Panoramica del mercato europeo delle patate, 40ma settimana

Gran Bretagna: il raccolto del 2017 e' rimasto sul mercato del fresco

Come riporta la nota Fiwap/PCA sulle patate destinate al trasformato, in Belgio il mercato della Fontane è forte, con carenza di offerta a fronte di una domanda attiva; il prezzo oscilla tra 25,00 e 27,00 euro/q. Uguale andamento per la varietà Challenger. Tranquillo il mercato per la Bintje: il prezzo di 25,00 euro/q si riferisce alla qualità friabile.
 
Mercati fisici europeiRiepilogo delle tariffe (fonte: NEPG)
 
Paesi Bassi
Nell'ultima settimana, variazioni minime nell'andamento e nelle condizioni di mercato. Fornitura ulteriore che aiuta la stabilizzazione dei mercati. I prezzi si mantengono tra 26,00 e 29,00 euro/q a seconda della varietà e della qualità. L'esportazione continua nonostante i prezzi elevati, in Mauritania, Costa d'Avorio e Ghana. Sul mercato interno, le varietà a pasta molle si scambiano tra 25,00 e 28,00 euro/q, e quelle a pasta soda oltre 30,00 euro/q, a seconda della lavabilità.

Andamento PotatoNL (disponibile anche su www.potatonl.com)
 
Francia
Per l'industria, i prezzi scendono per la Bintje e aumentano per altre varietà. Un leggero divario tra la Bintje, che va da 20,00 euro/q per piccoli lotti e quelle sfuse, e 30,00 euro/q per lotti irrigui di un bel calibro. Per altre varietà industriali, i prezzi vengono negoziati in base a varietà, qualità e disponibilità, tra 25,00 e 30,00 euro/q. Le industrie sono ancora alla ricerca di varietà fresca a pasta molle per colmare la mancanza di produzione di specifiche cultivar da trasformazione. Nel mercato del fresco, gli andamenti vanno da 25,00 euro/q a oltre 40,00 euro/q. L'esportazione non è ancora iniziata, ad eccezione di alcuni camion verso la Spagna e di contatti con i Paesi dell'Est.
 
In campo si raggiungerà il 60% in tutte le regioni di produzione: i raccolti sono quasi completi in Champagne, in fase avanzata a Beauce, oltre il 50% in Piccardia e piuttosto tardivo a Nord/Pas-de-Calais.
 
Germania
Secondo Destatis (Deutschland Statistik), il raccolto del 2018 sarà storicamente basso. E' stimato a 8,7 milioni di ton, il 25,6% in meno rispetto all'anno scorso, quando sono state raccolte 11,7 ton. Mediamente la resa è di circa 35 ton/ha, rispetto a 46,8 ton/ha nel 2017. Negli ultimi 3 anni, il raccolto è stato di circa 10,5 ton, e nel 2013 era di 9,7 ton. Quest'anno siamo ancora al di sotto di 1 ton, 3 milioni di ton in meno rispetto al 2017, un anno record. Si tratta di una prima stima, altre saranno perfezionate dopo i raccolti.

In alcuni Länder (ad esempio, Brandenburgo) i rendimenti sono estremamente bassi, a 23,8 ton/ha, contro le 35,6 ton/ha dell'anno scorso. Il consumo delle famiglie, nei mesi di luglio-agosto, si è ridotto a causa del caldo: l'8,6% in meno rispetto ad agosto 2017. Per i primi 8 mesi dell'anno, i consumi sono diminuiti del 4,3%. I due settori con un consumo maggiore hanno registrato vendite nei mercati settimanali e per le patate biologiche.

Il 6,5% di tutte le vendite di patate, nell'agosto 2018, ha riguardato il settore biologico, che è in notevole incremento. La raccolta principale è iniziato bene in Renania, anche se a volte è stata rallentata dal caldo o nuovamente da condizioni di tempo secco. Si teme un aumento della fornitura di dubbia qualità nei giorni/settimane a venire. 

Al 28 settembre i prezzi sul mercato del fresco (Renania) sono rimasti invariati per le varietà a pasta dura a 28,00 euro/q e a 26,00 euro/q per le varietà a pasta molle. Per le vendite iniziali a pasta dura in campo (Renania) i prezzi variano tra 11,00 e 12,00 euro/q per sacco da 25 kg (invariato). Per le patate precoci per l'industria (patatine fritte), i prezzi rimangono invariati, il mercato è forte. Inoltre: vari raccolti precoci a 27,00 euro/q; le varietà Agria/Zorba a 28,00 euro/q (+1 euro); Fontane a 27,00 euro/q; Innovator/Ivory Russet a 29,00 euro/q.

Gran Bretagna
Per tutti i mercati, il prezzo medio nella 38ma settimana è stato di 30,81 euro/q. C'è ancora il vecchio raccolto (2017) sul mercato del fresco, mentre è in corso all'ingrosso il passaggio alle produzioni del 2018. La domanda è forte, gli acquirenti fanno l'utilizzo migliore delle quantità contrattate per ritardare il più possibile e avere un'idea migliore della qualità finale del raccolto.

Pochi acquisti liberi per l'industria, a prezzi compresi tra 24,80 e 31,60 euro/q, a seconda della varietà.

L'indurimento delle bucce è più lento del normale. Nonostante tutto, la raccolta è iniziata dappertutto, per paura di un grande cambiamento meteo. Nell'area orientale del Paese, la raccolta è in stand-by; nelle zone occidentali e meridionali, è iniziata per le varietà precoci.

Per maggiori informazioni:
FIWAP

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto