Visita ai vigneti dell'azienda Milillo di Rutigliano (BA)

Alla meta' di ottobre 2011, il ricercatore Mario Colapietra ha visitato i vigneti dell'azienda Milillo di Rutigliano (BA). La famiglia Leonardo, Vito e Mario Milillo di Rutigliano, pionieri della produzione di uva da tavola Italia di gran pregio in Puglia, hanno cominciato a coltivare anche la Crimson senza semi. In foto, Leonardo Milillo in un vigneto della varieta' Crimson Seedless allevato a tendone e protetto con teli di plastica per ritardare la raccolta e proteggere l'uva dalla pioggia. La produzione ottenuta nell'azienda Milillo e' notevole per quantita' di uva prodotta per ettaro (oltre 30 tonnellate), uniformita' e sviluppo straordinario dei grappoli e delle bacche. Dopo aver eseguito la prima raccolta, si attendono alcuni giorni per far completare la maturazione e colorazione dei grappoli rimasti sulla pianta. La produzione e' certificata GlobalGAP.
Alla meta' di ottobre 2011, il ricercatore Mario Colapietra ha visitato i vigneti dell'azienda Milillo di Rutigliano (BA). La famiglia Leonardo, Vito e Mario Milillo di Rutigliano, pionieri della produzione di uva da tavola Italia di gran pregio in Puglia, hanno cominciato a coltivare anche la Crimson senza semi. In foto, Leonardo Milillo in un vigneto della varieta' Crimson Seedless allevato a tendone e protetto con teli di plastica per ritardare la raccolta e proteggere l'uva dalla pioggia. La produzione ottenuta nell'azienda Milillo e' notevole per quantita' di uva prodotta per ettaro (oltre 30 tonnellate), uniformita' e sviluppo straordinario dei grappoli e delle bacche. Dopo aver eseguito la prima raccolta, si attendono alcuni giorni per far completare la maturazione e colorazione dei grappoli rimasti sulla pianta. La produzione e' certificata GlobalGAP.
Settembre 2001. Presso l'azienda Milillo di Rutigliano, potenti trattrici ed aratri eseguono lo scasso dello strato roccioso calcario su una superficie di 18 ettari, per la realizzazione di un vigneto di uva Italia.
Settembre 2001. Presso l'azienda Milillo di Rutigliano, potenti trattrici ed aratri eseguono lo scasso dello strato roccioso calcario su una superficie di 18 ettari, per la realizzazione di un vigneto di uva Italia.
Dopo l'operazione di scasso del suolo roccioso, potenti macchine frantumano frammenti di roccia per la realizzazione del vigneto.
Dopo l'operazione di scasso del suolo roccioso, potenti macchine frantumano frammenti di roccia per la realizzazione del vigneto.
18 ottobre 2011: vigneto della varieta' Italia allevato a tendone presso l'azienda Milillo di Rutigliano. Notevole e' la produzione e la qualita' dell'uva.
18 ottobre 2011: vigneto della varieta' Italia allevato a tendone presso l'azienda Milillo di Rutigliano. Notevole e' la produzione e la qualita' dell'uva.
Mario Milillo segue costantemente e accuratamente l'evoluzione della maturazione e della sanita' dell'uva Italia del vigneto a tendone coperto con plastica, realizzato nel 2001 su suolo roccioso.
Mario Milillo segue costantemente e accuratamente l'evoluzione della maturazione e della sanita' dell'uva Italia del vigneto a tendone coperto con plastica, realizzato nel 2001 su suolo roccioso.
Come si presenta il vigneto della famiglia Milillo.
Come si presenta il vigneto della famiglia Milillo.
L'uva da tavola Crimson Seedless - costituita in California nel 1983 da David Ramming e Ron Tarailo - e' la seconda varieta' apirena (senza semi), dopo la Sugraone Seedless, per diffusione e produzione. E' commercializzata dalla societa' Orchidea Frutta di Rutigliano, in provincia di Bari, per un volume annuo di circa 300.000 quintali. Parte dell'uva commercializzata e' ottenuta su 150 ettari di proprieta'. I principali mercati di destinazione sono: Belgio, Francia, Polonia, Olanda, Germania, Stati Uniti, Arabia Saudita, e altri.
L'uva da tavola Crimson Seedless - costituita in California nel 1983 da David Ramming e Ron Tarailo - e' la seconda varieta' apirena (senza semi), dopo la Sugraone Seedless, per diffusione e produzione. E' commercializzata dalla societa' Orchidea Frutta di Rutigliano, in provincia di Bari, per un volume annuo di circa 300.000 quintali. Parte dell'uva commercializzata e' ottenuta su 150 ettari di proprieta'. I principali mercati di destinazione sono: Belgio, Francia, Polonia, Olanda, Germania, Stati Uniti, Arabia Saudita, e altri.
Vito e Leonardo Milillo in un vigneto a tendone di eccellente produzione della varieta' Italia (uva con almeno 16 gradi Brix e riscontri economici interessanti). La famiglia Milillo conduce circa 150 ettari: in prevalenza vigneti ad uva da tavola ma anche ciliegie e ortaggi. Soltanto recentemente l'azienda sta coltivando uva Crimson Seedless per la commercializzazione tardiva. La varieta' Italia, costituita dall'italiano Alberto Pirovano nel 1911, se ottenuta in condizioni pedo-climatiche favorevoli e con le opportune tecniche colturali, offre quantita' e qualita' elevata. Essa e' ancora l'uva piu' coltivata, con una produzione nazionale di circa 6 milioni di quintali e il 40% del totale produttivo. E’ disponibile sul mercato dalla meta' di agosto alla meta' di gennaio.
Vito e Leonardo Milillo in un vigneto a tendone di eccellente produzione della varieta' Italia (uva con almeno 16 gradi Brix e riscontri economici interessanti). La famiglia Milillo conduce circa 150 ettari: in prevalenza vigneti ad uva da tavola ma anche ciliegie e ortaggi. Soltanto recentemente l'azienda sta coltivando uva Crimson Seedless per la commercializzazione tardiva. La varieta' Italia, costituita dall'italiano Alberto Pirovano nel 1911, se ottenuta in condizioni pedo-climatiche favorevoli e con le opportune tecniche colturali, offre quantita' e qualita' elevata. Essa e' ancora l'uva piu' coltivata, con una produzione nazionale di circa 6 milioni di quintali e il 40% del totale produttivo. E’ disponibile sul mercato dalla meta' di agosto alla meta' di gennaio.
Nella foto, Leonardo Milillo in uno dei vigneti coltivati a uva Italia. I fratelli Milillo hanno ben inserito nell'attivita' aziendale i propri figli, che rappresentano la terza generazione, ognuno con responsabilita' distinte: controllo qualita', amministrazione, controllo attivita' lavorative. Confortati dall'esperienza dei genitori, partecipano attivamente alla gestione dell'azienda. Il 18 ottobre 2011, in alcuni vigneti Italia dei fratelli Milillo si stava svolgendo la raccolta e il confezionamento di uva in buste da 1 kg per la distribuzione svizzera. L'uva viene commercializzata dalla societa' Peviani SpA che possiede una centrale ortofrutticola in Puglia, a Ginosa (provincia di Taranto).
Nella foto, Leonardo Milillo in uno dei vigneti coltivati a uva Italia. I fratelli Milillo hanno ben inserito nell'attivita' aziendale i propri figli, che rappresentano la terza generazione, ognuno con responsabilita' distinte: controllo qualita', amministrazione, controllo attivita' lavorative. Confortati dall'esperienza dei genitori, partecipano attivamente alla gestione dell'azienda. Il 18 ottobre 2011, in alcuni vigneti Italia dei fratelli Milillo si stava svolgendo la raccolta e il confezionamento di uva in buste da 1 kg per la distribuzione svizzera. L'uva viene commercializzata dalla societa' Peviani SpA che possiede una centrale ortofrutticola in Puglia, a Ginosa (provincia di Taranto).
"Operai eseguono la "potatura invernale" dei vigneti delle varieta' precoci gia' raccolte."
"Operai eseguono la "potatura invernale" dei vigneti delle varieta' precoci gia' raccolte."
Ultimata la potatura del vigneto, e dopo aver predisposto il terreno con alcune lavorazioni, si procede al trapianto della lattuga Lollo Bionda.
Ultimata la potatura del vigneto, e dopo aver predisposto il terreno con alcune lavorazioni, si procede al trapianto della lattuga Lollo Bionda.
"Trapianto dell'insalata riccia Lollo Rossa (Lactuca sativa var. Lollo rossa Spectrum) in un ciliegieto. In Puglia, la raccolta delle ciliegie termina alla fine di giugno. L'idea dei fratelli Milillo di utilizzare l'impianto anche per altre colture, e' particolarmente consigliata per i ciliegieti. Essi, infatti, soffrono, a causa della diffusione di impianti privi di copertura, del rischio di "spacco del frutto" dovuto alle piogge primaverili, all'inizio della maturazione. In questi casi, attuando una rotazione produttiva con le colture orticole e' possibile rifarsi del mancato raccolto o integrare il reddito. L'insalata riccia Lollo Rossa e' molto apprezzata per il gusto delizioso delle sue foglie. Predilige condizioni di esposizione al sole, con clima temperato e notevole resistenza al freddo. Si trapianta alla profondita' di pochi centimetri e alla distanza di 25-30 cm sulla fila e 25-30 cm tra le file."
"Trapianto dell'insalata riccia Lollo Rossa (Lactuca sativa var. Lollo rossa Spectrum) in un ciliegieto. In Puglia, la raccolta delle ciliegie termina alla fine di giugno. L'idea dei fratelli Milillo di utilizzare l'impianto anche per altre colture, e' particolarmente consigliata per i ciliegieti. Essi, infatti, soffrono, a causa della diffusione di impianti privi di copertura, del rischio di "spacco del frutto" dovuto alle piogge primaverili, all'inizio della maturazione. In questi casi, attuando una rotazione produttiva con le colture orticole e' possibile rifarsi del mancato raccolto o integrare il reddito. L'insalata riccia Lollo Rossa e' molto apprezzata per il gusto delizioso delle sue foglie. Predilige condizioni di esposizione al sole, con clima temperato e notevole resistenza al freddo. Si trapianta alla profondita' di pochi centimetri e alla distanza di 25-30 cm sulla fila e 25-30 cm tra le file."

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto