La Filiera Garantita di Bonduelle

Con una visita a una delle proprie aziende fornitrici di baby leaf e al proprio impianto di lavorazione di San Paolo d'Argon (BG), martedi' 11 ottobre 2016, Bonduelle Italia ha presentato il progetto Filiera Garantita®, il progetto per far conoscere al consumatore tutti i controlli che vengono effettuati dal campo alla tavola. Segui la filiera Bonduelle negli scatti di FreshPlaza. (Foto di: Andrea Minghelli)
Con una visita a una delle proprie aziende fornitrici di baby leaf e al proprio impianto di lavorazione di San Paolo d'Argon (BG), martedi' 11 ottobre 2016, Bonduelle Italia ha presentato il progetto Filiera Garantita®, il progetto per far conoscere al consumatore tutti i controlli che vengono effettuati dal campo alla tavola. Segui la filiera Bonduelle negli scatti di FreshPlaza. (Foto di: Andrea Minghelli)
Tutto inizia in campo. Qui siamo nell'azienda agricola Vallere, nell'omonima frazione del bergamasco, visitata martedi' 11 ottobre 2016. L'azienda e' un esempio di produzione all'avanguardia di baby leaf all'interno del panorama Bonduelle. In foto i due fratelli, titolari dell'azienda ereditata dal padre, Angelo Salera, che l'ha fondata negli anni '50. Nella foto a sinistra Nicola, a destra Marco.
Tutto inizia in campo. Qui siamo nell'azienda agricola Vallere, nell'omonima frazione del bergamasco, visitata martedi' 11 ottobre 2016. L'azienda e' un esempio di produzione all'avanguardia di baby leaf all'interno del panorama Bonduelle. In foto i due fratelli, titolari dell'azienda ereditata dal padre, Angelo Salera, che l'ha fondata negli anni '50. Nella foto a sinistra Nicola, a destra Marco.
A sinistra Raffaele Rocchetti, responsabile dell'OP Oasi, societa' agricola indipendente che applica, dal punto di vista agronomico, gli standard Bonduelle. I suoi consorziati forniscono la materia prima, da loro prodotta, in esclusiva alle strutture industriali di OP Oasi che produce in esclusiva per Bonduelle prodotti di IV Gamma.
A sinistra Raffaele Rocchetti, responsabile dell'OP Oasi, societa' agricola indipendente che applica, dal punto di vista agronomico, gli standard Bonduelle. I suoi consorziati forniscono la materia prima, da loro prodotta, in esclusiva alle strutture industriali di OP Oasi che produce in esclusiva per Bonduelle prodotti di IV Gamma.
Preparazione del terreno.
Preparazione del terreno.
Fase di preparazione del terreno prima della semina. Una delle particolarita' della Vallere e' che la maggior parte dei trattori impiegati in serra sono Euro 4 e uno speciale filtro antiparticolato permette di evitare l'immissione di gas di scarico sotto le coperture. Nel dettaglio, i fumi vengono raccolti in un filtro che viene svuotato automaticamente dal trattore quando pieno.
Fase di preparazione del terreno prima della semina. Una delle particolarita' della Vallere e' che la maggior parte dei trattori impiegati in serra sono Euro 4 e uno speciale filtro antiparticolato permette di evitare l'immissione di gas di scarico sotto le coperture. Nel dettaglio, i fumi vengono raccolti in un filtro che viene svuotato automaticamente dal trattore quando pieno.
Altro momento di preparazione del letto di semina.
Altro momento di preparazione del letto di semina.
Tutto l'iter che portera' a una busta d'insalata di IV gamma parte dal seme, dalla scelta della varieta' alla sua semina. Alla Vallere si utilizza una seminatrice di precisione che evita il doppio seme.
Tutto l'iter che portera' a una busta d'insalata di IV gamma parte dal seme, dalla scelta della varieta' alla sua semina. Alla Vallere si utilizza una seminatrice di precisione che evita il doppio seme.
Baby leaf durante la loro crescita. Alla Vallere coltivano praticamente ogni tipo d'insalatina, dal lattughino alla valerianella, dalla romana verde al pak choi rosso, che e' un'esclusiva Bonduelle.
Baby leaf durante la loro crescita. Alla Vallere coltivano praticamente ogni tipo d'insalatina, dal lattughino alla valerianella, dalla romana verde al pak choi rosso, che e' un'esclusiva Bonduelle.
L'azienda dei fratelli Salera possiede 16 ettari di serre, la maggior parte dei quali a multicampata, un sistema che l'impresa usa da 5 anni a questa parte. In previsione hanno la costruzione di altri 4 ettari di serre.
L'azienda dei fratelli Salera possiede 16 ettari di serre, la maggior parte dei quali a multicampata, un sistema che l'impresa usa da 5 anni a questa parte. In previsione hanno la costruzione di altri 4 ettari di serre.
Irrigazione a pioggia.
Irrigazione a pioggia.
Produzione di valerianella. Da notare la tecnica utilizzata per agevolare la raccolta che, per quest'insalatina, vuole che venga effettuata a mazzetto: l'uso di un letto di sabbia tiene leggermente piu' alta la lama del taglio durante la raccolta, evitando di tirar su radice e terra. E' una tecnica che viene dalle zone di produzione di Nantes (Francia), da cui e' originaria la valerianella.
Produzione di valerianella. Da notare la tecnica utilizzata per agevolare la raccolta che, per quest'insalatina, vuole che venga effettuata a mazzetto: l'uso di un letto di sabbia tiene leggermente piu' alta la lama del taglio durante la raccolta, evitando di tirar su radice e terra. E' una tecnica che viene dalle zone di produzione di Nantes (Francia), da cui e' originaria la valerianella.
La Vallere ha praticamente rimpiazzato la raccolta manuale con una meccanizzata, usando macchine elettriche, e quindi per nulla inquinanti, come quella in foto.
La Vallere ha praticamente rimpiazzato la raccolta manuale con una meccanizzata, usando macchine elettriche, e quindi per nulla inquinanti, come quella in foto.
Prima dell'arrivo delle macchine la raccolta era manuale con attrezzi come quelli in foto, e se prima servivano 8 persone e 50 ore di lavoro per raccogliere tutta l'insalatina di una serra, oggi bastano 3 persone e 3 ore di lavoro.
Prima dell'arrivo delle macchine la raccolta era manuale con attrezzi come quelli in foto, e se prima servivano 8 persone e 50 ore di lavoro per raccogliere tutta l'insalatina di una serra, oggi bastano 3 persone e 3 ore di lavoro.
Negli ultimi anni la tecnologia nel mondo della IV gamma ha fatto notevoli passi in avanti.
Negli ultimi anni la tecnologia nel mondo della IV gamma ha fatto notevoli passi in avanti.
Valerianella appena raccolta.
Valerianella appena raccolta.
Una serra a raccolta finita. Qui c'era del lattughino.
Una serra a raccolta finita. Qui c'era del lattughino.
La Vallere produce anche pak choi rosso, un'insalatina esclusiva di Bonduelle.
La Vallere produce anche pak choi rosso, un'insalatina esclusiva di Bonduelle.
Uno degli espedienti usati all'azienda dei fratelli Salera. Specie d'estate, per proteggere la valerianella dal sole eccessivo, si srotolano questi ombreggianti.
Uno degli espedienti usati all'azienda dei fratelli Salera. Specie d'estate, per proteggere la valerianella dal sole eccessivo, si srotolano questi ombreggianti.
Ogni campata delle serre e' numerata, per garantire la tracciabilita' e permettere di risalire, dalla busta, al lotto di produzione.
Ogni campata delle serre e' numerata, per garantire la tracciabilita' e permettere di risalire, dalla busta, al lotto di produzione.
La Vallere usa un impianto di cogenerazione a cippato per riscaldare le serre d'inverno e abbassare i tempi di crescita delle baby leaf che, col freddo, tendono ad allungarsi.
La Vallere usa un impianto di cogenerazione a cippato per riscaldare le serre d'inverno e abbassare i tempi di crescita delle baby leaf che, col freddo, tendono ad allungarsi.
Per il riscaldamento ci sono in azienda circa 50 km di tubi d'acqua calda, scaldata dall'impianto di cogenerazione.
Per il riscaldamento ci sono in azienda circa 50 km di tubi d'acqua calda, scaldata dall'impianto di cogenerazione.
Dal campo, la materia prima arriva nello stabilimento di lavorazione di San Paolo d'Argon (BG) in circa un'ora. Qui vengono effettuati anche tutta una serie di test di laboratorio (in foto) per controllare i residui, eventuali contaminazioni microbiologiche o presenza di metalli pesanti. Qui pure si analizza anche l'acqua usata nella struttura di lavorazione.
Dal campo, la materia prima arriva nello stabilimento di lavorazione di San Paolo d'Argon (BG) in circa un'ora. Qui vengono effettuati anche tutta una serie di test di laboratorio (in foto) per controllare i residui, eventuali contaminazioni microbiologiche o presenza di metalli pesanti. Qui pure si analizza anche l'acqua usata nella struttura di lavorazione.
Il laboratorio di San Paolo d'Argon (BG) e' accreditato dal Ministero della Salute. Qui si analizzano anche 2mila campioni di materia prima all'anno, come pure campioni di buste e campioni di prodotto fresco provenienti dagli stabilimenti del gruppo Bonduelle in Francia e Germania.
Il laboratorio di San Paolo d'Argon (BG) e' accreditato dal Ministero della Salute. Qui si analizzano anche 2mila campioni di materia prima all'anno, come pure campioni di buste e campioni di prodotto fresco provenienti dagli stabilimenti del gruppo Bonduelle in Francia e Germania.
Sul fronte dei residui, ogni analisi va alla ricerca di ben 260-270 principi attivi. Ogni volta.
Sul fronte dei residui, ogni analisi va alla ricerca di ben 260-270 principi attivi. Ogni volta.
…
L'arrivo della materia prima nello stabilimento di San Paolo d'Argon (BG). Dei 46 controlli che vengono fatti dal campo alla busta il 60% si svolge da questo punto in avanti. Il primo e' la temperatura controllata: il freddo e' infatti l'unico conservante dei prodotti di IV gamma.
L'arrivo della materia prima nello stabilimento di San Paolo d'Argon (BG). Dei 46 controlli che vengono fatti dal campo alla busta il 60% si svolge da questo punto in avanti. Il primo e' la temperatura controllata: il freddo e' infatti l'unico conservante dei prodotti di IV gamma.
Lo stabilimento copre 50mila mq, di cui la meta' di lavorazione, con 5 linee di confezionamento per le insalatine e 6 per le adulte (o croccanti).
Lo stabilimento copre 50mila mq, di cui la meta' di lavorazione, con 5 linee di confezionamento per le insalatine e 6 per le adulte (o croccanti).
Le linee di lavaggio di lattuga e baby leaf. Ogni linea prevede 3 cicli di lavaggio, ognuno con acqua potabile pulita.
Le linee di lavaggio di lattuga e baby leaf. Ogni linea prevede 3 cicli di lavaggio, ognuno con acqua potabile pulita.
La fase di asciugatura della materia prima, dopo il lavaggio. Bonduelle usa esclusivamente un'asciugatura per centrifuga.
La fase di asciugatura della materia prima, dopo il lavaggio. Bonduelle usa esclusivamente un'asciugatura per centrifuga.
Uno degli step di controllo: un visore ottico scarta le foglie non conformi a quello che dovra' essere il risultato finale.
Uno degli step di controllo: un visore ottico scarta le foglie non conformi a quello che dovra' essere il risultato finale.
Selezionate, lavate, asciugate e selezionate, le foglie sono pronte per 'l'ultimo miglio' prima di finire in busta. In questa fase si nota, nei tubi bianchi, un'ulteriore abbattimento della temperatura.
Selezionate, lavate, asciugate e selezionate, le foglie sono pronte per 'l'ultimo miglio' prima di finire in busta. In questa fase si nota, nei tubi bianchi, un'ulteriore abbattimento della temperatura.
Uno degli step finali prima del confezionamento: la pesatura secondo le grammature di quella che sara' la busta finale che troveremo sullo scaffale.
Uno degli step finali prima del confezionamento: la pesatura secondo le grammature di quella che sara' la busta finale che troveremo sullo scaffale.

© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto