I consumatori ammettono di consumare ortaggi trasformati soprattutto quando non hanno abbastanza tempo per cucinare. E' quanto risulta da un'indagine dell'ente olandese Productschap Tuinbouw, condotta su consumatori olandesi e tedeschi. Solo una piccola percentuale di consumatori che non ha mai acquistato ortaggi trasformati. Molti li trovano più facili da cucinare e la maggior parte degli intervistati non fa differenza nel mangiarli in un giorno infrasettimanale o nel fine settimana.



In Germania, tra le verdure pronte all'uso che vengono acquistate maggiormente figurano: ortaggi surgelati (85%) e conserve di verdure (67%). Gli ortaggi in vasetto di vetro non risultano invece molto acquistati dai tedeschi. In Olanda, al contrario, gli ortaggi in vasetto sono quelli maggiormente venduti (74%), seguiti dai surgelati (72%).

Campagna europea sugli ortaggi trasformati
GroentenFruit Bureau inizierà nel febbraio 2011 una campagna europea triennale sugli ortaggi lavorati. La campagna verte sul posizionamento di questi prodotti come parte dell'intera gamma di ortaggi, allo scopo di stimolarne il consumo.

Le famiglie moderne hanno tempi molto strutturati nel corso della giornata e sono consapevoli dell'importanza di mangiare verdure. Gli ortaggi trasformati si possono inoltre sfruttare al meglio in campagne promozionali del tipo "prendi tre paghi due (3x2)" o "raddoppia la convenienza".

Il target primario della campagna è rappresentato da famiglie con bambini da 0 a 12 anni, il target secondario sono gli intermediari e il settore ortofrutticolo.