Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Da uno studio del DISAFA – Universita' di Torino

Valutata l'efficacia di due miridi contro la tignola del pomodoro

Dicyphus bolivari e Dicyphus errans sono miridi naturalmente diffusi in varie colture (quando non sottoposte a elevata pressione chimica), dove svolgono attività di predazione nei confronti di diversi artropodi, tra cui la tignola del pomodoro, Tuta absoluta. Tuttavia, la loro efficacia come agenti di controllo biologico di questo fitofago necessita di ulteriori indagini.

Entomologi dell'Università di Torino in collaborazione con l'Università di Wageningen hanno valutato l'efficacia predatoria di D. bolivari e di D. errans nei riguardi di T. absoluta su pomodoro in laboratorio e in serra. Lo studio è stato pubblicato online lo scorso 23 gennaio sulla rivista internazionale Journal of Pest Science.

"La loro risposta funzionale a quantità crescenti di uova di T. absoluta (fino a 350) offerte a singole femmine o ninfe di 5a età per 24 ore è stata verificata in laboratorio - spiegano i ricercatori - Le femmine e le ninfe di entrambi i predatori hanno mostrato un'alta voracità e una risposta funzionale di tipo II, con un tasso di predazione massimo al giorno stimato di 189 e 194 uova per femmine e ninfe di D. bolivari, rispettivamente, e di 197 e 179 uova per femmine e ninfe di D. errans, rispettivamente".

Per quanto riguarda i risultati ottenuti in serra, i due predatori hanno mostrato simili tassi di predazione delle uova di T. absoluta sulle piante ingabbiate. "Il nostro studio in serra ha dimostrato che, alle condizioni sperimentali, il miride Macrolophus pygmaeus, comunemente usato, che ha una capacità predatoria individuale inferiore a D. bolivari e D. errans, è tuttavia più efficace nel controllare T. absoluta di D. errans e D. bolivari grazie a una più efficiente risposta numerica alle densità di T. absoluta - concludono i ricercatori - Questo dimostra che gli esperimenti a lungo termine in serra, che includono risposte funzionali e numeriche alle densità dei fitofagi, sono essenziali per valutare l'efficacia di un predatore onnivoro".

Fonte: Ingegno B.L., Messelink G.J., Bodino N., Iliadou A., Driss L., Woelke J.B., Leman A., Tavella L., 'Functional response of the mirid predators Dicyphus bolivari and Dicyphus errans and their efficacy as biological control agents of Tuta absoluta on tomato', 2019, Journal of Pest Science.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto