Intervista a i Fratelli Manna

In ritardo con la raccolta del pomodoro da industria in Campania

"Le condizioni climatiche avverse di quest'anno non hanno favorito le produzioni del pomodoro da industria, soprattutto nella fase iniziale della campagna. L'eccessiva piovosità di aprile e maggio, mesi destinati al trapianto, ha comportato seri problemi durante le operazioni colturali di routine; abbiamo perso due palchi fiorali, ciò si traduce in una perdita significativa di produzione. Infatti, per quest'anno si prospettano produzioni medie inferiori rispetto agli scorsi anni, con riduzioni anche del 30%. Sempre a causa delle avverse condizioni meteo, anche la raccolta è stata ritardata almeno di 15 giorni". Così riferisce Domenico Manna, uno dei titolari dell'omonima società agricola F.lli Manna.

"Procederemo con la raccolta tra una quindicina di giorni. Reperire manodopera qualificata e italiana è sempre più difficile; ci avvaliamo di pichi braccianti stranieri e solo nelle fasi di trapianto. Per il resto, la raccolta è completamente meccanizzata, mediante le nostre macchine raccoglitrici".

La società agricola F.lli Manna è una realtà campana di grandi dimensioni, che conta 120 ettari che si estendono tra i comuni di Napoli e Caserta. Alla guida dell'azienda ci sono i tre fratelli Domenico, Sergio e Fabio i quali hanno ereditato l'amore per l'agricoltura dal padre Raffaele. Un tempo produttori di patate, oggi hanno orientato le loro scelte aziendali verso la produzione di un pomodoro da industria di qualità.

"Conferiamo i nostri pomodori direttamente all'industria, rifornendo per l'80% la compagnia La Doria, che ha intrapreso un progetto di qualità con un grande gruppo giapponese che richiede: un prodotto più controllato, di maggiore qualità, che sia tracciato e a basso residuo".

"Di anno in anno aggiorniamo il nostro parco varietale e sperimentiamo sempre nuove cultivar per rimanere al passo con l'andamento dei mercati. Inoltre, la nostra offerta è così diversificata: 70% di tondo e 30% di lungo. Dalle varietà piantate ci aspettiamo: un grado Brix elevato, le resistenze alle virosi e alla peronospora".

"Stiamo puntando sulla produzione di un pomodoro di qualità, che sia più etico e sostenibile, oltre che a residuo zero. Ogni anno, oltre alla sperimentazione varietale, effettuiamo prove per una difesa più naturale, finalizzata a ridurre l'impiego degli agrofarmaci. In virtù di ciò, impieghiamo anche prodotti naturali che ben si prestano a una coltivazione orientata al biologico. Inoltre, quando sono ancora nel vivaio, tutte le piantine ricevono micorrize e microrganismi benefici; successivamente, in campo, vengono distribuiti al suolo funghi antagonisti prima della messa a dimora delle piante". Così dice Simone Lucchisani, consulente per la difesa in pieno campo.

"Oggi, grazie all'innovazione varietale, le piante risultano sempre più produttive anche se poco redditizie – riprende l'imprenditore – i costi fissi sono troppo alti e i prezzi alla produzione sono poco soddisfacenti; se non dovessero aumentare, non so quanto avrebbe ancora senso investire in questo comparto. Chiediamo di essere tutelati e rappresentati per ottenere un prezzo più etico".

"Per il futuro vogliamo puntare alla produzione di qualità e alla conversione al regime biologico. Ci piacerebbe chiudere la filiera, creando una gamma di prodotti di qualità a marchio nostro".

Contatti:
Società Agricola F.lli Manna
Via Filichito,53
80013- Casalnuovo di Napoli (NA) – Italy
Tel: (+39) 081 8423294
Email: info@agrimanna.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto