Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Rivenditori al dettaglio dell'europa centrale e orientale destinati a crescere del 6,5% ogni anno fino al 2022

Una nuova ricerca della IGD ha rivelato che i rivenditori al dettaglio dell'Europa centrale e orientale dovrebbero crescere del 6,5% ogni anno fino al 2022, mentre l'intero mercato al dettaglio europeo dovrebbe crescere del 3,8% annuo.

I programmi di apertura di negozi su vasta scala in mercati come Russia e Romania, in cui il consolidamento è ancora piuttosto debole, dovrebbe appunto sostenere questa crescita, come afferma Milos Ryba (IGD).

Allo stesso tempo, i rivenditori alimentari dell'Europa occidentale dovrebbero assistere a una crescita moderata del 2,4% ogni anno da qui al 2022.

"Diversi rivenditori locali, tra cui il gruppo X5, Lenta e operatori del settore discount, hanno previsto programmi di apertura di negozi su vasta scala - ha affermato Ryba - E questo accelererà la crescita di tutto il mercato al dettaglio europeo".

Principali canali retail
Per quanto riguarda le principali tendenze relative ai principali canali di vendita al dettaglio in Europa, Ryba ha riscontrato che, sebbene i negozi più grandi rimarranno il formato primario dei supermercati, i discount saranno probabilmente quelli che produrranno una maggiore crescita entro il 2022, "sostenuta dall'apertura di nuovi negozi e dalla ristrutturazione di quelli esistenti".

Le catene di discount stanno continuando a concentrarsi sul diventare le principali destinazioni di shopping per i consumatori, incrementando la propria presenza nei centri cittadini, nelle zone residenziali e nelle principali strade dello shopping.

"Molti discount stanno ampliando la propria offerta, per essere sicuri di restare in voga tra i consumatori dei nostri giorni. Attingendo al desiderio dei consumatori di trovare prodotti alimentari da asporto, pasti semplici per la sera e varietà premium, i discount continueranno ad attrarre nuovi acquirenti che li aiuteranno a consolidare la propria posizione sul mercato".

Ryba prevede inoltre che il canale del convenience otterrà buoni risultati, con rivenditori al dettaglio multicanali che focalizzano i propri investimenti, e "adottando un approccio adeguabile, in modo che varietà e promozioni possano cambiare in base alla posizione e soddisfare le specifiche necessità dei consumatori".

Fonte: www.esmmagazine.com

Data di pubblicazione: 14/11/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

23/02/2018 Spagna: sotto esame le etichette dei mandarini di Aldi e Carrefour
23/02/2018 Germania: Lidl ridurra' l'uso di plastica del 20 per cento entro il 2025
22/02/2018 Consumi alimentari in crescita: +3,2 per cento la spesa degli italiani nel 2017
21/02/2018 Aldi Nord e Aldi Sud si avvicinano
20/02/2018 La Gdo valorizza l'asparago italiano, ma serve continuita' nella fornitura
19/02/2018 Conad lancia l'e-commerce a km zero
19/02/2018 Obiettivo GDO, come diventare fornitori della grande distribuzione
16/02/2018 Il piano di Aldi per l'Italia: 45 supermercati entro l'anno
15/02/2018 La Grande Distribuzione sostiene AIRC con le 'Arance rosse per la Ricerca'
14/02/2018 Austria: Hofer celebra il suo 50mo anniversario
14/02/2018 Aldi, parlano coloro che potrebbero esserne i fornitori
13/02/2018 Amazon punta su Padova per vendere frutta e verdura online
13/02/2018 Sprechi alimentari in Polonia: i risultati dello studio richiesto da Tesco Polska
06/02/2018 Casino (Francia): 10 kg di patate vendute a 0,99 euro
05/02/2018 Il concetto di etichetta chiara diventa uno standard globale
02/02/2018 A gennaio 2018 peggiora il clima di fiducia dei consumatori e nella grande distruzione
02/02/2018 Austria: carote biologiche in sacchetti realizzati con materiali rinnovabili
01/02/2018 Banane e mele tra gli sprechi piu' frequenti nei supermercati
31/01/2018 Fondato un supermercato online che vende prodotti stagionali coltivati localmente
29/01/2018 Svizzera: Migros cresce dell'1% nel 2017

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*