Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Verdure disidratate, semi-dry e surgelate da filiera italiana

"Serve essere competitivi sui mercati: la concorrenza proviene principalmente da operatori esteri; la Cina in particolare, come noto, pur offrendo un prodotto qualitativamente inferiore al nostro, utilizza la leva del prezzo per cercare di acquisire quote di mercato". E' quanto dichiara a FreshPlaza Giorgio Mercuri, amministratore unico della Farris Srl, specializzata in Verdure disidratate, dry freeze e semi-dry da filiera italiana. 

Farris ha sede a Orsara di Puglia, in provincia di Foggia, nell'area dei monti Dauni, in un territorio ricco di risorse naturali e umane. Tra i punti di forza dell'impresa c'è l'accurata selezione delle materie prime, il rispetto della stagionalità, lo sviluppo di moderne tecniche di lavorazione e l'applicazione dei più rigidi controlli qualità. "Ogni ingranaggio della nostra filiera - precisa Mercuri - ha un solo obiettivo, offrire al cliente un prodotto in grado di soddisfare i più alti standard qualitativi".

Dal 1999 il marchio si è specializzato nella produzione di ortaggi e verdure disidratati, freeze-dry e semi-dry  da destinare all'industria alimentare. Il marchio ha recentemente ottenuto il prestigioso certificato di Eccellenza Italiana e Ambasciatori del Made in Italy

Il semi-dry è stato compiutamente normato nel "Collegato agricolo" (Legge 154 del 28 luglio 2016), che ne dà (per il pomodoro) la seguente definizione: "prodotti ottenuti per eliminazione parziale dell'acqua di costituzione, con uso esclusivo di tunnel ad aria calda, senza aggiunta di zuccheri".

"Il territorio pugliese è fecondo e ricco di ortaggi, frutta e verdura. Tutte le tecniche per la loro conservazione, a partire dal sottolio e dal sottaceto, sono alla base della gastronomia pugliese. E proprio qui si inserisce l'azienda Farris che, tra tutte le tecniche, ha scelto quella meno invasiva e cioè l'essiccazione della materia prima".

"Siamo l'unica azienda italiana - sottolinea Mercuri - a produrre verdure disidratate precotte, una novità rispetto al classico disidratato. Le verdure, attraverso un processo industriale, perdono il 50% dell'acqua e poi vengono utilizzate nei surgelati, per esempio nei minestroni, ma anche nei primi piatti pronti e in tanti altri prodotti".

Il

Il pregio delle verdure essiccate è che, contenendo meno acqua, parallelamente contengono anche meno carica batterica; inoltre, una volta reidratate, conservano le loro proprietà iniziali. E, soprattutto, è possibile avere verdure a disposizione tutto l'anno, anche per quei prodotti che solitamente hanno un ciclo di vita stagionale.

L'azienda coltiva circa 1500 ettari di fondo a orticole, in particolare asparago, broccoletto, cavolfiore, carciofo, pomodoro, melanzana, peperone, zucchina e zucca lavorate in uno stabilimento di oltre 5000 mq coperti.

I prodotti di punta sono pomodoro e pomodorino semi-dry IQF, broccoli, cavolfiore e zucchine disidratati, asparago surgelato. Per quanto riguarda l'Asparagus officinalis L. surgelato, ne viene estratta la polpa e il succo a freddo per valorizzare e conservare inalterate tutte le caratteristiche nutrizionali, cui segue l'abbattimento e la conservazione a temperatura controllata. 

Il marchio commercializza prodotti di filiera biologica interamente tracciabili, nel pieno rispetto dei disciplinari di produzione, e sottoposta ai più alti controlli incrociati da parte del laboratorio interno all'azienda e di strutture esterne d'eccellenza. I produttori coltivano in un raggio di 70 km dallo stabilimento.



Farris è alla continua ricerca di nuovi prodotti da immettere sul mercato, sia in termini di nuove ortive, sia in termine di processi che permettano di produrre alimenti che rispondono alle aspettative del consumatore. Sicuramente il pomodoro e pomodorino semi-dry, e il broccoleto disidratato sono stati gli ortaggi più acquistati nel 2018.

"Parliamo di coltivazioni in pieno campo - dice Mercuri - che sempre più frequentemente subiscono tutti i mutamenti climatici degli ultimi anni; pertanto diventa sempre più difficile programmare le coltivazioni e avere le giuste disponibilità. Inoltre, si complica anche l'applicazione delle tecniche agronomiche in grado di ridurre i problemi fitosanitari. Il tema è molto sensibile: la nostra azienda sta investendo sull'innovazione e, in particolare, sull'agricoltura di precisione per rendere sempre più sostenibili le coltivazioni".Coltivazione di cavolo broccolo di filiera pugliese.

Il mercato di riferimento dell'azienda pugliese è per l'80% all'estero, in particolare con le seguenti destinazioni: Germania, Francia, Regno Unito, Israele, Australia, Svizzera attraverso i canali della vendita diretta, delle industrie alimentari anche del baby food. Farris si presenta sul mercato con prodotti certificati Bio, Brc, Smeta, ISO 9001:2015, Kosher.  

Al momento, le vendite e il trend di crescita si mantengono stabili. "Il 2018 si è chiuso - conclude il manager - con un fatturato simile al 2017, e prezzi di vendita sostanzialmente invariati rispetto all'anno precedente. Tra i progetti per l'anno in corso, c'è lo sviluppo di prodotti surgelati a basso contenuto di acqua, da destinare principalmente al canale Horeca. Tra i nostri punti di forza, oltre alla materia prima italiana, tracciata e certificata, c'è anche l'estrema flessibilità dell'impianto, che ci permette di personalizzare il prodotto in base alle necessità dei clienti".

Contatti:
Farris Srl
Via S.P. 109 – loc. Borgo Giardinetto
71027 Orsara di Puglia (FG) - Italy
Tel.: +39.0881.977511
Cell.: +39 347 6227533
Email: farris@farrisnet.it
Web: farrisnet.it/


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto