Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il Sud Ovest degli Stati Uniti a rischio mega-siccita'

Dovessero confermarsi le previsioni recentemente pubblicate su Science Advances, i 4 anni di siccità fin qui registrati in California sarebbero bazzecole in confronto a quel che attende gli States in futuro. Gli scienziati infatti mettono in guardia sul rischio di una mega-siccità che potrebbe colpire il Sud-Ovest degli Stati Uniti (Messico compreso) nei prossimi decenni, con tutto quello che ne consegue: dalla scarsità, se non totale assenza di precipitazioni per lunghi periodi, all'aumento delle temperature, alla moria delle piante da frutto.

Periodi di mega-siccità non sono delle novità nel corso della storia della Terra, e anzi sono fenomeni naturali; ma l'immissione in atmosfera di anidride carbonica aumenta la probabilità che si verifichino e la portata del loro impatto. Al riguardo, gli scienziati hanno avanzato due ipotesi su quello che potrebbe accadere nei prossimi decenni.


Un fiume secco a causa della siccità in California. (Foto d'archivio)

Entrambe le ipotesi allo studio prevedono lunghi periodi di siccità, come non si erano finora mai registrati e un aumento delle temperature. La prima ipotesi è più soft e parla di una mega-siccità che si verificherebbe verso la fine del secolo e che porterà a un aumento delle temperature a livelli tutto sommato ancora tollerabili. La seconda ipotesi invece è più estrema e sarà tanto più probabile quanto più aumenterà l'immissione in atmosfera di anidride carbonica; in quest'ipotesi, la mega siccità si verificherà entro il 2050 e porterà a un aumento delle temperature fino a livelli che gli scienziati definiscono "brucianti".

Gli stessi scienziati sostengono che una drastica riduzione nella produzione di anidride carbonica permetterebbe di dimezzare la probabilità che si verifichi una simile ipotesi di mega-siccità.

Rielaborazione FreshPlaza su fonte globalnews.ca.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto