Confronto fra pomodoro coltivato in pieno campo o in serra

E' del 4 dicembre 2018 uno studio spagnolo sull'adattamento del pomodoro mediterraneo a lunga conservazione coltivato in condizioni di pieno campo e di serra. Le varietà locali di pomodoro a lunga conservazione sono caratterizzate dall'allele alcobaça (alc) nel locus NOR.NAC, e sono state tradizionalmente coltivate nella regione mediterranea. Questi materiali sono adatti alle condizioni di pieno campo con sistemi di coltivazione a basso input. Tuttavia, la coltivazione in serra si sta sempre più espandendo, alimentata dalla crescente domanda di questi pomodori tradizionali.

"Abbiamo ipotizzato che la grande diversità nelle varietà locali di pomodoro a lunga conservazione e nei materiali derivati possa essere sfruttata per l'adattamento a nuove condizioni di coltivazione - spiegano i ricercatori dell'Università Politecnica di Valencia - Abbiamo valutato 12 varietà (sette ecotipi, tre selezioni e due ibridi) con la mutazione alc in condizioni di pieno campo (Open Field, OF) e di serra (Greenhouse, GH) e le abbiamo valutate per 52 caratteristiche morfologiche, agronomiche e chimiche".

"Tutti i descrittori, tranne sei morfologici, sono risultati variabili. Anche se l'effetto della varietà è stato quello che ha contribuito più significativamente alla variabilità per la maggior parte dei tratti morfologici, oltre che per il peso del frutto, la forma del frutto, la sostanza secca e il contenuto di solidi solubili. Tuttavia, sono stati trovati significativi effetti sia legati all'ambiente sia all'interazione fra genotipo e ambiente per 36 e 42 descrittori, rispettivamente".

I pomodori delle piante GH avevano un peso e una consistenza inferiori ed erano meno rossi di quelli delle piante OF. In media, la resa delle piante GH è stata del 35% inferiore e la perdita giornaliera di peso dei pomodori in post-raccolta è stata del 41% superiore a quella della produzione OF. Tuttavia, i frutti prodotti in serra avevano in media valori superiori di sostanza secca e contenuto in solidi solubili, attività antiossidante, glucosio, fruttosio e concentrazioni di acido ascorbico, ma contenuti inferiori in licopene e beta-carotene rispetto ai pomodori OF.

L'analisi delle componenti principali ha chiaramente separato le varietà in base all'ambiente di coltivazione. Tuttavia, il modello di distribuzione delle varietà all'interno di ciascuno dei due cluster (GH e OF) era simile, nonostante la forte interazione fra genotipo e ambiente per molti descrittori.

"I risultati rivelano un forte impatto dell'ambiente di coltivazione sulle proprietà morfologiche, agronomiche, e sulla composizione chimica delle varietà mediterranee di pomodoro tradizionale a lunga conservazione - concludono i ricercatori- Ciò suggerisce che dovrebbero essere sviluppati programmi di allevamento e miglioramento specificamente mirati all'adattamento alle condizioni di serra".

Fonte: Maria R. Figàs, Jaime Prohens, María D. Raigón, Leandro Pereira-Dias, Cristina Casanova, María D. García-Martínez, Elena Rosa, Elena Soler, Mariola Plazas, Salvador Soler, 'Insights Into the Adaptation to Greenhouse Cultivation of the Traditional Mediterranean Long Shelf-Life Tomato Carrying the alc Mutation: A Multi-Trait Comparison of Landraces, Selections, and Hybrids in Open Field and Greenhouse', Dicembre 2018, Frontiers in Plant Science, Vol. 9, articolo 1774.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto