Avvisi

La clessidra



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Crescente violazione dei brevetti vegetali nel settore uva da tavola: la risposta dei breeder

Quattro dei migliori sviluppatori varietali di frutta al mondo lavoreranno insieme per ostacolare i tentativi di appropriazione di materiale vegetale brevettato e di violazione dei diritti di proprietà intellettuale, in rappresentanza delle aziende presenti alla sessione inaugurale del Global Grape Summit.

La nuova organizzazione è denominata The Breeders Alliance Company Ltd, e i suoi membri fondatori sono Grapa Varieties Ltd, IFG, SNFL e Sun World Innovations.

The Breeders Alliance è stata creata per assistere i suoi membri nelle loro autonome attività di controllo, monitorando e sorvegliando insieme i principali mercati all'ingrosso e al dettaglio rispetto alla vendita di presunti frutti etichettati, contraffatti, e/o che violano i diritti di varietà vegetali dei suoi membri, i diritti sui marchi e altri diritti di proprietà.

La licenza per la produzione varietale dei membri viene concessa nella maggior parte dei Paesi produttori di uva da tavola che distribuiscono frutta su licenza a importatori e supermercati in tutta l'Asia, l'Australia, il Nord America, l'Europa, il Regno Unito e altri importanti mercati.

Gli strumenti di sorveglianza comprendono indagini condotte in tutti i mercati più importanti, un database centrale del DNA per tracciare, identificare e registrare varietà di frutta brevettata e uno sforzo congiunto per far emergere vivai, produttori e operatori commerciali che violano i diritti di proprietà e le leggi sulla proprietà intellettuale nei Paesi produttori e consumatori .

"Negli ultimi anni, le nostre aziende e altre ancora, hanno sviluppato e introdotto diverse dozzine di nuove varietà di uva da tavola, con profili aromatici migliorati e distintivi, qualità post-raccolta migliorate, stagionalità estesa e altri requisiti di qualità", osservano i direttori fondatori di The Breeders Alliance, in una dichiarazione congiunta.

"I produttori e i commercianti, così come i rivenditori e i consumatori, hanno beneficiato enormemente di questa ampia selezione di varietà migliorate di uve da tavola. Sfortunatamente, poiché le nostre nuove varietà brevettate assumono una maggiore visibilità e portano maggiori risultati a produttori e rivenditori, abbiamo anche assistito a un allarmante aumento di furti e di coltivazioni non autorizzate di vitigni proprietari, con violazione dei diritti di proprietà intellettuale".

"La nostra capacità di continuare a investire in programmi di frutticoltura, ad alta intensità di capitale e a lungo termine, è a rischio se aumenta la violazione e la vendita di frutta contraffatta. Inoltre, puntiamo a proteggere gli interessi dei nostri licenziatari, che si trovano svantaggiati sul mercato proprio a causa delle attività di questi coltivatori non autorizzati, e dei rivenditori e dei supermercati che potrebbero essere a rischio se si trovassero a vendere frutta proveniente da produzioni illegali o da produttori senza licenza. La The Breeders Alliance è stata creata per riunire i principali breeder e costitutori varietali, per aumentare la nostra coscienza collettiva e quella dell'intera catena di approvvigionamento, e per arginare questa attività illegale", hanno aggiunto.

La collaborazione tra i membri sarà limitata alla sorveglianza della proprietà intellettuale e alle attività correlate, e ogni membro continuerà a essere responsabile delle proprie attività di autorizzazione e contrasto alla contraffazione.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto