Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Con video scaricabili!

Cinque domande ad Ambrogio De Ponti (AOP UnoLombardia)

Agli inizi di luglio 2009 FreshPlaza ha intervistato Ambrogio De Ponti, presidente di AOP UnoLombardia - Associazione delle Organizzazioni di ProduttoriOrtofrutticoli della Lombardia, la quale raggruppa le principali realtà presenti nella regione:

- Agronomia (IV gamma);
- Bellaguarda (angurie, meloni, zucche e pere mantovane);
- C.OR.MA. (pere mantovane a marchio IGP);
- Melavì (mele della Valtellina, per cui è in corso la richiesta di IGP);
- OASI (IV gamma);
- Ortonatura (ortaggi e IV gamma);
- Il Tricolore (IV gamma);
- POA (pomodoro da industria).
- Sole e Rugiada (IV gamma)

FreshPlaza ha rivolto ad Ambrogio De Ponti cinque domande sull'attuale momento di mercato e sulle opportunità da cogliere per il futuro. Per ogni domanda è scaricabile anche un video (in formato .wmv).

Come sta reagendo il mondo delle OP alla crisi economica?

"La risposta di un sistema aggregato ha in sé una capacità di risposta molto più efficiente e un'elasticità intrinseca molto più forte rispetto a realtà non aggregate. I dati che ricevo sono certamente di difficoltà, ma non di disperazione, a conferma che un sistema organizzato riesce ad ammortizzare momenti di difficoltà come questi, dando risposte positive ai produttori". Clicca qui per scaricare il video.

Quale oggi il rapporto con la GDO?

"Ritengo ci sia, ancora più di un anno fa, spazio e bisogno di avviare rapporti con la grande distribuzione, che vadano oltre la dimensione esclusivamente commerciale. Credo che in un sistema organizzato come il nostro sia auspicabile un rapporto anche più istituzionale con la GDO, cioè che si possa parlare non soltanto di prezzi e di qualità, ma di tutto il sistema di filiera che noi rappresentiamo insieme con loro. C'è assolutamente bisogno di provare a metterci ad un tavolo e discutere con serenità dei problemi che tutta la catena ha, tanto i nostri, quanto i loro, e per rendere più efficiente l'intero sistema, a beneficio anche dei consumatori.

Il problema è che oggi non esiste un tavolo, un luogo fisico nel quale materialmente incontrarci ed è responsabilità di entrambe le parti individuarlo al più presto, con la massima serenità. Non manca, infatti, la materia per un dialogo, come sempre accade tra partners commerciali. Abbiamo moltissime cose di cui discutere, dalla doppia etichettatura per i prodotti confezionati, agli imballaggi, alla logistica, all'ottimizzazione della filiera. Il tutto al fine di una maggiore competitività reciproca". Clicca qui per scaricare il video.


Ambrogio De Ponti. (Foto: FreshPlaza Italia)

Come valutate il piano europeo di distribuzione gratuita di frutta nelle scuole?

"Siamo su questo progetto assolutamente allineati e siamo pronti a dare risposte quando il Ministero farà uscire i bandi. Una realtà come AOP Uno Lombardia, che ha in sé forti contenuti di innovazione, può rispondere adeguatamente a questa nuova tipologia di forniture. Si pensi ad esempio che la nostra associazione rappresenta la quasi totalità del comparto produttivo di IV gamma della Lombardia (regione che pesa per circa l'80% di questo settore a livello nazionale). Questi prodotti freschi già lavati, tagliati e pronti al consumo costituiscono una delle modalità più adeguate per poter fornire frutta e verdura agli alunni delle nostre scuole.

Al di là del valore economico, comunque, apprezziamo anche il valore culturale di questo progetto, che può gettare basi più solide di consapevolezza nel consumo di frutta e verdura, con ricadute positive per tutto il nostro settore e per tutta la comunità nel suo insieme. Siamo dunque doppiamente contenti per questa iniziativa". Clicca qui per scaricare il video.

Quale l'evoluzione della base sociale di AOP UnoLombardia?

"AOP UnoLOmbardia è una realtà giovanissima, essendo nata tre anni fa. Siamo partiti con un fatturato che valeva circa 25-30 milioni di euro, oggi siamo oltre 200 milioni di euro, a chiara indicazione di un trend molto positivo. L'idea di aggregazione incarnata da AOP UnoLOmbardia è quella di costituire una struttura molto leggera, che si preoccupa del coordinamento commerciale per tutte le OP, di una gestione efficiente dei piani operativi e del rapporto con le istituzioni preposte.

Uno dei risultati più interessanti della nostra aggregazione è quello di essere riusciti a mettere insieme anche OP concorrenti tra loro: al di là del mercato, infatti, esistono punti di incontro su problematiche comuni, che tutti, indipendentemente dalla specifica area commerciale, hanno interesse ad affrontare e risolvere. Si tratta di un aspetto molto positivo, perché il nostro compito è anche quello di generare una cultura d'impresa, fondata sul valore del lavorare insieme e della stima reciproca. E' nostro dovere, al di là degli aspetti commerciali, anche accompagnare i nostri soci verso un'idea positiva dei rapporti tra loro". Clicca qui per scaricare il video.


(Foto: FreshPlaza Italia)

Quali le ultime innovazioni di prodotto e di processo nell'ambito di AOP UnoLombardia?

"Dal punto di vista dell'innovazione di prodotto, tutti i nostri soci investono convintamente in ricerca e sviluppo. AOP UnoLombardia, come struttura di servizio per le OP, sta invece focalizzando i propri sforzi verso una significativa innovazione di processo, che produrrà un ritorno di valore importantissimo per tutta la nostra aggregazione.

Attraverso un progetto di oltre 50 milioni di euro, concordato con la Regione Lombardia, stiamo lavorando sulla centralizzazione dei nostri dati produttivi, da tradurre in un unico linguaggio informatico. Grazie alla collaborazione dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca stiamo mettendo a punto un sistema che sarà in grado di dialogare automaticamente con ogni singolo software in uso presso le nostre OP socie, estrapolando i dati che ci servono ed elaborandoli per fornirci un quadro più chiaro della situazione, sul quale impostare politiche e strategie.

Infatti, il vero problema che abbiamo sotto il profilo della produzione è che attualmente è molto difficile effettuare una programmazione, non solo perché la natura stessa della nostra attività, esposta com'è ai fattori climatici, presenta sempre delle incognite e dei margini di imprevedibilità, ma anche perché finora ci è mancato lo scambio, la raccolta e la centralizzazione delle informazioni, che sono alla base di qualunque pianificazione.

I vantaggi per i nostri produttori saranno enormi, perché saremo in grado di prevedere eventuali momenti di surplus produttivo e orientare le scelte commerciali di conseguenza. Inoltre, come realtà aggregata che deve essere in grado di dialogare con le istituzioni, da domani potremo farlo "dati alla mano" e in tempo reale.

L'Università degli Studi di Milano-Bicocca, che pure non è certo specializzata in materia agricola, ci ha dimostrato il massimo entusiasmo per lo sviluppo di questo progetto: è come se L'Università aspettasse un partner e sono molto orgoglioso che sia proprio l'agricoltura questo partner, dato che il nostro settore produttivo viene spesso considerato l'ultimo in termini di innovazione. Stavolta invece siamo stati i primi." Clicca qui per scaricare il video.

AOP Unolombardia
Via Cechov 1
20098 San Giuliano Milanese (MI) - Italy
Tel.: +39 02 98249067
Fax: +39 02 98240883
E-mail



Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto