Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Ursula Schockemöhle (Agrarmarkt Informations-Gesellschaft) sulle banane ecuadoriane:

"Le navi rimangono ormeggiate per giorni fuori dai porti dei Caraibi o della regione del Centro America"

L'Ecuador è uno dei principali Paesi al mondo nel settore bananicolo. Finora ha commercializzato circa il 20% dei suoi prodotti in Russia, pari a circa 1,5 milioni di tonnellate, come ci dice Ursula Schockemöhle (nella foto a destra) di Agrarmarkt Informations-Gesellschaft (AMI). Altre 330mila tonnellate sono andate all'Ucraina. Compensare l’assenza attuale di questi mercati, tuttavia, non è così facile, secondo Schockemöhle.

"Vendere in Ue non è possibile per la mancanza dei certificati. Piccole quantità vengono vendute ad altri Paesi dell'Europa orientale, ma non sono paragonabili al mercato russo", ha affermato Schockemöhle.

Le compagnie di navigazione evitano il Mar Nero e San Pietroburgo
"Il mercato russo viene rifornito tramite i porti sul Mar Nero o San Pietroburgo. Sebbene il porto di San Pietroburgo sia ancora accessibile, la maggior parte delle compagnie di navigazione sanziona i porti russi. Quindi l'Ecuador non ha potuto muovere i suoi abbondanti volumi". I già elevati costi di trasporto stanno aumentando anche a causa dei necessari supplementi di rifornimenti, che dovrebbero essere visti come un'altra conseguenza della guerra russa in Ucraina.

"La mancanza di disponibilità di container è un problema costante. Inoltre, ci sono tempi di transito più lunghi e irregolarità nel traffico. Le navi rimangono attraccate per giorni fuori dai porti dei Caraibi o del Centro America, in attesa della merce. In Europa, abbiamo ancora ritardi perché gli slot di carico e scarico improvvisamente non possono più essere soddisfatti, soprattutto a Rotterdam e Anversa. Questo complica la situazione, soprattutto perché anche i prodotti devono aver raggiunto un preciso livello di maturazione", ha osservato Schockemöhle.

Prezzi delle banane a lungo termine: 7.000 euro per container
Nel corso dell'anno, i prezzi sono all’incirca gli stessi, sia nel settore convenzionale che in quello biologico, a parte il mercato spot. "In passato, il mercato delle banane è stato molto più volatile in termini di prezzi. Questo perché, nel tempo, le banane biologiche si sono affermate in mercati caratterizzati dai contratti a lungo termine. Ora questo ha un impatto anche sul mercato convenzionale. È da molto tempo che non si verificano aumenti settimanali dei prezzi nelle forniture ai retailer".

Le trattative iniziavano sempre nei mesi autunnali e invernali. "L'anno scorso, sono stati negoziati prezzi di costo più elevati per i fornitori, per poter coprire in qualche modo i rincari, ma attualmente questi negoziati sono scaduti". Ad esempio, il prezzo dei container sul mercato spot è attualmente di 7.000 euro.

Tuttavia, non sono previsti colli di bottiglia sul mercato tedesco delle banane. "Il mercato non è sottofornito, anche se ci sono state sicuramente delle carenze. Ma il problema principale sono i numerosi ritardi nei trasporti. Le strozzature che ne derivano non possono essere semplicemente compensate da acquisti aggiuntivi, poiché tutte le banane sono già etichettate più volte negli impianti di confezionamento dell’America Latina, a seconda della loro destinazione. D'altra parte, è anche possibile che una nave sia in ritardo e l'altra arrivi in tempo, con il risultato di raddoppiare la quantità disponibile. Questo rappresenta una sfida, soprattutto per i maturatori, che devono calcolare la maturazione con precisione, in caso di ritardi", ha affermato l'esperto. "Per il mercato tedesco, i Paesi principali rimangono Ecuador e Costa Rica, seguiti da Colombia, Repubblica Dominicana e Perù per le banane biologiche".

Mercato in crescita nel settore biologico
Le banane svolgono un ruolo importante nel settore biologico, secondo Schockemöhle. "Se si guarda alla classifica del settore frutticolo tedesco, ad esempio, le mele sono al primo posto, seguite subito dopo dalle banane. Nel settore biologico, le posizioni sono invertite. Le banane biologiche sono disponibili in ogni negozio, indipendentemente dalla dimensione dell’assortimento biologico. Convertite al chilogrammo, le banane sono persino più economiche delle fragole o dei lamponi. Pertanto, ci sono anche molti acquirenti spontanei in questa zona. Le banane rappresentano circa il 16% del mercato biologico. Pur essendo interessate dai cali della domanda, i prezzi rimangono stabili".

Per maggiori informazioni
Ursula Schockemöhle
Agrarmarkt Informations-Gesellschaft mbH
Dreizehnmorgenweg 10
53175 Bonn - Germania
+49 0228 33805-0
info@AMI-informiert.de
ami-informiert.de/ami-maerkte


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto