A Lusia (RO) si seminano le idee per la filiera orticola

"Richiamandosi volutamente nel titolo all'evento "Seminiamo le Idee...", organizzato da FreshPlaza in occasione di MACFRUT 2011, si e' svolta in data 16 dicembre 2011 l'iniziativa "Seminiamo le idee... La filiera orticola, opportunita' per il territorio", organizzata dal Consorzio di Tutela dell'Insalata di Lusia IGP e dall'Azienda Mercati, ente gestore dei mercati ortofrutticoli di Lusia e Rosolina, con il patrocinio delle principali istituzioni della Provincia di Rovigo e la collaborazione di Veneto Agricoltura e del CSO-Centro Servizi Ortofrutticoli."
"Richiamandosi volutamente nel titolo all'evento "Seminiamo le Idee...", organizzato da FreshPlaza in occasione di MACFRUT 2011, si e' svolta in data 16 dicembre 2011 l'iniziativa "Seminiamo le idee... La filiera orticola, opportunita' per il territorio", organizzata dal Consorzio di Tutela dell'Insalata di Lusia IGP e dall'Azienda Mercati, ente gestore dei mercati ortofrutticoli di Lusia e Rosolina, con il patrocinio delle principali istituzioni della Provincia di Rovigo e la collaborazione di Veneto Agricoltura e del CSO-Centro Servizi Ortofrutticoli."
La sala.
La sala.
Un momento dei saluti da parte delle autorita'.
Un momento dei saluti da parte delle autorita'.
Il Sindaco di Lusia, Sergio Vignaga.
Il Sindaco di Lusia, Sergio Vignaga.
Il pubblico in sala.
Il pubblico in sala.
L'Assessore provinciale all'agricoltura, Claudio Bellan.
L'Assessore provinciale all'agricoltura, Claudio Bellan.
In rappresentanza della Camera di Commercio, Vitaliano Bressanin (presidente dell'Azienda Mercati).
In rappresentanza della Camera di Commercio, Vitaliano Bressanin (presidente dell'Azienda Mercati).
Le eccellenze orticole del territorio.
Le eccellenze orticole del territorio.
Una bella esposizione di alcune delle principali referenze orticole del Polesine. Oltre all'Insalata di Lusia IGP, il territorio vanta anche altri prodotti a denominazione: l'Aglio Bianco Polesano DOP, il Radicchio di Chioggia IGP e il Riso del Delta del Po IGP.
Una bella esposizione di alcune delle principali referenze orticole del Polesine. Oltre all'Insalata di Lusia IGP, il territorio vanta anche altri prodotti a denominazione: l'Aglio Bianco Polesano DOP, il Radicchio di Chioggia IGP e il Riso del Delta del Po IGP.
I lavori sono stati coordinati da Rossella Gigli, caporedattore di FreshPlaza Italia.
I lavori sono stati coordinati da Rossella Gigli, caporedattore di FreshPlaza Italia.
Una prima parte della serata e' stata dedicata a tre relazioni su aspetti generali della produzione e del commercio orticolo (Luciano Trentini - CSO - in foto), dell'innovazione varietale (Franco Tosini - Veneto Agricoltura) e delle tecniche colturali ambientalmente sostenibili (Manuela Impallari - Novamont).
Una prima parte della serata e' stata dedicata a tre relazioni su aspetti generali della produzione e del commercio orticolo (Luciano Trentini - CSO - in foto), dell'innovazione varietale (Franco Tosini - Veneto Agricoltura) e delle tecniche colturali ambientalmente sostenibili (Manuela Impallari - Novamont).
Un momento della relazione di Luciano Trentini sul contesto produttivo e l'andamento dei consumi dei prodotti a foglia.
Un momento della relazione di Luciano Trentini sul contesto produttivo e l'andamento dei consumi dei prodotti a foglia.
Alcune delle slides presentate da Luciano Trentini. Puglia, Emilia Romagna, Campania e Sicilia sono le regioni leader in Italia per la produzione di ortaggi.
Alcune delle slides presentate da Luciano Trentini. Puglia, Emilia Romagna, Campania e Sicilia sono le regioni leader in Italia per la produzione di ortaggi.
Le dinamiche dell'import/export di ortaggi freschi. Si noti come recentemente le esportazioni italiane abbiano registrato una ripresa, mentre le importazioni siano in flessione.
Le dinamiche dell'import/export di ortaggi freschi. Si noti come recentemente le esportazioni italiane abbiano registrato una ripresa, mentre le importazioni siano in flessione.
Le note dolenti: l'acquisto medio di ortaggi da parte delle famiglie italiane nell'arco di tempo che va dal 2000 al 2010 e' drasticamente diminuito (-35%), portando il consumo pro-capite giornaliero dai 247 grammi del 2000 ai 160 del 2010...
Le note dolenti: l'acquisto medio di ortaggi da parte delle famiglie italiane nell'arco di tempo che va dal 2000 al 2010 e' drasticamente diminuito (-35%), portando il consumo pro-capite giornaliero dai 247 grammi del 2000 ai 160 del 2010...
... Luciano Trentini ricorda in questa sede che il quantitativo minimo di consumo ortofrutticolo giornaliero consigliato dall'OMS-Organizzazione Mondiale della Sanita' sarebbe invece di 400 grammi.
... Luciano Trentini ricorda in questa sede che il quantitativo minimo di consumo ortofrutticolo giornaliero consigliato dall'OMS-Organizzazione Mondiale della Sanita' sarebbe invece di 400 grammi.
Slide di sintesi sulla IV gamma (insalate in busta).
Slide di sintesi sulla IV gamma (insalate in busta).
L'andamento degli acquisti al dettaglio.
L'andamento degli acquisti al dettaglio.
Interesse da parte della platea.
Interesse da parte della platea.
"Il secondo relatore e' Franco Tosini del Centro sperimentale "Po di Tramontana" di Veneto Agricoltura, il quale ha presentato una sintesi sul lavoro svolto dal Centro nel 2011."
"Il secondo relatore e' Franco Tosini del Centro sperimentale "Po di Tramontana" di Veneto Agricoltura, il quale ha presentato una sintesi sul lavoro svolto dal Centro nel 2011."
In termini di superfici investite a orticole, il grafico a torta mostra quanto pesa il Veneto (in rosso nel grafico) rispetto alle altre principali regioni produttrici italiane.
In termini di superfici investite a orticole, il grafico a torta mostra quanto pesa il Veneto (in rosso nel grafico) rispetto alle altre principali regioni produttrici italiane.
Un momento dell'intervento di Franco Tosini.
Un momento dell'intervento di Franco Tosini.
I parametri presi in esame dal Centro sperimentale per l'analisi sensoriale della lattuga di Lusia.
I parametri presi in esame dal Centro sperimentale per l'analisi sensoriale della lattuga di Lusia.
Veneto Agricoltura si e' anche attivata, nell'anno 2011, per la ricerca di soluzioni al problema della fusariosi della lattuga.
Veneto Agricoltura si e' anche attivata, nell'anno 2011, per la ricerca di soluzioni al problema della fusariosi della lattuga.
In ultimo, il dott. Tosini ha riferito anche circa all'utilizzo della pacciamatura biodegradabile, passando cosi' il testimone alla relazione successiva.
In ultimo, il dott. Tosini ha riferito anche circa all'utilizzo della pacciamatura biodegradabile, passando cosi' il testimone alla relazione successiva.
Per l'azienda Novamont e' intervenuta Manuela Impallari.
Per l'azienda Novamont e' intervenuta Manuela Impallari.
La relazione ha preso in esame gli usi e le prospettive del materiale biodegradabile in agricoltura.
La relazione ha preso in esame gli usi e le prospettive del materiale biodegradabile in agricoltura.
Un momento dell'intervento di Manuela Impallari (la quale e' intervenuta in sostituzione della collega Sara Guerrini).
Un momento dell'intervento di Manuela Impallari (la quale e' intervenuta in sostituzione della collega Sara Guerrini).
Ipotesi di lavoro. Cosa accadrebbe nel caso in cui i teli neri di plastica tradizionale fossero sostituiti per il 20% con teli neri in materiale biodegradabile?
Ipotesi di lavoro. Cosa accadrebbe nel caso in cui i teli neri di plastica tradizionale fossero sostituiti per il 20% con teli neri in materiale biodegradabile?
…
…
Rossella Gigli va ad introdurre la seconda fase dei lavori: una tavola rotonda, condotta secondo una modalita' inconsueta in queste occasioni e cioe' quella dell'analisi SWOT. Tale analisi viene usata per valutare i punti di forza (Strengths), debolezza (Weaknesses), le opportunita' (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto. Viene impiegata in ogni situazione in cui un'organizzazione o un individuo devono prendere delle decisioni per raggiungere un determinato obiettivo.
Rossella Gigli va ad introdurre la seconda fase dei lavori: una tavola rotonda, condotta secondo una modalita' inconsueta in queste occasioni e cioe' quella dell'analisi SWOT. Tale analisi viene usata per valutare i punti di forza (Strengths), debolezza (Weaknesses), le opportunita' (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto. Viene impiegata in ogni situazione in cui un'organizzazione o un individuo devono prendere delle decisioni per raggiungere un determinato obiettivo.
La tavola rotonda ha coinvolto otto personalita' rappresentative del territorio e della filiera orticola. In prima fila, da sinistra: Cesare Bello' (direttore OPO Veneto), Vitaliano Bressanin (presidente Azienda Mercati) e Umberto Perosa (direttore generale Banca Adige Po - Credito cooperativo di Lusia). In seconda fila, da sinistra: Luciano Fornari (Euro-productions packaging), Alessio Targa (operatore commerciale del Mercato ortofrutticolo di Lusia), Fabio Masiero (Agricola Lusia), Alessandro Braggion (presidente Consorzio Insalata di Lusia IGP) e Massimo Ferrarese (presidente del consorzio Trans Lusia).
La tavola rotonda ha coinvolto otto personalita' rappresentative del territorio e della filiera orticola. In prima fila, da sinistra: Cesare Bello' (direttore OPO Veneto), Vitaliano Bressanin (presidente Azienda Mercati) e Umberto Perosa (direttore generale Banca Adige Po - Credito cooperativo di Lusia). In seconda fila, da sinistra: Luciano Fornari (Euro-productions packaging), Alessio Targa (operatore commerciale del Mercato ortofrutticolo di Lusia), Fabio Masiero (Agricola Lusia), Alessandro Braggion (presidente Consorzio Insalata di Lusia IGP) e Massimo Ferrarese (presidente del consorzio Trans Lusia).
L'impostazione della tavola rotonda. Ciascuno dei partecipanti ha fornito alla coordinatrice dei lavori specifiche indicazioni di analisi sulla realta' orticola locale, individuandone i fattori positivi e quelli negativi. I punti emersi sono stati via via trascritti su una lavagna scolastica di tipo tradizionale.
L'impostazione della tavola rotonda. Ciascuno dei partecipanti ha fornito alla coordinatrice dei lavori specifiche indicazioni di analisi sulla realta' orticola locale, individuandone i fattori positivi e quelli negativi. I punti emersi sono stati via via trascritti su una lavagna scolastica di tipo tradizionale.
Sul retro della lavagna sono state a loro volta appuntate le idee, le proposte, nonche' gli obiettivi che la tavola rotonda ha consentito di far emergere nel corso del confronto e che sono state poi oggetto di un dibattito con il pubblico presente in sala.
Sul retro della lavagna sono state a loro volta appuntate le idee, le proposte, nonche' gli obiettivi che la tavola rotonda ha consentito di far emergere nel corso del confronto e che sono state poi oggetto di un dibattito con il pubblico presente in sala.
La parola a Vitaliano Bressanin (presidente Azienda Mercati).
La parola a Vitaliano Bressanin (presidente Azienda Mercati).
Vitaliano Bressanin.
Vitaliano Bressanin.
Cominciamo a prendere nota!
Cominciamo a prendere nota!
La parola passa ad Alessandro Braggion (presidente Consorzio Insalata di Lusia IGP).
La parola passa ad Alessandro Braggion (presidente Consorzio Insalata di Lusia IGP).
E' ora la volta di Alessio Targa (operatore commerciale del Mercato ortofrutticolo di Lusia).
E' ora la volta di Alessio Targa (operatore commerciale del Mercato ortofrutticolo di Lusia).
Fabio Masiero dell'ufficio commerciale dell'azienda Agricola Lusia ha altri punti di analisi da aggiungere al quadro.
Fabio Masiero dell'ufficio commerciale dell'azienda Agricola Lusia ha altri punti di analisi da aggiungere al quadro.
Fabio Masiero.
Fabio Masiero.
Cesare Bello' (direttore OPO Veneto) esprime apprezzamento per il metodo di lavoro che la tavola rotonda ha adottato.
Cesare Bello' (direttore OPO Veneto) esprime apprezzamento per il metodo di lavoro che la tavola rotonda ha adottato.
Un momento dell'intervento di Cesare Bello'.
Un momento dell'intervento di Cesare Bello'.
Massimo Ferrarese (presidente del consorzio Trans Lusia) porta il suo contributo all'analisi.
Massimo Ferrarese (presidente del consorzio Trans Lusia) porta il suo contributo all'analisi.
E' la volta di Luciano Fornari (Euro-productions packaging).
E' la volta di Luciano Fornari (Euro-productions packaging).
Umberto Perosa (direttore generale Banca Adige Po - Credito cooperativo di Lusia) apporta alcune valutazioni a carattere finanziario alla discussione.
Umberto Perosa (direttore generale Banca Adige Po - Credito cooperativo di Lusia) apporta alcune valutazioni a carattere finanziario alla discussione.
Un momento dell'intervento di Umberto Perosa.
Un momento dell'intervento di Umberto Perosa.
Lo schema di analisi SWOT prende forma.
Lo schema di analisi SWOT prende forma.
Il risultato dei lavori della tavola rotonda.
Il risultato dei lavori della tavola rotonda.
Proposte, idee, obiettivi per il futuro del comprensorio orticolo della provincia di Rovigo.
Proposte, idee, obiettivi per il futuro del comprensorio orticolo della provincia di Rovigo.
Si passa ad una ulteriore fase di discussione, che ha coinvolto anche il pubblico presente in sala.
Si passa ad una ulteriore fase di discussione, che ha coinvolto anche il pubblico presente in sala.
Cesare Bello' in un momento di scambio con il pubblico.
Cesare Bello' in un momento di scambio con il pubblico.
Giungono sul palco anche i rappresentanti delle associazioni di categoria. Prende la parola Mauro Giuriolo, presidente provinciale della Coldiretti.
Giungono sul palco anche i rappresentanti delle associazioni di categoria. Prende la parola Mauro Giuriolo, presidente provinciale della Coldiretti.
Il rappresentante della Cia-Confederazione Italiana Agricoltori.
Il rappresentante della Cia-Confederazione Italiana Agricoltori.
"In conclusione della tavola rotonda, l'Assessore Regionale all'Economia, sviluppo, ricerca e innovazione della Regione Veneto, Marialuisa Coppola, ha commentato quanto emerso dai lavori. "E' significativo - ha detto - che la casella dei fattori negativi di origine interna abbia prevalso nell'analisi"."
"In conclusione della tavola rotonda, l'Assessore Regionale all'Economia, sviluppo, ricerca e innovazione della Regione Veneto, Marialuisa Coppola, ha commentato quanto emerso dai lavori. "E' significativo - ha detto - che la casella dei fattori negativi di origine interna abbia prevalso nell'analisi"."
Un momento dell'intervento dell'Assessore Coppola.
Un momento dell'intervento dell'Assessore Coppola.
L'Assessore e' intervenuto attivamente, inserendo alcune priorita' sulle quali la filiera orticola del territorio potra' da subito lavorare in sinergia con le Istituzioni.
L'Assessore e' intervenuto attivamente, inserendo alcune priorita' sulle quali la filiera orticola del territorio potra' da subito lavorare in sinergia con le Istituzioni.
L'impegno pero' deve essere da entrambe le parti, ha sottolineato Marialuisa Coppola, invitando i protagonisti della filiera ad articolare un progetto per iscritto.
L'impegno pero' deve essere da entrambe le parti, ha sottolineato Marialuisa Coppola, invitando i protagonisti della filiera ad articolare un progetto per iscritto.
In conclusione della serata, Renato Maggiolo fa dono alle protagoniste femminili di un bel cesto di prodotti tipici del territorio.
In conclusione della serata, Renato Maggiolo fa dono alle protagoniste femminili di un bel cesto di prodotti tipici del territorio.
…
FreshPlaza sara' lieta di dar conto, nei prossimi mesi, dell'evoluzione di quanto seminato il 16 dicembre 2011 a Lusia (RO). Un saluto a tutti da Rossella Gigli!
FreshPlaza sara' lieta di dar conto, nei prossimi mesi, dell'evoluzione di quanto seminato il 16 dicembre 2011 a Lusia (RO). Un saluto a tutti da Rossella Gigli!

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono giĆ  iscritto