Dal 24 al 30 novembre

Ismea: situazione agrumi nella 48ma settimana del 2014

Nell'ultima settimana del mese di novembre 2014, il mercato per l'intero comparto agrumario è risultato caratterizzato da una limitata attività di scambio per la costante presenza di prodotto spagnolo esitato a prezzi competitivi, verso il quale si è rivolta la domanda. Ciò ha influito anche sui listini che hanno mostrato una generale flessione.

Limoni:in regressione i listini per il Primofiore. Ciò da imputare alla flessione registrata sulla piazza di Siracusa dove la maggiore presenza sui mercati di prodotto spagnolo esitato a prezzi concorrenziali ha calamitato l'attività della domanda. Diverso l'andamento del mercato negli altri siti siciliani dove un generale equilibrio tra domanda ed offerta ha permesso il regolare svolgimento degli scambi sulla base di quotazioni stabili.

Clicca qui per un ingrandimento del grafico.


Mandarino:
il mercato per il mandarino comune ha fatto registrare andamenti differenti sulle diverse piazze al momento monitorate. Una flessione dei listini ha interessato il prodotto siracusano la cui offerta avviata sul circuito commerciale è stata oggetto di un rallentamento della domanda. Di contro sulla base di quotazioni tese al rialzo si sono svolti gli scambi per il prodotto palermitano a fronte di una offerta stabile cui è corrisposta una maggiore richiesta.

Clementine:si intensificano le operazioni di raccolta in tutti gli areali interessati determinando così un aumento delle quantità disponibili per il mercato. A ritmi lenti sono proseguiti gli scambi per il prodotto calabrese, i cui quantitativi avviati sul circuito interno hanno fortemente risentito della pressione esercitata dal prodotto spagnolo. Sul fronte estero invece è la situazione geo politica a rendere poco fluida la collocazione del prodotto.

Clicca qui per un ingrandimento del grafico.


In tale contesto le contrattazioni concluse si sono svolte sulla base di quotazioni cedenti. Una limitata attività di contrattazione è stata registrata anche nel siracusano dove il mercato è risultato appesantito dalla presenza di prodotto sia estero che nazionale. Pertanto le limitate contrattazioni concluse si sono svolte sulla base di prezzi cedenti. Una sostanziale stabilità è stata osservata sulle altre piazze siciliane.

Arance:in progressivo aumento le quantità disponibili per l'intensificarsi delle operazioni di raccolta. Sotto il profilo degli scambi il quadro commerciale si conferma sostanzialmente stabile. Nelle principali aree produttive, in un clima di estrema calma sono proseguite le contrattazioni per la varietà Navel, il cui mercato è risultato appesantito dalla costante presenza di prodotto soprattutto spagnolo. Ciò ha influito sulle quotazioni che hanno mostrato diffuse cedenze, fatta eccezione per il prodotto catanese e tarantino i cui corsi hanno teso alla stabilità.

Clicca qui per un ingrandimento del grafico.


A ritmi lenti sono proseguiti gli scambi per le varietà pigmentate negli areali produttivi siracusani a fronte di una domanda che ha continuato a mostrare cautela negli acquisti. In tale contesto gli operatori del settore hanno rivisto i listini al ribasso al fine di incentivare le vendite. Prime contrattazioni per il Tarocco Nucellare nel catanese avvenute sulla base di quotazioni di esordio omologhe a quelle registrate nella precedente campagna di commercializzazione.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto