Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Spunta un nuovo leader globale?

L'Egitto in crescita sul mercato delle arance

Quest'anno l'Egitto potrebbe superare la Spagna nell'elenco dei maggiori esportatori di arance, come è stato anticipato alla fine del 2018, e quindi minacciare la posizione dominante della penisola iberica sul mercato europeo.

La previsione che l'Egitto inizierà a giocare un ruolo più importante sul mercato delle arance, non è nuova. Negli ultimi anni, è stata fatta più di una volta. Abbiamo analizzato le cifre e parlato con l'importatore di agrumi Tom Leenheer della Van Ooijen Citrus.


Produzione in equilibrio: la linea blu fa riferimento alle arance egiziane, la linea arancio a quelle spagnole

"Proprio come ogni anno, dovremo aspettare e vedere come sarà la stagione egiziana, ma considerato che la Spagna ha avuto delle cattive condizioni atmosferiche, ci aspettiamo che l'Egitto migliori la sua posizione", dice Tom.

Per la compagnia olandese di Ridderkerk, la stagione egiziana inizia nella seconda settimana dell'anno con le Salustianas e Valencia. Nelle settimane precedenti, erano state spedite le arance Baladi.

Aumento delle esportazioni europee
La stagione spagnola sta affrontando delle sfide, in particolare rispetto alla carenza di calibri grandi, ma rimane la domanda se l'Egitto riuscirà a trarne profitto. Tom non ne è del tutto sicuro: "Non penso che l'Egitto possa andare a colmare i grandi volumi normalmente occupati dalla Spagna, anche se penso che ci riuscirà con i piccoli calibri".

Secondo un rapporto di Radio France International, quest'anno è stata stimata un'esportazione di 1,65 milioni di ton. Dovremo vedere se questa cifra sarà effettivamente raggiunta. In ogni caso, la stima indica un notevole aumento delle esportazioni egiziane. Nel 2017, l'ultimo anno completo dei dati sulle esportazioni di Trade Map, l'Egitto ha registrato spedizioni per oltre 662.000 ton. Nel 2014 e nel 2013 era stato superato il record di un milione di ton, ma le esportazioni negli anni successivi sono diminuite.

Per gli esportatori egiziani, la Russia, l'Arabia Saudita e la Cina sono i principali mercati di destinazione, ma anche in Europa il Paese ha registrato aumenti consecutivi per alcuni anni. Nel 2013, l'UE ha importato un totale di 99 milioni di euro di arance. Quattro anni dopo, nel 2017, il valore è stato di 147,5 milioni di euro. I Paesi Bassi sono un porto di transito per le importazioni di agrumi egiziani. Dal 2014, il volume degli agrumi egiziani in arrivo in Europa attraverso i porti olandesi è raddoppiato. Nel 2014, 56.000 ton di arance egiziane sono arrivate nei porti olandesi. Nel 2017, sono state 115.000 ton.


Evoluzione dell'area produttiva (espressa in ettari) in Egitto

Perché l'esportazione cresca con questo ritmo, anche la produzione deve aumentare. Nel 2017, il Paese aveva 119.581 ettari di produzione di arance. Rispetto al 2010, l'area era aumentata del 18%. Nel 2017, la stessa area ha prodotto oltre 3 milioni di ton di arance, il doppio dei volumi raccolti 20 anni prima (1,5 milioni di ton). Per fare un confronto: la Spagna ha raccolto oltre 3,3 milioni di ton di arance in quello stesso anno, corrispondente a un aumento del 18%, in 20 anni.

Tasso di cambio e costo della manodopera
Il settore egiziano beneficia di vari aspetti che rendono i suoi agrumi attraenti nel mercato globale. L'embargo russo alle importazioni di questi prodotti, prima europei e poi turchi, ha fornito un’opportunità agli esportatori egiziani.

Inoltre, i costi della manodopera sono relativamente bassi. Aggiungete a ciò la svalutazione della sterlina egiziana e gli agrumi diventano ancora più appetibili sul mercato globale. Grazie alla svalutazione della moneta, infatti, il frutto è diventato relativamente più economico; ad esempio, in Europa.

Il 31 dicembre 2018, il tasso di cambio era di 20,36 sterline egiziane per un euro. Due anni prima, la valuta ha chiuso l'anno con un tasso di cambio di 8,50 sterline egiziane per un euro.

La Van Ooijen Citrus vede anche la crescente importanza dell'Egitto sul mercato europeo. " Ogni anno, il Paese diventa sempre più importante, in parte perché le aziende egiziane stanno migliorando costantemente prodotti e imballaggi".

L'importatore stesso ha una chiara preferenza quando si tratta di prodotti egiziani. "Non siamo stati mai particolarmente affezionati alle Navel egiziane; spesso le abbiamo trovate alquanto secche e non troppo gustose", dice Tom. "Le nostre arance devono avere un buon sapore, questo è il nostro obiettivo primario."

D'altra parte, l'Egitto è un buon partner per le arance da spremuta: "Le arance egiziane spremute sono buone, sia per il colore che per il sapore". Per la Van Ooijen Citrus, l'Egitto rimarrà quindi un buon partner per arance e Minneola, almeno per adesso.

Rmail: tom@vanooijencitrus.nl 


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto