'anno scorso c'è stata molta produzione. Mentre due anni fa, causa di una gelata, la produzione era stata totalmente azzerata.

"Al momento - racconta Andrea - stiamo raccogliendo more, lamponi e ribes con una buona produzione, in termini di qualità e volumi anche perché ci troviamo in una zona vocata alla coltivazione dei frutti di bosco. La maggior parte del prodotto è destinato alla vendita come prodotto fresco, mentre i frutti meno belli esteticamente li trasformiamo in confetture extra 100%".

"Settembre - precisa Andrea - è il mese in cui ci avviamo alla fase conclusiva della trasformazione in confetture dei piccoli frutti, che raccogliamo da maggio a metà settembre. Si tratta di un articolo su cui riscontriamo una crescente richiesta da parte dei consumatori".

"Tra i frutti di bosco, il più richiesto è il Ribes rosso di varietà Rovada che  coltiviamo nei 5 ettari, una varietà tardiva che trasformiamo in confetture nel formato vetro da 220 gr".

La linea dei trasformati in modo artigianale ha come ingredienti l'85% di frutta e il 15% di zucchero di canna. La trasformazione delle confetture avviene in conto terzi a basse temperature e cottura rapida per mantenere inalterate qualità e caratteristiche organolettiche dei frutti. Il risultato è un prodotto spalmabile di media densità, senza nessuna aggiunta di addensanti artificiali. Le confetture vengono dolcificate utilizzando zucchero di canna grezzo, per un risultato più naturale.

Completano la linea le referenze mixate nei gusti di: mela e cannella, mela e zenzero, mela e cacao, mele e lampone e pere e cannella.
Agricola Feliciangeli propone i suoi prodotti in vendita diretta, in negozi specializzati, e mediante e-commerce.

Contatti:
Azienda agricola Feliciangeli Andrea
Via del Santuario, 4
02010 Cittareale (RI)
Cell: 339 265 0241
Cell: andrea@melamille.com
Web: www.melamille.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto