Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Si puo sconfiggere lo spreco alimentare con un modello Airbnb?

Un recente studio di Zest Labs sulla shelf life dei prodotti ortofrutticoli ha rilevato che la freschezza varia notevolmente a seconda dei prodotti e dei punti vendita. Inoltre, lo studio ha mostrato che la fase principale nella quale si rischia uno spreco alimentare avviene subito dopo la raccolta, a causa delle condizioni di raccolta e gestione del prodotto.

In un'intervista con Forbes il fondatore e amministratore delegato di Full Harvest, Christine Moseley, ha illustrato le sue idee per combattere lo spreco alimentare con un modello Airbnb.

Lo studio di Zest Labs ha rivelato che evitare lo spreco alimentare dovuto a un deterioramento prematuro richiede un monitoraggio e una valutazione accurati. Una semplice differenza nei tempi di pre-raffreddamento, ad esempio, può influenzare la shelf life.

Pallet di fragole che aspettino 5 ore invece che 2 per essere refrigerati presentano una differenza di shelf life di 3 giorni. Trovare una maniera per utilizzare i prodotti ortofrutticoli prima che si deteriorino è importante e Fruit Harvest offre una soluzione.

"Full Harvest è una società tecnologica con sede in California che si è assunta l'onere di risolvere uno dei maggiori problemi globali: lo spreco alimentare. Siamo un'attività B2B che connette direttamente le società di alimenti e bevande con le aziende agricole per favorire l'acquisto di prodotti ortofrutticoli imperfetti o derivanti da un surplus. Creiamo valore lungo l'intera catena di fornitura riducendo i costi di produzione per gli alimenti sani e riducendo notevolmente le risorse e gli alimenti sprecati, fornendo al contempo un'entrata aggiuntiva agli agricoltori".

Modello Airbnb
Come Airbnb, Full Harvest è una piazza di mercato online che connette le persone. Gli agricoltori possono postare i prodotti ortofrutticoli che hanno a disposizione e i buyer potenziali, come le società di trasformazione e produzione di succhi - a cui non importa che aspetto abbiano frutta e verdura - possono visionare l'inventario e farsi spedire direttamente i loro acquisti. Finora Full Harvest ha venduto oltre 4,5 milioni di kg di prodotti ortofrutticoli imperfetti o in surplus. Ciò ha permesso di evitare lo spreco di 2,27 miliardi di litri di acqua, abbastanza da fornire acqua potabile a 11 milioni di persone per un anno. Ha evitato l'emissione di 3,5 milioni di kg di CO2, che equivalgono a togliere dalla strada quasi 800 automobili.

"Le attuali pratiche di approvvigionamento per i prodotti ortofrutticoli da aziende agricole e buyer avvengono soprattutto offline. Si lavora principalmente con carta e penna, al telefono, con email o messaggi. Si tratta di un settore che ora si trova a fronteggiare nuove norme rigorose di sicurezza alimentare (FSMA) - conclude Moseley - sarà quasi impossibile riuscire a conformarsi facilmente senza una soluzione online che tracci gli ordini". 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto