Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Marocco ed Egitto tra i principali fornitori extra-UE

"Nei primi sei mesi del 2016 l'import UE di verdure fresche dai Paesi terzi è aumentato del 23% in termini di volume e dell'11% in valore rispetto allo stesso periodo del 2015, totalizzando 1,55 milioni di ton per 1,6 miliardi di euro. Secondo i dati dell'ufficio statistico Eurostat, Marocco ed Egitto spiccano come principali fornitori extra-UE e hanno anche guadagnato terreno sul mercato UE.

Nel primo semestre di quest'anno, i volumi spediti da Marocco ed Egitto in UE sono aumentati del 13% (Marocco) e del 10% (Egitto), rispetto allo stesso periodo del 2015, raggiungendo 482.571 e 250.559 ton, rispettivamente. Le verdure marocchine hanno rappresentato il 31% delle importazioni totali dell'UE da Paesi terzi nel primo semestre del 2016, mentre l'Egitto ha rappresentato il 15% del totale.

In termini di valore l'import UE di verdure dal Marocco ha raggiunto 591,6 milioni di euro (+10%), rappresentando il 36% del valore totale dell'import UE da Paesi terzi che ammontava a 1,6 miliardi di euro totali. Il valore delle importazioni dall'Egitto ha raggiunto 155,5 milioni di euro.

Per quanto riguarda prodotti specifici, i pomodori sono le star nell'export marocchino di verdure, con 247.152 ton, un incremento dell'8% rispetto alla prima metà del 2015, per un valore di 249,6 milioni di euro (+7%). Inoltre, è stato notevole l'incremento nelle importazioni di legumi, principalmente fagiolini, che hanno registrato un incremento dell'8% in termini di volume, fino a 92.615 ton.
Per quanto riguarda l'Egitto, gli ortaggi principali importati durante il periodo in questione sono stati patate, con 157.459 ton (+4%) e cipolle, con 72.378 ton (+31%).

Dietro a Marocco ed Egitto troviamo la Turchia al terzo posto come maggiore fornitore di verdura fresca dell'UE, con 237.918 ton (+3%) e un netto aumento per le patate (+26%) che hanno raggiunto un totale di 173.543 ton.

Secondo l'organizzazione spagnola FEPEX, la forte crescita dell'import UE di verdure da Paesi terzi ha avuto un impatto diretto sul commercio tra gli Stati membri, il quale ha subito una riduzione dell'1% nello stesso periodo.

Fonte: fepex.es

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto