Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



I clienti andrebbero istruiti, non accontentati a tutti i costi

Kiwi dalla Grecia, primizia con qualche dubbio

In commercio nei mercati italiani abbiamo visto kiwi dalla Grecia. Il prodotto era confezionato in casse di cartone e differenziato, rispetto al calibro, in due categorie. Non abbiamo avuto modo di misurarne il tenore zuccherino, ma al tatto erano sicuramente frutti piuttosto legnosi, non ancora pronti al consumo. Il prezzo era compreso fra 1,60 e 2 euro/kg, a seconda dei calibri. Sul tema delle raccolte anticipate o, comunque, sui kiwi non ottimi al gusto, rimandiamo all'approfondimento già pubblicato con il Prof. Raffaele Testolin (cfr. FreshPlaza del 15/09/2017).



La coltivazione di kiwi in Grecia continua a espandersi anche se, a partire dal 2016, il ritmo di impianto sembra essere diminuito. Attualmente sono stimati impianti per quasi 9.000 ettari complessivi. Le previsioni 2017 indicano un livello produttivo quantificato in circa 185.000 tonnellate, oltre il 15% in più rispetto alla scorsa stagione.



Una quota molto rilevante della produzione greca continua a essere destinata all'export, anche in relazione a un mercato interno che continua a rimanere molto contenuto (si stima un volume pari a non oltre le 15.000 tonnellate annue).

Il dilemma è sempre il medesimo: immettere sul mercato un prodotto dell'emisfero nord, con un grado di maturazione non ancora ideale (anche se di una varietà verde precoce), cosa può portare al consumatore? Certo è che il kiwi viene richiesto 365 giorni l'anno e ci sono periodi, come questo, in cui il prodotto dell'emisfero sud è ormai terminato, o non ha più la qualità richiesta, e quello del nord non è ancora pronto.

"Non c'è alcuna etica - ci confida un grosso commerciante di kiwi del nord Italia - ma solo mera speculazione. Si guarda alla marginalità, non ci si preoccupa della qualità. A qualcuno non gliene frega nulla di come reagirà il consumatore, se poi caleranno i consumi oppure no. Se c'è la richiesta, non si ha il coraggio di dire che è ancora presto, ma si raccoglie il prodotto a tutti i costi, per la paura di perdere il cliente; che invece andrebbe istruito, non accontentato a prescindere".

Data di pubblicazione: 06/10/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/06/2018 Spagna: i furti di meloni si possono denunciare via WhatsApp
21/06/2018 Nuova Zelanda: due produttori di kiwi ricevono riconoscimento per la coltivazione sostenibile
21/06/2018 Chi si ama si premia con Zespri!
21/06/2018 L'Europa dovrebbe rivolgersi alla Croazia per l'approvigionamento di frutti esotici
21/06/2018 UniBo: le ciliegie Alma Mater a favore delle associazioni di volontariato
21/06/2018 Vendite a rilento per gli ananas sul libero mercato
21/06/2018 AOP Luce: una campagna albicocche deludente, ottimismo sulle varieta' medio-tardive
21/06/2018 Uve egiziane: la resa di quest'anno e' piuttosto limitata
21/06/2018 Fragole al nord, un'annata in rimessa netta
20/06/2018 Una stagione positiva per le ciliegie durone della Valle del Chiampo
20/06/2018 'Speriamo che il bel tempo e i Mondiali di calcio diano una spinta ai consumi'
20/06/2018 Egitto: giornata in campo ARRA™, operatori interessati alle varieta' precoci
20/06/2018 In Nuova Zelanda superati tutti i record, i prezzi dell'avocado raggiungono il massimo storico
20/06/2018 Svezia: mix di ananas, mirtilli e melone Piel de Sapo per sostenere la propria nazionale a Fifa 2018
20/06/2018 Partenza anticipata per le uve baresi
19/06/2018 Coldiretti: nel 2017 arrivate in Italia 100mila ton di frutta secca 'anonima'
19/06/2018 Confagricoltura Ferrara: ciliegie penalizzate dal maltempo
19/06/2018 Il crollo dei prezzi cambia il mercato dei piccoli frutti
19/06/2018 Spagna: meno rischi dovuti alla diversificazione delle aree di produzione di drupacee
19/06/2018 Cina: il volume di produzione delle ciliegie diminuisce del 70%

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*