Accademia dei Georgofili - Inaugurazione 257mo Anno Accademico

Si è svolta in data 16 aprile 2010, nello splendido Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, la cerimonia inaugurale del 257mo Anno Accademico dei Georgofili.
Si è svolta in data 16 aprile 2010, nello splendido Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, la cerimonia inaugurale del 257mo Anno Accademico dei Georgofili.
"Il ruolo storico dell'Accademia e' sempre stato quello espresso dal proprio originale motto "prosperitati publicae augendae" (oggi si tradurrebbe: di pubblica utilita') al quale adempie soprattutto approfondendo l’analisi delle nuove conoscenze, raccogliendo ogni elemento disponibile per la loro valutazione, confrontando tutte le idee e fornendo alla pubblica attenzione aggiornate sintesi, utili per chi ha la responsabilita' di scegliere gli orientamenti piu' opportuni."
"Il ruolo storico dell'Accademia e' sempre stato quello espresso dal proprio originale motto "prosperitati publicae augendae" (oggi si tradurrebbe: di pubblica utilita') al quale adempie soprattutto approfondendo l’analisi delle nuove conoscenze, raccogliendo ogni elemento disponibile per la loro valutazione, confrontando tutte le idee e fornendo alla pubblica attenzione aggiornate sintesi, utili per chi ha la responsabilita' di scegliere gli orientamenti piu' opportuni."
Uno squillo di trombe da' l'avvio alla cerimonia.
Uno squillo di trombe da' l'avvio alla cerimonia.
Il saluto del Sindaco di Firenze, Matteo Renzi.
Il saluto del Sindaco di Firenze, Matteo Renzi.
Nel suo saluto, il Sindaco di Firenze ha ricordato che quando una tradizione prestigiosa come la cerimonia inaugurale dell'Anno Accademico dei Georgofili si rinnova, ciò non significa che si voglia guardare al passato, bensì che si intende scrutare il futuro facendo appello alle profonde radici culturali della citta'.
Nel suo saluto, il Sindaco di Firenze ha ricordato che quando una tradizione prestigiosa come la cerimonia inaugurale dell'Anno Accademico dei Georgofili si rinnova, ciò non significa che si voglia guardare al passato, bensì che si intende scrutare il futuro facendo appello alle profonde radici culturali della citta'.
Il Sindaco di Firenze, Matteo Renzi, e il Presidente dell'Accademia dei Georgofili, Franco Scaramuzzi.
Il Sindaco di Firenze, Matteo Renzi, e il Presidente dell'Accademia dei Georgofili, Franco Scaramuzzi.
Da sinistra a destra: Franco Scaramuzzi (Presidente dell'Accademia dei Georgofili), Francesco Salamini (Presidente dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige) e Federico Vecchioni (Presidente Confagricoltura).
Da sinistra a destra: Franco Scaramuzzi (Presidente dell'Accademia dei Georgofili), Francesco Salamini (Presidente dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige) e Federico Vecchioni (Presidente Confagricoltura).
Il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze ha ospitato la cerimonia.
Il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze ha ospitato la cerimonia.
Il solenne contesto.
Il solenne contesto.
Il Presidente Scaramuzzi ha affrontato il tema della sicurezza alimentare, intesa come la soddisfazione quantitativa del fabbisogno alimentare (food security), tanto a livello globale che nazionale.
Il Presidente Scaramuzzi ha affrontato il tema della sicurezza alimentare, intesa come la soddisfazione quantitativa del fabbisogno alimentare (food security), tanto a livello globale che nazionale.
In un contesto di erosione delle risorse agricole disponibili, di crescita demografica, di mutamenti nel modo di alimentarsi, nonché di fattori imponderabili, legati a dinamiche di mercato e di efficienza redistributiva ed energetica, i prodotti e gli approvvigionamenti agroalimentari non vanno dati per scontati. Dall'agricoltura dipende la sopravvivenza stessa del genere umano e dunque il settore primario va messo al centro di politiche attente e lungimiranti.
In un contesto di erosione delle risorse agricole disponibili, di crescita demografica, di mutamenti nel modo di alimentarsi, nonché di fattori imponderabili, legati a dinamiche di mercato e di efficienza redistributiva ed energetica, i prodotti e gli approvvigionamenti agroalimentari non vanno dati per scontati. Dall'agricoltura dipende la sopravvivenza stessa del genere umano e dunque il settore primario va messo al centro di politiche attente e lungimiranti.
La platea.
La platea.
Gli Accademici.
Gli Accademici.
La relazione del Presidente Scaramuzzi e' stata seguita con vivo interesse. Nel loro tono garbato e piacevole, infatti, le parole del Presidente sugli scenari futuri cui l'umanita' tutta rischia di andare incontro sono pesate come macigni.
La relazione del Presidente Scaramuzzi e' stata seguita con vivo interesse. Nel loro tono garbato e piacevole, infatti, le parole del Presidente sugli scenari futuri cui l'umanita' tutta rischia di andare incontro sono pesate come macigni.
Al professor Salamini, accademico dal 1997, e' stato riservato il compito di presentare una prolusione di approfondimento. Salamini ha sottolineato l’importante ruolo svolto dalla ricerca scientifica e dall’innovazione tecnica per lo sviluppo di un’agricoltura piu' produttiva attraverso, in particolare, le opportunita' offerte dalla genetica molecolare.
Al professor Salamini, accademico dal 1997, e' stato riservato il compito di presentare una prolusione di approfondimento. Salamini ha sottolineato l’importante ruolo svolto dalla ricerca scientifica e dall’innovazione tecnica per lo sviluppo di un’agricoltura piu' produttiva attraverso, in particolare, le opportunita' offerte dalla genetica molecolare.
La prolusione di Salamini, ricca di dettagli tecnici, ha dimostrato come la creazione potenziale di organismi vegetali dotati di caratteristiche di perennita', elevata resa produttiva e adattabilita' ad ambienti ostili non sia un'utopia, ma una strada gia' percorribile, grazie ai risultati della ricerca scientifica fin qui condotta.
La prolusione di Salamini, ricca di dettagli tecnici, ha dimostrato come la creazione potenziale di organismi vegetali dotati di caratteristiche di perennita', elevata resa produttiva e adattabilita' ad ambienti ostili non sia un'utopia, ma una strada gia' percorribile, grazie ai risultati della ricerca scientifica fin qui condotta.
Al termine delle relazioni, il Presidente Scaramuzzi ha conferito i diplomi ai nuovi Accademici.
Al termine delle relazioni, il Presidente Scaramuzzi ha conferito i diplomi ai nuovi Accademici.
Il momento della consegna del diploma a Letizia Martirano.
Il momento della consegna del diploma a Letizia Martirano.
"In conclusione, il riconoscimento del premio "Antico Fattore" 2010, consegnato ad un lavoro di ricerca sulla produzione di olio, condotto da Emanuele Boselli, Giuseppe Di Lecce, Natale G. Frega, Gennaro Pieralisi e Rosanna Strabbioli. Il lavoro ha analizzato il profilo qualitativo degli oli prodotti a temperature inferiori a 27 gradi, rispetto a quelli prodotti a temperature superiori."
"In conclusione, il riconoscimento del premio "Antico Fattore" 2010, consegnato ad un lavoro di ricerca sulla produzione di olio, condotto da Emanuele Boselli, Giuseppe Di Lecce, Natale G. Frega, Gennaro Pieralisi e Rosanna Strabbioli. Il lavoro ha analizzato il profilo qualitativo degli oli prodotti a temperature inferiori a 27 gradi, rispetto a quelli prodotti a temperature superiori."

© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto