Avvisi



Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Agricoltura di precisione: i biostimolanti nella coltivazione della patata

Oggi il mondo agricolo deve trovare risposta a nuove esigenze: aumentare i raccolti, alzare il livello qualitativo, rispettare l'ambiente. Per chi coltiva patate, l'innovazione è l'unica strada percorribile, ma quali sono gli strumenti a disposizione?

Gli obiettivi
Nella filiera della patata, oggi la qualità dei raccolti è un fattore di fondamentale importanza: le caratteristiche organolettiche e la genuinità del prodotto sono ciò che indirizza la scelta dei consumatori. Ma chi coltiva patate non può dimenticare i parametri legati alla produttività ed alla conservazione: calibro, uniformità di pezzatura e shelf-life dei raccolti. Le industrie di lavorazione e la Grande Distribuzione Organizzata, ricercano infatti tuberi di pezzatura elevata e quanto più regolare possibile, che tollerino la manipolazione, la lavorazione e la conservazione (elevata sostanza secca).

Tutti questi obiettivi non possono tuttavia mettere in secondo piano la tutela dell'ambiente: la gestione del patrimonio agricolo oggi deve essere razionalizzata, scegliendo soluzioni efficaci ma anche sicure. Chi coltiva patate deve quindi trovare risposta a tante domande, al fine di raggiungere un adeguato livello redditivo degli appezzamenti.

La ricerca
Per supportare gli agricoltori con soluzioni innovative, Biolchim ha creato nel 2012 il Progetto WIN (Worldwide Innovation Network). Si tratta di una rete di collaborazioni internazionali finalizzata a creare innovazione, che oggi conta oltre 100 partner nel mondo. Una delle collaborazioni nate quest'anno è stata quella con Agromet, start-up italiana che ha messo a punto un servizio per il monitoraggio e la previsione del ciclo vegetativo delle colture.

Su patata, la giovane azienda è in grado di prevedere l'andamento dell'accrescimento dei tuberi (o degli acini), anticipando la data in cui questi raggiungeranno massimo peso e qualità. Grazie a questo nuovo modello previsionale, gli agricoltori possono pianificare al meglio tutte le operazioni colturali, compresa la raccolta.

Le soluzioni
Biolchim ed Agromet hanno testato in campo le proprie soluzioni, poiché è qui che se ne misurano l'innovazione, l'efficacia e la sicurezza. Obiettivi della prova: massimizzare la produzione, aumentare e monitorare calibro e sostanza secca della patata. 

Promuovere la formazione, l'accrescimento e l'accumulo di amido dei tuberi di patata, incrementandone il numero, il calibro e la qualità, la soluzione è SOLAVIT® Mn. Nella prova di campo condotta sulla varietà Primura, il biostimolante Biolchim è stato affiancato e comparato alla strategia di nutrizione convenzionale. Agromet si è occupata di monitorare la crescita del tubero e l'accumulo di sostanza secca sulle due tesi, mettendo alla prova il proprio modello previsionale. 

I risultati
SOLAVIT® Mn ha determinato un significativo anticipo nella maturazione dei tuberi (circa 7 giorni), nonché un incremento del calibro medio (+6%) e della sostanza secca (+2%) alla raccolta. La produzione finale ha subìto un aumento di 37 q.li/ha, pari al 7%.

Clicca qui per un ingrandimento.

Il modello previsionale Agromet ha registrato ed anticipato l'efficacia di SOLAVIT® Mn, confermandone gli effetti positivi sulla crescita della pianta, sulla qualità e sul calibro del raccolto.

Contatti:
Biolchim Spa
Via San Carlo 2130
Medicina (BO)
Tel.: (+39) 051 6971811
Email: biolchim@biolchim.it
Web: www.biolchim.it


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019