Veetaste: microgreens urbani dalle elevate proprieta' nutraceutiche

"La nostra è un'azienda agricola urbana, nata agli inizi del 2017, che si avvale di impianti semplici ed estremamente funzionali per produrre oltre 60 varietà di alimenti innovativi, di elevata qualità nutrizionale, definiti microgreens". A riferirlo è Francesca Palermo, CEO di Veetaste Urban Agriculture, una giovane realtà imprenditoriale pugliese che si occupa di agricoltura verticale, un sistema complesso e futuristico, che si sta affermando come una reale alternativa alla coltivazione tradizionale, poiché in grado di garantire una produzione agricola, sicura e di qualità.

I micro-ortaggi richiedono luce e hanno un ciclo di crescita di 7-30 giorni, a seconda della specie. La parte commestibile consiste nello stelo singolo, nelle foglie di cotiledone e, spesso, nelle prime vere foglie emergenti.

"I micro-ortaggi, coltivati in substrato, si sviluppano per mezzo di 3 fattori determinanti: elevatissime condizioni di luce, bassa umidità e buona circolazione dell'aria. Contrariamente al prodotto già importato, il prodotto Veetaste nasce su torba biologica e da semi selezionati e non conciati chimicamente, coltivato senza l'utilizzo di fertilizzanti e pesticidi. La crescita su torba conferisce al prodotto non solo una maggiore resistenza agli stress termici, ma anche una più lunga shelf life".

"Adottiamo un sistema di coltivazione indoor sostenibile, sulla base delle buone prassi del modello americano, in cui le vaschette, vengono disposte su più livelli, uno sull'altro, allestendo nei minimi dettagli la "urban vertical farm". La coltivazione indoor e in verticale di micro-ortaggi avviene attraverso semplici scaffalature in ambiente controllato dal punto di vista della luce, dell'umidità, della ventilazione e della temperatura".

"Un sistema attraverso il quale è possibile garantire una crescita destagionalizzata di oltre 60 varietà diverse di plantule ottenute da semi non trattati e/o bio, al fine di garantire la massima sicurezza microbiologica al prodotto. Il controllo di questi fattori viene anche svolto a distanza, con l'ausilio di sensori controllabili tramite applicazioni su smartphone. L'innovazione sta, oltre che nel processo di produzione, nel proporre un prodotto non riconducibile né alla I né alla IV gamma, perché non si effettua nessuna operazione di raccolta e/o di taglio prima della sua commercializzazione".

"I microgreens hanno un sapore esplosivo (dal dolce al piccante) con elevate proprietà nutraceutiche, contenenti fino a 40 volte la percentuale di vitamine presente nei normali ortaggi. Recenti studi hanno dimostrato come i microgreens posseggano un contenuto in minerali (in particolare potassio e calcio), vitamine (specialmente C, E e K), e antiossidanti, in quantità nettamente superiori rispetto alle corrispettive piante e ortaggi più mature".

I micro-ortaggi sono ottenuti a partire da un gran numero di specie appartenenti a diverse famiglie botaniche: Brassicaceae (ad esempio, cavolo, cavolo broccolo, cavolo rosso, cavolo viola, cima di rapa, crescione, ravanello, rucola, senape), Asteraceae (ad esempio, batavia rossa, gentilina rossa, lollo rossa indivia riccia, cicoria), Apiaceae (aneto, carota, finocchio), Amaryllidaceae (cipolla, porro), Amaranthaceae (amaranto, bietola da coste, bietola barese, bietola a costa gialla, bietola a costa rosa, bietola a costa rossa.) e altro.

"Attualmente – conclude la manager - il mercato è limitato alla Puglia e alle sole regioni confinanti, ma l'azienda ha l'obiettivo di strutturarsi al meglio, offrendo un prodotto senza rivali, ampliando, così, la gamma e la copertura geografica. Il nostro obiettivo è quello di creare un sistema di coltivazione completamente automatizzato, assicurando, di conseguenza, produzioni più abbondanti con cicli più brevi, a prescindere dalla stagione. Inoltre, vogliamo realizzare collaborazioni e sinergie importanti, in grado non solo di fortificare l'intero sistema produttivo, ma anche di coinvolgere la gente comune, il consumatore finale, partendo dai piccoli fornitori, per poi arrivare alla grande distribuzione".

Contatti:
Veetaste Urban Agriculture
Corso Umberto I, 79
70127 Bari
Tel.: (+39) 389 954 4624
Email: info@veetaste.it
Facebook: facebook.com/veetaste
Web: veetaste.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto