Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Con reportage fotografico di 68 immagini

Uruguay: in pieno svolgimento la raccolta dei mirtilli

Con 650 ettari di campi coltivati a mirtillo, l'Uruguay è un player in rapida crescita sul mercato globale, con buoni collegamenti in Argentina e Cile. Entrambi questi due paesi, infatti, hanno investito molto nella coltivazione di mirtilli in Uruguay nel corso degli ultimi anni, a causa delle buone opportunità offerte da questa nazione. "Non solo il clima è ideale alla produzione, ma c'è anche disponibilità di buona manodopera, cosa che ha attratto molte aziende a stabilirsi qui", spiega Horacio Ozer Ami, il presidente di Upefruy, l'unione dei produttori ed esportatori frutticoli dell'Uruguay.

La coltivazione di mirtilli in Uruguay è caratterizzata da un raro clima di solidarietà tra i coltivatori: i piccoli produttori cooperano con gli esportatori, i quali hanno anche buone relazioni d'affari con le aziende più grandi, che producono ed esportano in proprio. "Le conoscenze tecniche e le informazioni vengono condivise tra tutti e ogni nuovo sviluppo del settore è stato messo da Upefruy a disposizione degli imprenditori", dice Marta Bentancur, responsabile per i contatti internazionali di Upefruy e agronomo dell'organizzazione.

Clicca qui per un reportage fotografico sui mirtilli in Uruguay


Questioni come tracciabilità, certificazione GlobalGAP, ricerca e supporto sono gestite da produttori ed esportatori insieme. Tra i compiti di Upefruy, quello di rendere il mirtillo uruguayano conosciuto in tutto il mondo. Marta osserva: "Operiamo a stretto contatto con i nostri soci anche in occasione di promozioni e presentazioni durante le fiere del settore. Al Fruit Logistica 2010 di Berlino ci presenteremo come un gruppo unitario e la maggior parte dei nostri principali produttori/esportatori saranno con noi".

Clicca qui per un reportage fotografico sui mirtilli in Uruguay

Horacio e Marta Betancur con Alfredo Isgreas di Univeg Uruguay

"Un importante passo avanti per la nostra esportazione è costituito da un nuovo investimento nel porto di Montevideo", dice Horacio, presidente della Upefruy e anche direttore generale di Midgold, una delle principali aziende produttrici ed esportatrici di mirtillo. "Grazie a questo investimento sarà possibile stoccare in celle frigo al porto fino a 2.700 containers simultaneamente. Questo ci permetterà di effettuare spedizioni a pieno carico su navi cargo dirette in Europa (ai porti di Rotterdam e Tilbury), cosa che ci offrirà un enorme vantaggio in termini di tempo".

Clicca qui per un reportage fotografico sui mirtilli in Uruguay


"Inizialmente, infatti, le navi cargo dovevano fare la spola tra diversi porti uruguayani per completare un carico, ma in futuro ciò non sarà più necessario. Specialmente per il nostro export verso l'Europa ciò costituisce un grande vantaggio. Pochi anni fa era più facile inviare il mirtillo via aerea, ma ormai i tempi dei prezzi da prodotto di fascia alta sono finiti e quindi ci siamo adattati a quelle procedure di produzione e distribuzione che i prezzi attuali ci permettono di affrontare".

Clicca qui per un reportage fotografico sui mirtilli in Uruguay

Il porto di Montevideo

La coltivazione di mirtilli in Uruguay è ancora in crescita. Il prodotto viene commercializzato principalmente sui mercati americani ed europei (in percentuali del 50/50%). Secondo Upefruy, un ulteriore incremento della produzione dovrebbe trovare il proprio sbocco commerciale in Europa. Proprio in ragione di questa prospettiva, quest'anno Uruguay, Cile e Argentina hanno avviato una promozione combinata (vedi anche precedente articolo).

Per maggiori info: www.blueberriesfromthesouth.com

Clicca qui per un reportage fotografico sui mirtilli in Uruguay


Contatti:
Uruguay Blueberries
info@upefruy.org
marta.bentancur@gmail.com
www.upefruy.org

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto