Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commercio al dettaglio: l'andamento a luglio 2013

A luglio 2013 l'indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) diminuisce dello 0,3% rispetto al mese di giugno. Nella media del trimestre maggio-luglio 2013, l'indice registra una diminuzione dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti. Nel confronto con giugno 2013, diminuiscono dello 0,1% le vendite di prodotti alimentari e dello 0,3% quelle di prodotti non alimentari.



Rispetto a luglio 2012, l'indice grezzo del totale delle vendite segna una flessione dello 0,9%, sintesi di un aumento dello 0,2% per le vendite di prodotti alimentari e di una diminuzione dell'1,6% per quelle di prodotti non alimentari.



Forma distributiva e tipologia di esercizio
Nel confronto con il mese di luglio 2012 si registra una flessione dello 0,4% per le vendite delle imprese della grande distribuzione e dell’1,2% per quelle delle imprese operanti su piccole superfici.

Nella grande distribuzione le vendite aumentano, in termini tendenziali, dello 0,5% per i prodotti alimentari e diminuiscono dell’1,8% per quelli non alimentari. Nelle imprese operanti su piccole superfici le vendite segnano un calo dello 0,6% per i prodotti alimentari e dell’1,5% per quelli non alimentari.

Con riferimento alla tipologia di esercizio della grande distribuzione, a luglio 2013 si rileva una variazione tendenziale negativa dello 0,5% sia per gli esercizi non specializzati sia per quelli specializzati. Tra i primi, diminuiscono dello 0,4% le vendite degli esercizi a prevalenza alimentare e dell’1,1% quelle degli esercizi a prevalenza non alimentare.

Commercio al dettaglio a prezzi correnti per tipologia di esercizio della grande distribuzione - Giugno 2013 (dati provvisori), variazioni percentuali (indici in base 2010=100)
Clicca qui per un ingrandimento della tabella.


Più in dettaglio, tra gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare, le vendite dei discount e dei supermercati registrano aumenti (rispettivamente +1,8% e +0,1%), mentre quelle degli ipermercati segnano una variazione negativa (-2,1%).

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto